Giovedì, 16 Settembre 2021
Sport

Monza - Pisa: le probabili formazioni | Carmine Gautieri: "Ci vuole più equilibrio nei giudizi sul gruppo"

Alla vigilia della trasferta di Monza il tecnico Carmine Gautieri torna sui fischi di domenica contro il Siena, e chiede maggiore equilibrio e supporto da parte di tutto l'ambiente

Il Pisa si appresta a partire alla volta di Monza, per una partita che già alla terza giornata di campionato pone un bivio molto importante all'interno della stagione. Dopo il doppio passo falso compiuto nelle prime due uscite, i nerazurri sono chiamati ad una prova di carattere e di sostanza sul campo della formazione lombarda. I biancorossi sono avanti al Pisa di due punti, in virtù della vittoria ottenuta al 'Brianteo' nella prima giornata contro il Piacenza.

Per la squadra allenata da Marco Zaffaroni si tratterà di una partita con una carica emotiva importante. Nell'ambiente brianzolo infatti non è stato ancora dimenticato il risultato della doppia finale playoff giocata nel giugno del 2007, che promosse il Pisa in B a scapito della formazione biancorossa.

A Monza alla ricerca di punti e convinzioni

I nerazzurri scenderanno sul prato del 'Brianteo' con la consapevolezza di dover necessariamente offrire uno spettacolo migliore e più convincente di quanto fatto vedere contro il Siena. Il tecnico Carmine Gautieri però puntualizza la sua posizione riguardo ai fischi piovuti addosso a lui e alla squadra: "E’ ovvio che ci manca la vittoria, ma se pensiamo che abbiamo giocato soltanto due giornate ci rendiamo conto che è necessario equilibrio, calma e pazienza. Il gruppo, lo ripeto, è sano e si mette sempre in discussione".

L'allenatore nerazzurro sottolinea la necessità di una maggiore unione d'intenti per fare in modo che la stagione assuma la piega che tutti si augurano: "Dobbiamo essere bravi a creare un corpo unico: squadra, tifosi, stampa, società. Dobbiamo aiutarci l'uno con l'altro perché soltanto così si potranno ottenere risultati importanti".

Gautieri si sofferma anche sui paragoni con il suo predecessore sulla panchina, e sul legame ipotizzato tra i fischi di domenica scorsa e la frustrazione derivante dall'amara retrocessione dalla serie cadetta: "Sicuramente in parte questo nuovo gruppo paga il retaggio della scorsa stagione. Oggi però è tutta un'altra storia, e bisogna aiutare questo gruppo a fare il meglio possibile. In molti hanno detto che stiamo vivendo un momento no, ma secondo me è una critica eccessiva. Abbiamo bisogno di entusiasmo, e dopo due sole giornate è presto per fare processi".

Poche parole, ma anche in questo caso molto precise, sulla squadra e sulla sua impostazione tattica. "Resteranno a casa soltanto Cuppone per scelta tecnica e Reinholds per un piccolo acciacco fisico. Tatticamente abbiamo provato durante la settimana alcune situazioni differenti. Questa squadra non si deve fossilizzare sul 4-3-3, potremmo optare per qualche variante già da domani o nel prosieguo della stagione".

Chiusura dedicata agli avversari di domani: "Molti elementi del Monza vengono dalla Serie D, e saranno sicuramente spinti a fare un grosso risultato contro di noi. Ma dobbiamo essere bravi a capire che siamo più forti di determinati avversari, e trasformare questo vantaggio in consapevolezza in campo".

Con tutta probablità, però, almeno ad inizio gara la squadra si disporrà con il canonico 4-3-3. Davanti a Petkovic si potrebbe assistere all'esordio di Sabotic in mezzo alla difesa, in coppia con Lisuzzo. Sugli esterni spazio a Filippini e Mannini. In mezzo al campo, ai lati del confermato Gucher, agiranno Di Quinzio e uno fra De Vitis e Maltese, anche se Zammarini sta insidiando da vicino un posto da titolare. In attacco sono sicuri del posto Negro ed Eusepi, mentre si giocheranno la terza maglia Giannone e Peralta.

Voglia di continuità

Il Monza si presenta all'appuntamento con la terza giornata con tre punti in classifica. La neopromossa vuole a tutti i costi mantenere la giusta continuità tra le mura amiche, e dopo essere uscita sconfitta dalla trasferta di Pistoia proverà a centrare la seconda vittoria interna della stagione. 

In quell'ormai lontano 10 giugno 2007 Marco Zaffaroni era il capitano del Monza che sconfisse il Pisa nell'andata dei playoff, e conserva vivido il ricordo della delusione della settimana successiva, quando i nerazzurri ribaltarono l'esito della finale all'Arena Garibaldi. Voglia di vincere quindi, ma senza l'assillo della rivalsa sportiva per una partita che ormai fa parte degli annali e delle statistiche.

I biancorossi dovranno fare a meno del loro bomber Sacha Cori, appiedato dal giudice sportivo per tre giornate. Il centravanti a Pistoia ha ricevuto il rosso diretto per un fallo di reazione: la società brianzola ha presentato il ricorso contro la squalifica, ma anche se venisse accolto salterà comunque la gara di domani. Il Monza si disporrà così con il consueto 4-3-3, con l'esperto Liverani tra i pali, protetto dalla linea difensiva composta da Carissoni, Riva, Caverzasi e Tentardini. In mezzo al campo la manovra sarà affidata a Perini e Guidetti, suppportati da Giudici. In attacco il posto di Cori sarà preso da Cogliati, con D'Errico e Palazzo sugli esterni.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche

Quella di domani sarà la diciottesima sfida fra Monza e Pisa in Lombardia. Nel bilancio totale delle gare disputate al 'Brianteo', i padroni di casa sono in vantaggio grazie alle 7 vittorie ottenute a fronte delle 3 dei nerazzurri. Nell'ultima partita giocata fra le due formazioni, però, fu proprio  il Pisa ad imporsi. Era il campionato 2011-2012, ed il 29 aprile la squadra allenata allora da Alessandro Pane si impose con un netto 0-2. I pareggi complessivi sono 7. Il Monza non vince contro il Pisa in casa dall'ormai celebre andata della finale playoff del 10 giugno 2007, quando un rigore di Fabiano a metà del secondo tempo condannò ad un triste ritorno in Toscana la truppa guidata da Piero Braglia.

Il Pisa in campionato non segna da più di 180', considerando anche i recuperi della gare contro Olbia e Siena. I biancorossi invece sono a secco da 90 minuti: sul campo della Pistoiese la squadra allenata da mister Zaffaroni ha rimediato una sconfitta per 1-0.

La partita sarà diretta dal signor Andrea Giuseppe Zanonato, che vanta due precedenti con il Pisa e uno con il Monza. I nerazzurri al cospetto del fischietto veneto hanno ottenuto due vittorie, mentre i biancorossi sono incappati in una sconfitta.

Le probabili formazioni

Monza (4-3-3): Liverani; Carissoni, Riva, Caverzasi, Tentardini; Giudici, Perini, Guidetti; D'Errico, Cogliati, Palazzo. All. Zaffaroni

Pisa (4-3-3): Petkovic; Filippini, Lisuzzo, Sabotic, Mannini; Di Quinzio, Gucher, De Vitis; Negro, Eusepi, Peralta. All. Gautieri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza - Pisa: le probabili formazioni | Carmine Gautieri: "Ci vuole più equilibrio nei giudizi sul gruppo"

PisaToday è in caricamento