Sport Pontedera

Olbia - Pontedera 2-0| Per i granata è ufficialmente crisi

Il Pontedera delude ancora e crolla sotto i colpi dei sardi, che segnano con Ragatzu e Senesi. Solo due punti in cinque partite: classifica preoccupante

Anche la seconda trasferta in Sardegna si chiude con una sconfitta. Ma se la prima contro l'Arzachena era arrivata in modo rocambolesco, il ko con l'Olbia ha messo in evidenza tutti i limiti del Pontedera. La squadra di Maraia soccombe per 2-0 al 'Nespoli', incassando un gol per tempo senza dare mai realmente l'impressione di poter portare a casa la partita. Scarsa capacità di arrivare al tiro e poca aggressività nei momenti più difficili: questi i difetti
principali dei granata. Magari l'Olbia non sarà stato l'avversario più agevole da affrontare in un momento delicato come questo, ma è anche vero che a un mese dall'inizio del campionato la situazione in casa Pontedera comincia a farsi preoccupante. In cinque partite sono arrivati solo due punti, e la squadra è inchiodata in fondo alla classifica. All'orizzonte, un derby contro il Livorno (domenica 1 ottobre alle 16.30) che arriva in uno dei momenti peggiori.

La partita

Maraia comincia con Calcagni esterno destro con Spinozzi e Gargiulo interni nel 3-5-2, mentre l'Olbia conferma la formazione vista contro la Carrarese: 4-3-1-2 con Ogunseye e Ragatzu in attacco. Proprio l'ex Cagliari si rende subito pericoloso dopo 10', concludendo dal limite e trovando la risposta di Contini. L'approccio del Pontedera è comunque buono. I granata provano a fare la partita e chiudono gli avversari nella propria metà campo, ma la manovra offensiva dell'Olbia è più incisiva e al 22' i sardi sfiorano ancora il gol, con il tiro di Muroni parato da Contini. Il Pontedera ha un sussulto con Grassi
al 25' (destro che finisce sul fono), e alla mezz'ora con il sinistro di Gargiulo, che riceve da Calcagni ma conclude a lato. Per sbloccare la partita serve un rigore concesso al 37' per un fallo di Caponi su Cotali, con Ragatzu che segna l'1-0 dal dischetto.

La reazione del Pontedera arriva nella ripresa, con il tiro di Caponi sventato da Aresti, ma in generale i granata danno raramente l'impressione di dimostrarsi pericolosi. Il fraseggio a centrocampo non porta occasioni significative. Maraia prova a cambiare con Bonaventura per Gargiulo, passando al 3-4-2-1, accentrando poi Calcagni e inserendo Tofanari sulla fascia al posto di Spinozzi. Il tecnico granata tenta il tutto per tutto con un attaccante (Cassani) al posto di Spinozzi. Ma con una formazione sbilanciata l'Olbia trova il raddoppio al primo tentativo, grazie al nuovo entrato Senesi. L'attaccante sfrutta un assist perfetto di Ragatzu e dal limite fulmina Contini col destro. Il Pontedera ha l'occasione per rientrare in partita all'87', con Pesenti che colpisce la traversa con un colpo di testa su cross di Cassani. Ma per l'Olbia la partita è ormai in cassaforte.

OLBIA – PONTEDERA 2-0

OLBIA (4-3-1-2): Aresti; Pisano, Dametto, Iotti, Cotali; Feola, Geroni, Muroni; Murgia (82' Senesi); Ogunseye, Ragatzu (90' Arras). A disp.: Van der Want, Pinna, Manca, Oliveira, Vispo, Leverbe. All.: Bernardo Mereu

PONTEDERA (3-5-2): Contini; Risaliti, Vettori, Frare (84' Cassani); Calcagni, Spinozzi (77' Tofanari), Caponi, Gargiulo (66' Bonaventura), Corsinelli; Grassi, Pesenti. A disp.: Biggeri, Marinca, Borri, Pinzauti, Mastrilli, Ferrari, Posocco. All.: Ivan Maraia

ARBITRO: Francesco Luciani di Roma 1, assistenti: Francesco Bruni e Vitantonio Lillo di Brindisi
RETI: 38' rig. Ragatzu, 85' Senesi
NOTE: ammonito Corsinelli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olbia - Pontedera 2-0| Per i granata è ufficialmente crisi

PisaToday è in caricamento