Sport

Lucchese - Pisa 0-1: le pagelle | Marin 'taglia e cuce', Marconi fa esplodere la curva pisana

Il centrocampista romeno è ovunque; il centravanti regala una grande gioia al pubblico nerazzurro con una magia che resterà nella storia del 'derby del Foro'

L'esultanza di Michele Marconi al 'Porta Elisa' - Foto A. Scatà/PisaToday

13 anni. A tanto ammontava l'attesa del pubblico nerazzurro per una vittoria dei propri beniamini sul campo della Lucchese nel sentito 'derby del Foro'. Il colpo di tacco di Michele Marconi a metà del primo tempo ha consegnato agli annali un gol che resterà di diritto nella storia del confronto fra il Pisa e i rossoneri, ma che soprattutto ridà fiato e slancio al campionato nerazzurro. Le due sconfitte in tre giorni rimediate con Virtus Entella e Siena avevano aperto il fronte delle critiche sulla rosa; lo 0-1 con cui gli uomini di D'Angelo hanno sbancato il 'Porta Elisa' ha riannodato invece i fili con le tre vittorie consecutive ottenute prima della sosta forzata di fine ottobre.

Buona personalità, troppe ingenuità

Falcone 6.5, Favale 6, Gabbia 5.5, Martinelli 5, Lombardo 5.5, Provenzano 6.5, Mauri 6 (dal 39' Bernardini 5.5), Greselin 6 (dal 71' Jovanovic 5.5), De Feo 6 (dal 71' Zanini 5.5), Sorrentino 5.5 (dal 67' De Vito 6), Bortolussi 6.5.

All. Favarin 6: il tecnico rossonero ha plasmato la squadra a sua immagine e somiglianza. Organizzazione e personalità in ogni zona del campo, a dispetto della giovane età di molti interpreti. Proprio l'inesperienza a disputare gare di un certo livello agonistico e nervoso, però, ha giocato a scapito della prestazione globale della sua squadra. A fronte di un discreto primo tempo, nel quale Gori ha dovuto salvare la porta nerazzurra in due occasioni, nella ripresa la Lucchese si è fatta prendere dalla frenesia di voler recuperare il risultato, perdendo un po' le misure fra i reparti e la concentrazione. A farne le spese Martinelli, espulso per doppia ammonizione. I rossoneri sono comunque una delle migliori sorprese di questa prima parte di stagione, anche se la penalizzazione di 11 punti alla lunga potrebbe avere un peso ragguardevole.

Vittoria di gruppo

Gori 6.5: il portierone nerazzurro si riscatta dopo l'incertezza costata il 2-0 sul campo della Virtus Entella otto giorni fa. La prodezza sul sinistro si Sorrentino salva lo 0-0, il riflesso sul colpo di testa sempre del numero blinda il vantaggio. 

Meroni 6: pronti-via, e si fa scappare De Feo rimediando il giallo. Poi però prende le misure al folletto rossonero e dalla sua parte le folate offensive della Lucchese sono limitate al minimo. Esce per un problema muscolare. (Dal 56' Masi 6: non bada ai fronzoli, e rinvia lontano tutte le minacce che si avvicinano all'area nerazzurra).

Brignani 6: marca troppo da lontano Sorrentino nelle due uniche occasioni da gol dei padroni di casa. A parte questi due episodi, però, il centrale scuola Bologna disputa una partita molto buona per concentrazione e presenza fisica, vincendo quasi tutti i duelli aerei.

Buschiazzo 6.5: il centrale uruguagio tira fuori la proverbiale 'garra' che caratterizza il suo popolo, interpretando alla perfezione il derby. Poco fioretto e moltissima spada: una prestazione di sostanza e spessore.

Lisi 6.5: riecco il purosangue della fascia sinistra nerazzurra. Dalla sua parte spiana qualsiasi avversario si trovi di fronte, peccato per l'ultimo passaggio quasi sempre sbagliato negli ultimi venti metri. L'unico assist ben calibrato viene vanificato dall'incomprensibile decisione dell'arbitro di annullare il raddoppio di Marconi.

Gucher 6.5: infonde carisma e personalità alla linea mediana. Si limita forse un po' troppo alla fase di interdizione, ma alcune aperture sono da scuola calcio. (Dal 79' Izzillo sv).

Marin 7: si prodiga in un'opera di 'taglia e cuci' costante che manda ai matti la linea mediana avversaria. E' un moto perpetuo: implacabile in fase difensiva, onnipresente quando si tratta di appoggiare l'azione offensiva. In assoluto è la sorpresa più lieta del primo quarto di stagione.

Zammarini 6: parte bene, con una buona dose di personalità e intraprendenza sulla corsia destra. Gradualmente diminuisce il suo raggio d'azione, e fino al cambio bada maggiormente a presidiare la zona difensiva. (Dal 79' Birindelli sv).

Di Quinzio 7: va a corrente alternata, ma quando si accende per la squadra ospite sono dolori. Nella posizione di trequartista n el 3-4-2-1 disegnato all'occorrenza da mister D'Angelo si trova pienamente a suo agio. Firma l'assist del gol vittoria, alza i ritmi delle giocate a piacimento e provoca l'espulsione di Martinelli. (Dall'85' Cernigoi sv).

De Vitis 6.5: come Di Quinzio, viene schierato dal tecnico qualche metro più avanti rispetto alla mediana. In quella posizione può lasciare ancora di più libero spazio al suo dinamismo e alla sua qualità. Si mette in mostra comunque per il prezioso ripiegamento difensivo su Provenzano al 92'.

Marconi 7 (il migliore): il gol da solo vale il prezzo del biglietto. Una gemma così bella non si vedeva da moltissimo tempo, e sicuramente è destinata a rimanere nella storia del 'derby del Foro'. Oltre alla bella soddisfazione personale, l'ariete di Follonica ci mette tantissima fisicità, una grande intelligenza tattica e un agonismo trascinante. (Dall'85' Masucci sv).

All. D'Angelo 7: forse per la qualità delle giocate non è stata la migliore partita del Pisa in questi primi mesi di campionato, ma sicuramente il derby è stata la gara meglio interpretata dal punto di vista caratteriale e tattico. Dopo la preoccupante prestazione di Siena, che nel risultato aveva fatto il paio con quella di Chiavari, il Pisa compie almeno due passi in avanti e ritrova una vittoria preziosa quanto l'ossigeno. Il tecnico nerazzurro prepara alla perfezione il match, 'incartando' i 90' ad una vecchia volpe come Favarin con un inedito 3-4-2-1 capace di garantire contemporaneamente equilibrio e copertura in fase difensiva e intensità e pericolosità in attacco. Sul taccuino si contano almeno quattro palle gol nitide e molte altre occasioni nelle quali la squadra ha aggredito l'area avversaria con almeno quattro uomini. Bene così.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucchese - Pisa 0-1: le pagelle | Marin 'taglia e cuce', Marconi fa esplodere la curva pisana

PisaToday è in caricamento