Novara - Pisa 2-2 | Santo Stefano amaro per i nerazzurri: dal Piemonte arriva un punto in rimonta

Nerazzurri meritatamente in vantaggio all'intervallo grazie ai colpi di Marconi e Masucci. Nella ripresa il Pisa sfiora il tris in tre occasioni, ma al triplice fischio festeggia soltanto il Novara per il pareggio

Il Pisa riparte dopo la sconfitta casalinga con la Pro Patria: a Novara arriva un'ottima prestazione, anche se un paio di disattenzioni difensive, unite ad una decisione arbitrale decisamente dubbia, consentono al Novara di firmare il 2-2 finale. Ottima la prova di tutti i giocatori schierati in campo da mister D'Angelo: De Vitis arretrato nuovamente in difesa dà ordine e tecnica ai nerazzurri, Marin in mezzo al campo dona grinta e ritmo alla manovra. Decisamente buono il gioco offensivo, con Di Quinzio, Lisi e Marconi a menare le dane per tutto il campo. Più che sufficiente anche la prova difensiva nonostante l'imperfetta lettura che ha portato al pareggio finale. Altra nota negativa l'infortunio muscolare patito da Marconi nel secondo tempo: il numero 31 è stato sotituito per un problema alla coscia destra.

Ottimo Pisa nei primi 45' di gioco. Gli uomini di D'Angelo menano le danze nella nebbia del 'Piola', impostando ritmo e velocità alla manovra e costringendo il Novara sulla difensiva fin dal fischio d'inizio. I nerazzurri trovano il vantaggio grazie all'asse caldo delle ultime settimane: Di Quinzio ispira, Marconi al centro dell'area piemontese colpisce. Il Pisa ha in mano il pallono del gioco, ma a causa di un'ingenuità e con la compartecipazione di una decisione dubbia del direttore di gara il Novara pareggia prima del 20'. Lisi subisce una pressione all'apprenza fallosa, perde il controllo della sfera e gli azzurri si riversano in contropiede verso la porta difesa da Gori. Cacia con un tocco ravvicinato insacca, nonostante la poca forza impressa al tiro. Ma i nerazzurri non ci stanno e reagiscono immediatamente: collezionano un paio di buone occasioni, e poi con Masucci rimettono la freccia con grande merito. Nel secondo tempo si infittisce la nebbia, ma il Pisa non si fa disorientare e in ben tre occasioni sfiora il terzo gol che chiuderebbe il match. E come spesso accade nel calcio, ad esultare per il pareggio finale è il Novara che scarta un punto che premia oltremodo la prestazione azzurra.

La partita

L'obiettivo è riprendere immediatamente a fare punti e muovere la classifica. La sconfitta casalinga di tre giorni fa contro la Pro Patria ha interrotto la rincorsa ai primissimi posti: marcia che il Pisa ha intenzione di riavviare questo pomeriggio al 'Piola' di Novara contro gli azzurri allenati da mister Viali. Una squadra, il Novara, che i nerazzurri hanno incrociato recentemente in occasione del Quarto Turno di Coppa Italia: il 5 dicembre la sfida terminò con un beffardo 3-2 in favore dei piemontesi (che si sono così guadagnati l'accesso agli ottavi di finale in casa della Lazio); oggi Moscardelli e compagni hanno tutte le intenzioni di scartare il regalo dei tre punti sotto l'albero novarese. Mister D'Angelo rivoluziona la difesa rispetto alla gara del 23 dicembre: De Vitis viene arretrato accanto a Buschiazzo e Meroni, con Marin schierato in mezzo al campo accanto a Gucher. In attacco rientra Masucci alle spalle di Marconi insieme a Di Quinzio: scivola quindi in panchina Moscardelli. Fra le file del Novara invece non parte titolare Eusepi: a guidare l'attacco azzurro c'è Cacia, spalleggiato da Manconi. 

La gara parte col botto grazie a Michele Marconi, che firma la quarta rete nelle ultime cinque partite. Il numero 31 raccoglie un tiro debole di Di Quinzio dal limite: addomestica la palla, si libera di Visconti e dal cuore dell'area novarese supera Benedettini con un destro sporco. Al 7' il Pisa è in vantaggio. I padroni di casa sbandano e i nerazzurri sfiorano il raddoppio al 13'. Lisi sfonda sulla sinistra grazie al lancio di Gucher: il cross del numero 11 pesca il perfetto inserimento di Marin, che vede la sua deviazione a botta sicura uscire di un soffio a causa della disperata deviazione della difesa azzurra. L'episodio scuote il Novara che arriva alla conclusione al 15' con Cacia: il centravanti di casa supera in velocità Buschiazzo al limite e con il destro chiama alla risposta sul primo palo di Gori. La manovra del Pisa è più fluida e i nerazzurri riescono a giocare con continuità nella metà campo piemontese, ma una punizione calciata male spalanca le porte alla ripartenza letale del Novara. Lisi subisce la pressione di un avversario e finisce a terra sulla trequarti: il Pisa reclama il fallo, Santoro lascia correre e Schiavi si invola verso la porta del Pisa insieme a Cacia. C'è il solo Meroni fra i due avversari e Gori: Cacia viene smarcato dal compagno e dall'interno dell'area, nonostante il tocco sporco, insacca all'angolino basso. Al 18' è 1-1.

Gli uomini di D'Angelo reagiscono con decisione e sfiorano il secondo gol al 25' ancora con Marconi: la sponda su corner arriva sul destro del centravanti che colpisce a botta sicura, ma Benedettini sfodera un vero e proprio miracolo. I nerazzurri sono ben messi in canmpo, gestiscono con personalità la spinta del Novara e riescono a colpire al 33' con Masucci. Il cross di Di Quinzio cade al limite dell'area piccola dei padroni di casa: Masucci si abbassa e riesce ad incunearsi fra due difensori azzurri, e di testa insacca fra le gambe di Benedettini. Pisa avanti 2-1 al 33'. Trascorrono soltanto due minuti e ancora il numero 26 arriva a rimorchio sulla sponda aerea di Marconi: il destro di controbalzo è diretto sotto alla traversa, ma ancora il portiere azzurro vola a deviare in corner. Dopo aver ritrovato il vantaggio il Pisa gestisce senza grossi affanni i minuti che lo separano dall'intervallo, bloccando bene tutti i tentativi dei padroni di casa.

Il Pisa rientra bene in campo e sfiora il terzo gol al 50' ancora su calcio d'angolo. All'ora di gioco Marconi è costretto ad alzare bandiera bianca: per il centravanti un problema muscolare alla coscia destra, nel gelido pomeriggio novarese, è letale. Al suo posto entra capitan Moscardelli. La prima occasione dei padroni di casa nella ripresa arriva al 66' al termine di un'insistita azione personale di Eusepi, entrato in campo al posto di Ronaldo. Il numero 9 calcia in porta dal limite nonostante la pressione di Lisi, Gori è ben piazzato e blocca in sicurezza. Ma è il Pisa che guida il gioco, e al 70' con Lisi arriva a pochi centimetri dal terzo gol. Di Quinzio pilota il contropiede dal limite dell'area nerazzurra: varcata la metà campo lancia in campo aperto Lisi, che dal limite incrocia di sinistro arrivando a pochissimo dal gol dell'1-3. Dopo questo brivido il Novara riesce ad alzare il baricentro e chiudere il Pisa negli ultimi trenta metrI: al 76' Eusepi è oggetto delle 'cure' ravvicinate di De Vitis in area, ma secondo il signor Santoro non ci sono gli estremi per il penalty. Il Pisa trova un guizzo all'82' per alleggerire la pressione: Moscardelli scarica un sinistro potente dal cuore dell'area di rigore che trova la terza strepitosa risposta di Benedettini. Il Novara non riesce più a proporre schemi costruiti, e si limita a scodellare palloni su palloni nell'area pisana. All'86' Lisi sbaglia l'uscita e lascia la palla sul destro di Nardi. Il giocatore del Novara dalla destra crossa in area dove Cacia agisce indisturbato: stoppa e di destro fulmina Gori. E' 2-2.

Siccome il calcio è strano, al 93' il Novara arriva a pochi centimetri da una clamorosa vittoria. La punizione dalla trequarti del Pisa innesca la ripartenza del Novara, che arriva con Eusepi alla conclusione dai 16 metri. Il numero 9 incrocia con un destro rasoterra: la palla supera Gori e sbatte sul palo, e sulla ribattuta novarese da due passi il Pisa si salva.

Le pagelle

Il tabellino

Novara - Pisa 2-2

Novara (3-4-1-2): Benedettini; Visconti, Bove, Nardi; Mallamo (76' Fonseca), Ronaldo (56' Eusepi), Bianchi, Sciaudone; Schiavi (74' Cattaneo); Manconi, Cacia. All. Viali

Pisa (3-4-2-1): Gori; Meroni, Buschiazzo, De Vitis; Lisi, Gucher, Marin, Zammarini; Di Quinzio, Masucci (78' Cuppone); Marconi (60' Moscardelli). All. D'Angelo

Reti: 7' Marconi (P), 18' Cacia (N), 33' Masucci (P), 86' Cacia (N)

Ammoniti: Ronaldo (N), Masucci (P), Bianchi (N), Meroni (P)

Note: arbitro Alberto Santoro; angoli 4-9 (3-4); recupero 1' e 4'

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento