Lunedì, 27 Settembre 2021
Sport

Ac Pisa 1909, fidejussioni: deferiti Lucchesi e la società

Brutte notizie in casa nerazzurra a pochi giorni dal complesso match contro la Spal

Erano da tempo in corso le verifiche su una fidejussione presentata dal Pisa, ed ecco che oggi, a quattro giorni dal big match che opporrà i nerazzurri alla capolista Spal, arriva l’esito: deferita sia la società che l’attuale dg Fabrizio Lucchesi.
A rendere noto il tutto è un comunicato apparso sul sito della FIGC.

“Il Procuratore Federale, espletata l’attività istruttoria, ha deferito al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare Fabrizio Lucchesi, all’epoca dei fatti Amministratore Unico e legale rappresentante della Società  A.C. Pisa 1909 - si legge nella nota - per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, in quanto, in data 9 novembre 2015, ha prodotto presso la Lega Pro e fatto uso di una fideiussione risultata non veridica, senza effettuare alcun controllo preventivo". La società è stata deferita a titolo di responsabilità diretta.

Difficile capire adesso quali siano gli scenari che potrebbero aprirsi: non è scontata la comminazione di ulteriori punti di penalizzazione, che si aggiungerebbero a quello già inflitto ai nerazzurri al momento della tardiva e completa iscrizione al campionato attualmente in corso (e legata alla gestione Battini). Quel che è certo è che, a pochi giorni da una sfida delicata e importante, il tutto rischia di rovinare l’atmosfera.

>>> LA SOCIETA': "PARTE LESA IN QUESTA VICENDA" <<<

FABRIZIO LUCCHESI. "Non si conoscono ancora le dimensioni esatte del fenomeno, si sa solamente che è molto esteso. Posso dirvi che vi sono ben tre Procure della Repubblica che stanno indagando: Firenze, Roma e Pisa - afferma il dg Fabrizio Lucchesi intervistato da Sebastian Donzella di TuttoLegaPro - sembra che ci sia stato un atto di infedeltà di alcuni dipendenti, o presunti tali, che pare abbiano messo in atto comportamenti non legittimi, adesso al vaglio degli inquirenti. Questi pseudo-impiegati, come li definisco io, avrebbero messo in atto un'attività criminosa a 360 gradi al punto che i contorni della vicenda non sono ancora ben definiti". "In pratica ci accusano di non avere sufficientemente vigilato - prosegue Lucchesi - eppure io non sono un dipendente della Guardia di Finanza. Non è che io ho fatto una fotocopia di chissà quale documento e ho deciso di spacciarla per una fideiussione. La nostra fidejussione, questo sia ben chiaro, è uscita dalla banca, fatta da impiegati della banca. Il deferimento è stato un atto dovuto perché consente alle Procure di poter indagare su una vicenda che, come detto, ha dei risvolti enormi. Non a caso la nostra collaborazione, e anche la nostra tranquillità, è massima. Il Pisa, in questa vicenda, è parte lesa". Il tutto avviene a pochi giorni dal big match con la Spal. "E' un caso molto curioso - prosegue Lucchesi su TuttoLegaPro - ogni volta che giochiamo contro la Spal venga fuori un problema. All'andata un giornale di Ferrara rivelò che la nostra fidejussione presentava qualche problema, quando ancora in pochi sapevano l'accaduto. Oggi è arrivato il deferimento. Ma noi non siamo condizionati da ciò, i giocatori da tempo conoscono la situazione e sanno che possono stare tranquilli".

SINDACO MARCO FILIPPESCHI. “Sapevo, perché la società mi aveva informato nei giorni scorsi, anticipandomi certi movimenti e delle azioni a propria tutela promosse fuori dal circuito della giustizia sportiva. A me quanto detto anche oggi da Fabrizio Lucchesi è parso credibile. Ho fiducia. Ora vediamo l’esito dell’indagine del procuratore federale e di quelle dell’autorità giudiziaria alla quale la società è dovuta ricorrere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ac Pisa 1909, fidejussioni: deferiti Lucchesi e la società

PisaToday è in caricamento