Lo sport è lotta, lo sport è vitale per la salute: lottiamo per la nostra salute

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

“Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla.” Circa un secolo fa Pierre de Coubertin, il fondatore dei Giochi Olimpici moderni e dunque una delle massime autorità storiche dello sport, pronunciava queste parole. Paura, fatica, difficoltà. Sono passati 100 anni eppure questi elementi sembrano proprio i protagonisti di questa stagione sportiva, dominata dalla paura del contagio, dalla fatica di rimanere a galla e dalle difficoltà per uscirne sani e salvi. Allora, oggi più che mai, lo sport può dominare la paura, può trionfare sulla fatica e può vincere le difficoltà. E così proseguono le iniziative per sostenere l’attività sportiva e i lavoratori del settore. Dopo le azioni intraprese negli ultimi giorni, contro la chiusura dei centri sportivi, - ricordiamo in particolare quella lanciata sui social da Vincenzo Spadafora, il nostro Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport con gli hashtag #palestresicure e #palestreinsicurezza, - sono numerosi gli interventi degli addetti ai lavori, nati per dare voce, autorevolezza al settore dello sport e a tutto l’indotto collegato. A livello locale, ma con eco nazionale, si stanno muovendo ASI Toscana, (Associazioni Sportive e Sociali Italiane) e Fispin, la federazione italiana dello spinning, il cui comitato direttivo si trova proprio a Pisa, insieme a FITITALY che da Padova promuove il Fitness in Italia. Sia con manifestazioni pacifiche che con iniziative sui media e social. Ricordiamo anche il sondaggio lanciato da FITITALY e compilato dagli addetti ai lavori. https://www.fititaly.fitness/wp-content/uploads/2020/10/questionario-IL-FITNESS-NON-SI-DEVE-FERMARE-181020.pdf I risultati evidenziavano come il virus non si fosse diffuso nelle palestre, che a loro volta, spesso con grande fatica, avevano rispettato i protocolli. E proprio il rappresentante di FITITALY, Renzo Seren sarà ospite domenica 8 novembre nel programma “Live Non è la D’Urso” per intervenire sul tema delle palestre chiuse. In sostanza, da marzo, i protagonisti del settore sportivo hanno saputo rimboccarsi le maniche, cambiato il loro modo di lavorare, affidarsi al mondo della tecnologia per adeguarsi quanto più possibile al nuovo scenario, hanno provveduto ad allinearsi, di volta in volta, alle nuove direttive. Ma lo sport deve poterlo fare, deve avere mezzi adeguati e soprattutto, deve non essere fermato. I centri sportivi, le palestre, gli istruttori, i personal trainer: sono tutte figure che rendono un servizio importante per la popolazione, alla quale possono garantire un benessere psico-fisico che, in questo periodo più che mai, è fondamentale raggiungere. Paura, fatica, difficoltà. Dominiamola, trionfiamola, vinciamola. Con lo sport. Per lo sport. Ufficio Stampa Fispin Italia

Torna su
PisaToday è in caricamento