Giovedì, 16 Settembre 2021
Sport

Ac Pisa 1909, Battini sbotta "Offensivo accostare il nostro nome a quello di Terravision"

Durante la conferenza stampa di presentazione di Luca Crescenzi, c'è un duro sfogo della società contro le voci che continuano ad arrivare da parte del gruppo Terravision

Uno sfogo duro, forse inatteso, ma quantomai forte quello avuto da Carlo e Carla Battini al termine della presentazione dell'ultimo arrivato in casa nerazzurra Luca Crescenzi, difensore in prestito dalla Lazio via Siena. Non sono piaciute le ultime parole a mezzo stampa di Fabio Petroni di Terravision che aveva messo in campo cifre e offerte, facendo conoscere alla città le proprie intenzioni e proponendo la cifra di 5 milioni di euro come investimento iniziale.

"è ora di smetterla con questo tipo di informazione - dice Carla Battini - la squadra e la società hanno bisogno di serenità e dobbiamo remare tutti dalla stessa parte. Cerchiamo di raggiungere un obiettivo che ci siamo prefissati perchè l'energie perse per le stronzate vengono tolte al Pisa. Ognuno faccia il proprio mestiere, ma certe fesserie lasciamole fuori. Guardiamo il bene del Pisa e niente altro. Bisogna smettere di associare il Pisa a Petroni e l'Ac Pisa 1909 a Terravision"

"Se qualcuno deve venire a Pisa - prosegue Carlo Battini - con questi discorsi non viene. Non bisogna minare certi equilibri. Bisogna valutare le cose prima di scriverle. Ogni antivigilia delle partite casalinghe vengono fuori queste cose. Sono stronzate perchè se uno è interessato al Pisa deve portare offerte concrete, non chiacchiere. La porta è aperta a tutti e lo ripeto, ma a gente seria. Le trattative si fanno in maniera riservata, ma qualcuno da ancora spazio a queste cose e bisogna finirla".

?RISPOSTA CURVA NORD: In serata poi attraverso un comunicato ha preso posizione anche la Curva Nord con un duro comunicato:"Il Comitato "Vecchio cuore nerazzurro"  aveva chiesto tramite comunicato ufficiale la presenza di un proprio esponente alla trattativa per evitare "le diverse interpretazioni", come adesso sta puntualmente accadendo, e assicurare trasparenza e chiarezza alla città. Richiesta non presa in considerazione da parte dell'attuale proprietà. Tale richiesta per altro era legittima, dato che il Comitato detiene l'1% dell'AC  Pisa 1909. Ora da una parte Terravision dà una versione dei fatti, dall'altra parte la famiglia Battini fornisce una versione totalmente diversa, dichiarando la totale chiusura ad ogni trattativa senza alcuna spiegazione, né argomentazione, ma soltanto con dichiarazioni pesanti del tipo "Abbinare il nostro nome a quello di Terravision la considero un'offesa". Altro che inizio di trattativa e affermare "l'incontro tenutosi a Firenze in un clima di massima cordialità è risultato interlocutorio", come recitava l'unico comunicato ufficiale del 3 gennaio dell'AC Pisa, prima della conferenza stampa di oggi 17 gennaio. A questo punto per fare chiarezza alla città chiediamo che venga formalizzata la proposta scritta da Terravision (come dichiarato nella recente intervista da Petroni) e che venga resa pubblica: carta canta, per entrambe le parti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ac Pisa 1909, Battini sbotta "Offensivo accostare il nostro nome a quello di Terravision"

PisaToday è in caricamento