Sport

Monza - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Incontriamo i più forti. Squadra ferita dal pareggio con la Salernitana: vogliamo fare punti"

Il tecnico nerazzurro presenta la sfida di domani, venerdì 12 febbraio, in casa della corazzata di proprietà di Silvio Berlusconi. Mancherà per squalifica Marius Marin

Feriti nell'orgoglio e storditi dallo schiaffo incassato a tempo praticamente scaduto, quando tutti stavano iniziando a pregustare una vittoria di prestigio. Il 2-2 interno con la Salernitana di martedì scorso ha lasciato anche un velo di polemiche tra la parte nerazzurra e quella campana: tensione, parolacce e qualche spintone hanno accompagnati i tesserati fino agli spogliatoi. Ma è già tempo di voltare pagina e tramutare quella frustrazione in determinazione: venerdì 12 febbraio alle ore 21 il Pisa se la dovrà vedere con il Monza. I brianzoli sono secondi, a quota 39, e sono indubbiamente la corazzata più forte della Serie B.

Soltanto quattro assenti

D'Angelo potrà contare su quasi tutti i suoi uomini: agli infortunati di lungo corso Masucci, Sibilli e Masetti si è aggiunto, soltanto per la gara di domani, lo squalificato Marius Marin. Per il resto tutti sono a disposizione, compreso Francesco Belli, pienamente ristabilito dall'infortunio muscolare accusato un mese fa. "Siamo arrabbiati per il pareggio di martedì sera con la Salernitana: dobbiamo trasformare la delusione in stimoli per la sfida di domani sera": Luca D'Angelo carica così i suoi uomini in vista della gara di Monza.

"Fisicamente il gruppo sta molto bene - prosegue D'Angelo - è ovvio che qualche strascico negativo, a livello mentale, c'è. Ma sappiamo anche che abbiamo la possibilità di rifarci immediatamente. Non dobbiamo adagiarci sull'alibi della stanchezza". Sull'avversario la valutazione è molto semplice: "Il Monza è una delle squadre da battere. E nelle ultime settimane hanno anche migliorato la loro qualità nella manovra. Serviranno intensità e concentrazione per portare via punti pesanti: la mia squadra però sa come farlo, sono molto fiducioso".

Ambizioni da star

Il Monza è, per qualità e alternative della rosa, la squadra più forte della Serie B. Non per questo, automaticamente, è anche la miglior compagine: il rendimento dei biancorossi, neopromossi dalla Serie C e da due anni di proprietà della famiglia Berlusconi, non è stato sempre eccellente. Attualmente sono a quattro punti dall'Empoli capolista: il 4-3-3 è ormai il modulo di riferimento, nel quale spicca il talento della linea mediana e dell'attacco. Probabilmente la difesa, tra i tre, è il reparto meno ricco di alternative di valore ma è anche quello che da inizio stagione ha mantenuto un livello costante di prestazioni: non a caso con appena 17 reti concesse è il migliore di tutta la B.

Domani sera Brocchi potrebbe dover rinunciare, almeno dall'inizio, a Boateng: nel caso partirà dal 1' D'Alessandro, arrivato a gennaio dalla Spal. L'attacco dovrebbe essere completato da Diaw, acquistato dal Pordenone, e Dany Mota. Panchina iniziale quasi certa per Balotelli. Il Monza in casa soffre molto le formazioni chiuse e raccolte in un fazzoletto di campo, per cui per scardinare la resistenza nerazzurra Brocchi potrebbe affidarsi a una mediana di grande dinamismo e qualità: Barberis in regia, Barillà e Frattesi mezze ali.

L'arbitro e le curiosità della partita

La sfida sarà diretta da Rosario Abisso di Palermo: il fischietto siciliano non incontra il PIsa dal 2017, quando arbitrò la sconfitta di Vicenza (2-1) che aprì la crisi che portò poi alla retrocessione della squadra guidata da Gattuso. Nel complesso i precedenti dei nerazzurri con Abisso sono cinque: 2 vittorie nella stagione 2012-13 in C, un pareggio (nel 2013 sempre in C) e due sconfitte. Oltre a quella già citata, la seconda è altrettanto dolorosa: Abisso diresse infatti la semifinale di ritorno dei playoff a Frosinone: vittoria dei ciociari 2-1.

Il Monza non perde dal 19 dicembre (3-2 a Pescara): sono nove le gare consecutive a punti per i biancorossi. Questo record si allunga ulteriormente se si guarda al rendimento casalingo: l'unica battuta d'arresto (anche il Pisa ha perso una sola volta all'Arena Garibaldi) risale al 24 ottobre 2020, quando il Chievo riuscì a imporsi 2-1. Nelle ultime due sfide al Brianteo, però, gli uomini di Brocchi non sono andati oltre il pareggio con Empoli e Cosenza. Il Pisa invece lontano dall'Arena sta mettendo insieme numeri contrastanti: secondo miglior attacco con 17 reti, ma anche peggior difesa con 24 gol incassati. Inoltre nelle ultime due trasferte non ha raccolto punti: sconfitta a Chiavari e a Cremona.

I precedenti ufficiali disputati dai nerazzurri in Brianza sono 18: il Monza ha centrato 7 vittorie contro le 3 del Pisa, i pareggi sono 8. L'ultimo confronto è del 2017 in Serie C: Eusepi all'ultimo minuto del match sbagliò il rigore della vittoria, e le squadre si salutarono con uno 0-0. Indimenticabile ovviamente, nonostante la sconfitta, la finale di andata dei playoff del 10 giugno 2017: il Pisa uscì sconfitto 1-0 dal primo round, ma sette giorni dopo ribaltò il punteggio in casa e conquistò la Serie B.

Le probabili formazioni

Monza (4-3-3): Di Gregorio; Donati, Bellusci, Bettella, Carlos Augusto; Frattesi, Barbesi, Barillà; Dany Mota, Diaw, D'Alessandro. All. Brocchi

Pisa (4-3-1-2): Gori; Pisano, Varnier, Caracciolo, Lisi; Gucher, De Vitis, Mazzitelli; Siega; Vido, Marconi. All. D'Angelo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Incontriamo i più forti. Squadra ferita dal pareggio con la Salernitana: vogliamo fare punti"

PisaToday è in caricamento