Sport

Volley A2: i Lupi si infrangono contro il muro del Città di Castello

Una vittoria meritata quella degli umbri per l'allenatore santacrocese Cannestracci: match senza incidenti anche se è stato parzialmente danneggiato uno dei bagni del palazzetto

Stop interno della Ngm Mobile sconfitta in casa dal Città di Castello. I tifernati si impongono per 3-1 ed il risultato non fa una piega: vittoria meritata, con Giombini (36 primavere per lui) protagonista assoluto del match (25 punti) col muro di casa mai in grado di prendere le contromisure per limitarlo.
L´ultimo punto della gara è stato dello stagionato opposto di Radici con un fendente dal posto quattro che ha definitivamente chiuso il discorso per i tifernati, accompagnati nella zona del Cuoio da circa 200 bollenti tifosi.
Non ci sono stati fatti incresciosi anche se si registrano lievi danni in uno dei bagni dell´impianto.
I capi-tifosi delle due parti si sono parlati prima della gara, arrivando presto a miti e ragionevoli consigli.

La gara è stata incerta nella prima e nella terza frazione con la Ngm che si è portata in avanti per 1-0 su un errore in attacco di Noda (ex prolifico) che ha randellato fuori la palla che è valsa il 25-23 dei locali. Poi la Gherardi Città di Castello ha cominciato a tessere la tela del suo successo, con una condotta di gara più lineare e sicura, poggiando su un muro che ha spesso frenato le conclusioni degli avanti di Cannestracci.
La Gherardi ha reagito bene nel secondo parziale (19-25) ed ha poi proseguito di slancio nel terzo fino al 14-18 in suo favore.
Un Bertoli deciso a segnalarsi ha tentato di raddrizzare le sorti dell´incontro, servendo forte (17-18) ma, in seguito, i troppi errori commessi un pò da tutti sono costati caro ai conciari superati di nuovo: 19-25.
Inutilmente il libero Tosi, autore di una prova all´altezza della situazione, ha cercato di mettere ordine in ricezione tamponando qua e là per tutto lo svolgimento dell´incontro.
Invano la Ngm ha cercato il 2-2 nella quarta frazione con Baldaccini a dare morale ai suoi ma, altri errori fatali, la continuità di Giombini, Noda, Rosalba e compagni, hanno finito per far pendere l´ago della bilancia dalla parte degli umbri.

Coach Jorge Cannestracci è chiaro nella sua analisi a fine gara: "Abbiamo pagato l´assenza di un "cambiopalla" produttivo, risentendone tecnicamente. Il muro degli umbri, che ha toccato tanti palloni, ci ha innervositi e ne abbiamo risentito per tutto l´esito della gara. Siamo un pò mancati al servizio e, in varie fasi, non siano riusciti ad aprire il gioco come avremmo voluto. Sotto questo aspetto dovremo lavorare tanto in allenamento, così come in altri fondamentali. La vittoria del Città di Castello - conclude il tecnico di Buenos Aires - è meritata".

NGM MOBILE: Garnica, Paoletti 11, Candellaro 5, Baldaccini 12, Snippe 13, Hrazdira 10, Tosi (libero), Cetrullo 9, Parusso, Bertoli 1, Masini, Lizala n.e, Bonami (libero) n.e. Allenatore: Cannestracci.
GHERARDI CITTA' DI CASTELLO: Visentin 4, Giombini 25, Lethonen 9, Di Benedetto 10, Noda 14, Rosalba 8, Romiti(libero), Piano, Vigilante n.e, Nardi n.e, Marini n.e, Dordei n.e. Allenatore: Radici.

Arbitri: Venturi di Torino e Prati di Pavia.
Successione set: 25-23; 19-25; 19-25: 23-25. Spettatori: 1400.
Battute sbagliate NGM: 13, Aces: 1, Muri: 9.
Battute sbagliate GHERARDI: 17, Aces 3, Muri: 10.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A2: i Lupi si infrangono contro il muro del Città di Castello

PisaToday è in caricamento