Sport

Ac Pisa 1909: è arrivata l’ora della verità

Nel pomeriggio di lunedì 27 giugno è previsto l'incontro che metterà fine alla querelle societaria del Pisa: Petroni e Lucchesi a confronto. Probabile la presenza di mister Gattuso

Un primo (o meglio ennesimo) incontro-scontro si era avuto venerdì 24 giugno presso gli uffici del sindaco di Pisa Marco Filippeschi, oggi, lunedì 27, si avrà quello decisivo: i due soci del Pisa, il presidente Fabio Petroni e il dg Fabrizio Lucchesi (che detengono l’esatta metà delle quote del club cadauno), si incontreranno e, come dichiarato di fronte alle autorità cittadine, metteranno fine alla querelle societaria. 

Difficile immaginare lo scenario che potrebbe crearsi, anche se le alternative sembrano non essere molte. La più plausibile vede Petroni rilevare l’intero pacchetto azionario, e proporre però al dg Lucchesi e a mister Rino Gattuso di continuare l’avventura in nerazzurro, la meno probabile vede l’acquisto della società da parte di Lucchesi – che agirebbe per conto di terzi (gli imprenditori da tempo decantati ma mai formalmente apparsi) – e l’uscita di scena dell’attuale presidente. Una terza opzione potrebbe poi prevedere il solo addio di Lucchesi, con Petroni proprietario in toto e Gattuso allenatore.

Non chiaro neppure quello che sarà il luogo dell’incontro, anche se c'è la certezza che non si terrà in città: i luoghi del ritrovo potrebbero essere o Milano o Firenze, con il capoluogo lombardo molto quotato perché location scelta dallo stesso allenatore del Pisa, che quasi sicuramente presenzierà all’appuntamento o manderà i suoi commercialisti e avvocati di fiducia, che monitoreranno l’evolversi delle vicende.


Un quadro più chiaro del tutto si avrà non oltre la mattinata di domani, martedì 28, e solo a quel punto probabilmente si potrà iniziare a parlare di calcio giocato. Perché i tempi per la programmazione della prossima stagione iniziano a stringere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ac Pisa 1909: è arrivata l’ora della verità

PisaToday è in caricamento