Sport Pontedera

U.S. Città di Pontedera: un calciomercato all'insegna dei ritorni

Luigi Grassi e Andrea Caponi (entrambi ex granata) sono stati gli unici due acquisti del Pontedera nella sessione invernale del mercato. Quattro i giocatori in uscita. Basterà per la salvezza?

L'ultimo giorno di calciomercato non ha portato novità in casa Pontedera. Allo Starhotel di Milano il direttore generale dei granata, Paolo Giovannini, non ha trovato nessun colpo dell'ultimo minuto, anche se l'obiettivo principale era piuttosto quello di piazzare i migliori giovani della squadra in Serie B. Questa è la politica seguita dal club dei presidenti Gianfranco Donnini e Paolo Boschi, che negli ultimi anni ha lanciato giocatori come Arrighini, Bartolomei, Di Noia e molti altri nel campionato cadetto. Finora il Pontedera è sempre riuscito a fare cassa con la cessione dei propri pezzi migliori, e allo stesso tempo ad attestarsi come rivelazione nel campionato di Lega Pro, dove nelle ultime tre stagioni è sempre stata tra le prime dieci squadre del proprio girone.

Quest'anno invece le cose stanno andando diversamente. I granata allenati da Paolo Indiani sono al terzultimo posto nel girone A di Lega Pro, e nelle ultime 15 partite dovranno giocarsi la salvezza diretta. Per centrare l'obiettivo, Giovannini ha pescato due grandi ex che nelle ultime stagioni hanno trascinato il Pontedera: Luigi Grassi e Andrea Caponi. Entrambi hanno lasciato la città della Vespa nel gennaio 2015. L'attaccante passò all'Ascoli, mentre l'ex capitano al Pisa. Dopo due anni con poche soddisfazioni (nel gennaio 2016 Grassi è stato poi ceduto alla Spal), sono tornati a Pontedera.

Basteranno questi due giocatori per arrivare alla salvezza? Sicuramente sono calciatori in grado di spostare gli equilibri di una squadra, e che in Lega Pro hanno dimostrato di poter essere decisivi. Ma i tifosi si aspettavano qualche movimento in più, sperando nell'arrivo di qualche giocatore che aggiungesse maggiore esperienza a un gruppo molto giovane.

Sul fronte delle cessioni, i granata hanno tagliato quei giocatori che hanno trovato poco spazio o che hanno deluso durante il girone di andata. È il caso di Davide Cais e Claudio Zappa, entrambi ritornati alla Juventus, che li ha girati in prestito rispettivamente a Carrarese e Pordenone. Il 31 gennaio inoltre è stato risolto consensualmente il contratto con il difensore Nicolò Curti e con il portiere Alessandro Giacomel, tornato all'Empoli.
Il dg Giovannini inoltre ha ceduto al Carpi il centrocampista Simone Della Latta, che però resterà in granata fino a giugno. Con gli emiliani c'è anche un accordo di massima per la cessione dell'attaccante Claudio Santini, ma l'affare non è andato in porto in questa finestra di mercato e se ne riparlerà a giugno.

Ecco nel dettaglio le operazioni effettuate dal Pontedera

Acquisti

Luigi Grassi (1983, attaccante), acquistato a titolo definitivo dalla Spal
Andrea Caponi (1988, centrocampista), acquistato a titolo definitivo dal Pisa

Cessioni

Davide Cais (1994, attaccante), fine prestito dalla Juventus e passato alla Carrarese
Claudio Zappa (1997, centrocampista), fine prestito dalla Juventus e passato al Pordenone
Nicolò Curti (1995, difensore), risoluzione consensuale
Alessandro Giacomel (1998, portiere), risoluzione consensuale a favore dell'Empoli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

U.S. Città di Pontedera: un calciomercato all'insegna dei ritorni

PisaToday è in caricamento