Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Calcio, intervista a Milani: "Un onore poter giocare all'Arena"

Il difensore del Latina racconta le emozioni che ha provato tutte le volte che ha giocato all'Arena da avversario. Intanto il Pisa è ancora alla ricerca di un bomber

Andrea Milani ai tempi del Modena

Quella serata quando giocavo col Cittadella fu assolutamente straordinaria”. È sinceramente emozionato il terzino del Latina Andrea Milani quando, parlando dei suoi incroci con il Pisa racconta di quel 22 dicembre 2003 quando, indossando la maglia granata vinse nettamente contro il Pisa, assistendo però ad uno spettacolo sugli spalti da categoria superiore

Ricordo che era una delle mie prime partite che giocavo in serie Cdice Milanie farlo in uno stadio prestigioso come l'Arena Garibaldi fu un'emozione ulteriore. Grazie alla doppietta di Sgrigna e alla rete di Ruopolo riuscimmo a vincere per 3-0, ma sugli spalti i tifosi del Pisa non smisero mai di incitare la propria squadra, cantando e ballando fino al 90° nonostante la sconfitta. Tutto questo creò un ambiente veramente straordinario ed è un episodio che spesso mi capita di raccontare a compagni e amici”.

Nella tua carriera poi sei comunque tornato a giocare all'Arena?

Milani: “Si sono tornato in serie B con la maglia della Triestina e anche in quel giorno trovammo un ambiente veramente unico che sprigiona energia positiva. Quando scendi in campo in questi stadi è sempre bello perchè ti fanno sentire calciatore a tutti gli effetti. Parlando con altri compagni spesso capita di parlare di questo e della piazza di Pisa tutti ne parlano sempre bene”.

Oltre al calore del pubblico, che è purtroppo scemato rispetto a quelle partite sopracitate, troverete una squadra comunque vogliosa di partire col piede giusto

Milani: “Sarà un avversario tosto e per questo prevedo una gara molto combattuta, ma comunque noi verremo per giocarcela a viso aperto e trovare un ambiente carico sarà sicuramente uno stimolo a far meglio”.

Dopo una carriera in cadetteria con le maglie, tra le altre, di Brescia, Bari e Triestina, sei tornato praticamente a casa cercando di dare una mano a questa società in crescita

Milani:Per la prima volta nella mia lunga carriera giocherò con la maglia della mia città e questo mi riempie di orgoglio oltre che di responsabilità. Sono qui per sfatare il detto che nessuno è profeta in patria, voglio fare bene e aiutare questa società a centrare l’obiettivo di una comoda salvezza. Per questo mi è stato chiesto di mettere a disposizione della squadra la mia esperienza e, nonostante avessi ancora la possibilità di rimanere in serie B, non ho avuto dubbi accettando immediatamente la proposta”

IL PISA DALL'ARCIVESCOVO: importante appuntamento per il Pisa 1909 che oggi pomeriggio (ore 18) sarà ospite di Sua Eccellenza Monsignor Giovanni Paolo Benotto, Arcivescovo di Pisa per una udienza a cui il presidente Carlo Battini assieme a tutta la famiglia nerazzurra tiene particolarmente come segno di coesione con il territorio e con le tradizioni cittadine. La squadra al gran completo, che proprio oggi riprenderà la preparazione in vista del debutto in campionato di domenica prossima contro il Latina (ore 15, Arena Garibaldi), al termine della seduta sul campo raggiungerà il Palazzo Arcivescovile di Pisa per una cerimonia unica e beneaugurante.

MERCATO: Stamattina qualche quotidiano riportava l'interessamento per i giocatori Martinetti ed Eusepi, ma non è ancora da scartare del tutto la strada che porta a Felice Evacuo, senza dimenticarci però che giocatori come Guidetti o gli ex Kutuzov e Castillo sono ancora senza una squadra.....

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, intervista a Milani: "Un onore poter giocare all'Arena"

PisaToday è in caricamento