Sport

Pisa S.C., Michele Marconi deferito per presunta frase razzista

Il centravanti nerazzurro era finito nella bufera delle polemiche al termine della sfida col Chievo. Secondo il centrocampista dei veneti Obi aveva utilizzato parole razziste. Adesso dovrà testimoniare davanti alla Procura federale

In pochi giurano di aver sentito distintamente parole razziste indirizzate a un giocatore nigeriano. In tanti, quasi tutti a dir la verità, assicurano di non aver recepito alcunché. Al punto che né sul referto del direttore di gara, né sul taccuino degli ispettori federali presenti in campo in quella serata, compare l'episodio denunciato da Joel Obi e dal resto del Chievo. Fatto sta che Michele Marconi, centravanti del Pisa Sporting Club, è stato deferito alla Procura federale per supposte espressioni discriminatorie e razziste.

Il 22 dicembre scorso si giocava la sfida tra Pisa e Chievo all'Arena Garibaldi e sul finire del primo tempo nasce nei pressi del fallo laterale un confronto ravvicinato tra il bomber nerazzurro e un paio di giocatori avversari. La faccenda sembra esaurirsi lì, se non fosse per il fatto che al duplice fischio dell'arbitro sia i giocatori che i dirigenti seduti nella panchina clivense si assiepano, tarantolati, attorno alla terna arbitrale e agli ispettori federali. "La rivolta degli schiavi" è la frase percepita distintamente, secondo quelli del Chievo, dalla bocca di Marconi.

La partita prosegue normalmente (finirà 2-2 per la cronaca), in campo nessuno strascico di quanto accaduto prima dell'intervallo, e poi il botta e risposta via comunicati ufficiali tra le due società. Il club veneto che accusa Michele Marconi di razzismo, la società nerazzurra che difende a spada tratta il proprio tesserato, forte delle evidenze riscontrate dalla terna e dai referenti di Lega e Figc, e sottolinea come l'accusa arrivi da un club penalizzato e finito al centro di un giro di affari sporco.

La Procura federale nei giorni successivi alla vicenda aveva visitato il centro sportivo del Chievo per raccogliere le testimonianze di Joel Obi e del resto dei tesserati. E soltanto oggi è arrivato il deferimento per il centravanti del Pisa. Michele Marconi dovrà comparire davanti alla Procura federale e difendersi dall'accusa di razzismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa S.C., Michele Marconi deferito per presunta frase razzista

PisaToday è in caricamento