rotate-mobile
Sport

Pisa 1909, si cerca stabilità: faccia a faccia Petroni jr-Gattuso

Si è tenuto nel pomeriggio di domenica l'incontro volto a trovare soluzioni per permettere la vita ordinaria del club. Fra le richieste del tecnico il tesseramento di Lazzari e Mudingay

In campo solidi e compatti, fuori incerti e divisi. E' il momento che sta vivendo il Pisa nelle ultime settimane, con un campionato di Serie B che sta dando grosse soddisfazioni ai tifosi senza che però ci siano sostanziali novità sul lato societario.

Una svolta è stata tentata nel pomeriggio di ieri, 25 settembre, all'incontro che si è tenuto a Roma fra il mister Gennaro Gattuso e l'attuale rappresentante della proprietà Lorenzo Petroni. Il tecnico avrebbe ribadito le necessità dei suoi ragazzi: materiali e assistenza per una gestione ordinaria della società; tesseramento dei due giocatori Lazzari e Mudingay, già in gruppo, per rafforzare la squadra a corto di elementi; pagare gli stipendi arretrati; progredire sul lato dei lavori all'Arena Garibaldi, in grave ritardo. Alle richieste di Gattuso Petroni jf avrebbe risposto rimandando le decisioni al padre Fabio.

Uno stallo problematico che è stato trattato anche nella Domenica Sportiva di ieri, la nota trasmissione sportiva della Rai. Il giornalista Ivan Zazzaroni ha affermato che "la Federazione e la Lega facciano qualcosa, il futuro del calcio italiano passa da Pisa. Non possono andare tutti i truffaldini a prendere le società di calcio". Più ottimista Marco Tardelli: "Credo che il caso Pisa piano piano si risolverà perché metteranno a posto le cose, i proprietari, che non si sa ancora chi sono".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa 1909, si cerca stabilità: faccia a faccia Petroni jr-Gattuso

PisaToday è in caricamento