Memorial 'Giustizia per Maurizio' per ricordare il 30enne morto mentre consegnava le pizze

Successo per il torneo di calcetto in ricordo di Maurizio Cammillini, scomparso il 4 settembre 2018 a causa di un incidente in motorino mentre lavorava

Si è svolto domenica 8 settembre alla Polisportiva La Cella il memorial organizzato dall'associazione 'Giustizia per Maurizio' in ricordo di Maurizio Cammillini, il 30enne che perse tragicamente la vita in un incidente in motorino un anno fa mentre lavorava come pony express. 

"Tanta gente - scrive l'associazione - è venuta per ricordare Maurizio, per giocare al torneo, per mangiare e bere qualcosa, per passare una giornata insieme. Il torneo è stato vinto dalla squadra Garzella arrivati in finale contro Solo Pisa. Molto emozionante il momento finale con la sorella di Maurizio che ha premiato tutte le squadre partecipanti che ringraziamo: gli studenti delle superiori 'Scuole in Rivolta', il 'Bar La Scepre', 'Sant'Ermete', 'Solo Pisa', 'Scarpellini Edilizia', 'Garzella', i fattorini del 'Real MadrEat' ed i ragazzi di 'Riglione-Oratoio'. Un ringraziamento a chi ha fatto la spesa, a chi ha aiutato a fare da mangiare ed a chi ha trasportato tutto il cibo con la propria auto, a chi ha gestito l'organizzazione delle partite, a chi le ha arbitrate, a chi ha attaccato un volantino nei bar o per strada, a chi da qualche mese si incontra al bar per fare le riunioni ed organizzare tutto questo. Un ringraziamento va ai gestori della Polisportiva La Cella Asd che ci hanno ospitati e fatto sentire a casa nostra ma soprattutto dato la possibilità di organizzare questo bellissimo evento".

Il pensiero poi va al futuro: "Un ringraziamento alla famiglia di Maurizio perché senza la loro volontà e la loro determinazione tutto questo sarebbe stato irrealizzabile. Un ringraziamento a tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di un fondo a cui troveremo sicuramente una degna destinazione di beneficenza, per aiutare i ragazzi e le ragazze che di lavoro fanno quello che faceva Maurizio. Ma non solo. Come dice sempre sua sorella: 'Bisogna fare qualcosa per aiutare questi ragazzi'. Sicuramente ieri, in suo nome, in suo ricordo, abbiamo tutti contribuito a fare qualcosa. Perché a Maurizio non è stata fatta giustizia ma noi gliela renderemo. Grazie a tutti e tutte".  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento