Sport

Ac Pisa 1909: un fondo d'investimento di Dubai interessato

Farebbe riferimento a Pablo Dana, conosciuto sia dal dg Lucchesi che da Gattuso. Intanto il sindaco chiede di essere maggiormente coinvolto e sottolinea l'urgenza di risolvere la 'questione stadio'

Dopo l'annuncio nella serata di venerdì 5 agosto da parte di Terravision del nuovo consiglio di amministrazione dell'Ac Pisa 1909, che vedrà il procuratore Marco Calleri come presidente, arriva la conferma di Fabrizio Lucchesi dai microfoni di 50 Canale sulla presenza di un fondo di investimento interessato al Pisa. Si tratta di un fondo di investimento di Dubai che fa capo a Pablo Dana, conosciuto sia dallo stesso Lucchesi che da mister Gattuso, anche se formalmente non sarebbe arrivata nessuna richiesta a Petroni & c. per rilevare le quote del Pisa, perchè, come ha sottolineato il direttore generale, il fondo d'investimento non vuole soci, ma vuole prendersi l'intera società. Sul capitolo invece dimissioni, dopo il comunicato diffuso dalla Curva Nord, Lucchesi ha sottolineato di voler evitare in ogni modo le dimissioni e di sperare di riuscire a far cambiare idea ai tifosi.

Intanto dalle sponde di Palazzo Gambacorti, dove c'è preoccupazione per la situazione dello stadio a pochi giorni dalla scadenza della convenzione, interviene il sindaco Marco Filippeschi: "Chiedo ufficialmente che le manifestazioni d’interesse e le offerte di cui si è parlato in questi giorni, tolto ciò che deve restare riservato, siano indirizzate anche al Sindaco. Chiunque può mettersi in contatto con me. Ciò non perché io debba fare da mediatore per qualcuno o di qualcosa, naturalmente. Faccio questo appello pubblico per un’esigenza stringente di chiarezza d’intenti e di trasparenza, dato che è vero che da parte della proprietà della società mi è stata data da giorni la disponibilità a valutare concrete offerte".
Poi appunto il nodo Arena: "Prendo atto con fortissima preoccupazione - afferma il primo cittadino - che nel comunicato dell’A.C. Pisa 1909 non si fa neppure un accenno alla questione del lavori per la messa a norma dello stadio, alle azioni e agli impegni finanziari urgentissimi, nonostante la sollecitazione formale inviata dal Comune. E’ un assenza grave che conferma l’incertezza inaccettabile della situazione, a partire da un aspetto fondamentale, per la città e per la Lega della serie B della Figc, essenziale per disputare il campionato. Stessa assenza viene denunciata nel rapporto della dirigenza della società con la squadra, con la navigazione a vista anche per le incombenze più elementari, con le implicazioni che ciò può avere per la tenuta dell’organico. Servono certezze, fatti che diano affidamento e una speranza positiva. Si deve stemperare il clima pesante che vive la città dando risposte, con chiarezza. Altro non serve e fa solo nuovi danni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ac Pisa 1909: un fondo d'investimento di Dubai interessato

PisaToday è in caricamento