Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Frosinone Pisa 2-1 | Paganini affonda il Pisa, il Frosinone vola in finale

Finisce al 'Matusa' il sogno promozione del Pisa che, dopo aver trovato il pareggio con Kosnic al vantaggio iniziale di Ciofani, si deve arrendere al 91' a un gran gol di Paganini

Frosinone. Forse alla fine ha vinto la più forte. Certo, perdere così fa male, ma quando c’è la consapevolezza di aver dato tutto e forse anche qualcosa di più la rabbia si trasforma in voglia di ringraziare questi giovani ragazzi, che si sono messi alle spalle durante il campionato squadre ben più blasonate e sulla carta attrezzate e che hanno fatto sudare freddo una corazzata come il Frosinone, che ha dovuto pescare il jolly con il destro magico di Paganini quando ormai i supplementari sembravano a un passo.

Esce a testa alta il Pisa, che ha poco da rimproverarsi se non aver abbassato troppo il baricentro una volta raggiunto il pareggio, quando il Frosinone sembrava in difficoltà e sulle gambe. Forse è mancata l’esperienza, la malizia, e il mestiere che solo squadre più scavate, come il Frosinone stesso, hanno nel proprio Dna.

Ma oggi non è tempo di processi, oggi è tempo di dire grazie alla squadra, di applaudire il direttore Lucchesi e purtroppo probabilmente di salutarlo. Passata la rabbia, la delusione, bisogna dire grazie a chi se lo merita e ripartire, con coraggio e a testa alta, come gli undici di Menichini hanno fatto in queste ultime, intense, partite.

IL MATCH. Menichini sceglie Kosnic al posto di Sabato e Sampietro in luogo dell’acciaccato Mingazzini. Giovinco, non al meglio, si accomoda ancora in panchina. Stellone arretra Frara in difesa in luogo di Crivello e piazza sull’out mancino Soddimo. 

Il clima è rovente in campo e sugli spalti, con il Frosinone che prova a partire a testa bassa, creando la prima occasione al 5’, quando una punizione di Gucher dal limite finisce di poco fuori. Il Pisa però è in partita, si chiude bene e prova a ripartire nonostante un Arma irriconoscibile. Fra il 19’ e il 21’ prima è il Pisa a reclamare un rigore per un presunto contatto fra Biasi e Napoli poi sono i ciociari a protestare per uno sgambetto di Rozzio a Curiale, ma in entrambi i casi l’arbitro lascia correre. Al 23’ Napoli si invola verso la porta, ma anticipa troppo la conclusione e Zappino para senza problemi. Al 26’ grande scambio fra Pellegrini e Mannini con la conclusione di quest’ultimo deviata in angolo forse con il braccio da Biasi.

Nel miglior momento del Pisa il Frosinone però passa; al 33’ Ciofani riceve una palla dalle retrovie, la protegge dal ritorno di Rozzio e in mezza girata batte Provedel con un tiro preciso che non lascia scampo al numero uno pisano. Il Pisa prova a reagire ma paga la sterilità offensiva, rendendosi di fatto pericoloso solo su calcio piazzato, con Kosnic che al 35’ costringe alla respinta goffa Zappino, ma Napoli non riesce nel tap-in vincente. Sul finale di tempo il Frosinone prova a chiudere il match ma prima Paganini di testa spedisce di poco a lato un corner di Soddimo poi Curiale tutto solo davanti a Provedel si fa rimontare da un intervento prodigioso di Rozzio.

Nella ripresa Menichini inserisce Giovinco per Sampietro optando per un 4-4-2 lineare, mentre Stellone toglie Frara e lo rimpiazza con il più difensivo Crivello.

Al 5’ è subito il Frosinone a rendersi pericoloso con un gran tiro di Soddimo disinnescato in corner da Provedel. Menichini toglie un impalpabile Arma e mette nella mischia Forte, mossa che fa alzare il baricentro ai neroazzurri che chiudono i ciociari nella loro tre quarti senza tuttavia essere troppo pericolosi. Ma al 20’ il Pisa trova il pari con una punizione di Kosnic che trova la deviazione della barriera spiazzando così l’incolpevole Zappino. I neroazzurri invece di continuare a premere sull’acceleratore si abbassano però immediatamente, dando coraggio a un Frosinone che sembrava in netto calo psico-fisico. I locali guadagnano subito metri e campo, ma il duo Rozzio-Goldaniga chiude ogni varco. Ma proprio mentre tutto lasciava pensare al pareggio e ai supplementari la magia di Paganini concretizzava l’incubo del Pisa e il sogno del Frosinone, lasciando ai neroazzurri tante lacrime e l’onore delle armi.

Ecco le pagelle di Frosinone – Pisa  2-1. Per i ciociari in rete Ciofani e Paganini, mentre per il Pisa ha segnato Kosnic.

FROSINONE – PISA 2-1

FROSINONE (4-4-2): Zappino 5.5, Frara 5.5 (1′ st Crivello 6) Blanchard 6, Biasi 6.5 (32′ st Bertoncini 6) M. Ciofani 6.5; Paganini 7.5, Gucher 7, Gori 5.5, Soddimo 6; Ciofani 7, Curiale 5.5. A disp. Mangiapelo, Carrus, Gessa, Carlini, Viola. All. Roberto Stellone 6.

PISA (4-3-3): Provedel 6.5; Pellegrini 6.5, Goldaniga 7, Rozzio 6.5, Kosnic 7 (41′ st Martella S.v.);  Parfait 5.5, Sampietro 5.5 (1′ st Giovinco 6) Favasuli 6.5; Mannini 6.5, Arma 4 (13′ st Forte 5.5), Napoli 6. A disp. Pugliesi, Mingazzini, Cia, Bollino. All. Leonardo Menichini 6.

ARBITRO: Abisso di Palermo 6.5 (Ass. Fraschetti 6.5 – Ficarra 6.5). Quarto uomo: Di Martino.

RETI: pt 33′ Ciofani (F); St 21′ Kosnic (P) 46′ Paganini (F)

NOTE: giornata calda (28 gradi), terreno in perfette condizioni. Ammoniti Soddimo, Mannini, Kosnic, Zappino, Parfait. Angoli 4-2. Spettatori 8.000 circa, di cui 800 provenienti da Pisa. Rec. Pt 1′, St 3′

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone Pisa 2-1 | Paganini affonda il Pisa, il Frosinone vola in finale

PisaToday è in caricamento