Perugia - Pisa 1-0 | Lampo di Iemmello, i nerazzurri restano al buio

Match deciso dall'inzuccata del centravanti perugino a metà primo tempo. Marconi non riesce a rispondergli fallendo due ottime occasioni: cade l'imbattibilità esterna

Si ferma a 13 la striscia di imbattibilità del Pisa in trasferta. Al 'Curi' i nerazzurri giocano la peggiore partita di questa prima parte di stagione e esce sconfitto senza riuscire a capitalizzare le due ottime occasioni capitate sul destro di Marconi. Il duello fra bomber lo vince Iemmello, rapace a capitalizzare l'unica palla concessagli dalla difesa nerazzurra: adesso i due sono appaiati a quota 7 reti.

Primo tempo nel quale le emozioni si contano sulle punta delle dita di una mano, con il Perugia che si impossessa del controllo del gioco fin dai primi minuti ma non riesce a pungere. La difesa nerazzurra chiude bene tutti i varchi, con Meroni schierato in posizione di terzino sinistro e Di Quinzio adattato ad esterno mancino di centrocampo. I nerazzurri verticalizzano immediatamente dopo la riconquista della palla, e si presentano davanti a Vicario con una buona combinazione fra Verna e Marconi: il centravanti vede il taglio in area di Masucci, che però chiude troppo il diagonale. A metà frazione Gucher testa i  riflessi di Vicario, che non respinge bene lasciando la palla a disposizione di Marconi: stavolta l'estremo difensore umbro è prodigioso. E come spesso accade nel calcio, alla prima vera azione il Grifo mette la freccia: Di Chiara è libero di calibrare la palla sulla testa di Iemmello che schiaccia in rete. La squadra di D'Angelo sbanda leggermente, ma reclama per un episodio molto dubbio in area biancorossa sul corner di Gucher: Masucci viene atterrato dal suo marcatore ma l'arbitro lascia correre. La ripresa è tutta nell'occasione spedita alle stelle da Marconi, servito al limite dell'area da Verna: il bomber di destro alza clamorosamente la traiettoria. E' la fotografia della serata storta dei nerazzurri, sempre in partita grazie anche ad un Perugia che vive sul gol segnato da Iemmello e getta alle ortiche alcune buone occasioni per andare in contropiede. E a completare la serataccia del Pisa c'è l'infortunio muscolare di Varnier, che lascia i suoi in 10 al 91'.

La partita

I nerazzurri tornano a Perugia, in uno stadio che nelle ultime apparizioni ha sempre fatto emozionare i molti tifosi che ogni volta scortano il Pisa in Umbria. Stasera gli uomini di D'Angelo, reduci dal buon punto sul campo del Venezia, si trovano di fronte un Grifo determinato a dimostrare che il tonfo di Empoli di sabato scorso è stato soltanto una brevissima parentesi all'interno di un avvio di stagione decisamente positivo. D'Angelo cambia schema e alcuni interpreti rispetto alla trasferta di sei giorni fa a Venezia: i nerazzurri virano al 4-3-1-2 con Meroni che torna titolare e Di Quinzio schierato a supporto di Marconi e Masucci. Seconda panchina consecutiva per Marin, mentre torna dal 1' a centrocampo Gucher. Oddo risponde con il classico 4-3-2-1 nel quale Fernandes e Buonaiuto si muovono alle spalle di Iemmello.

Le prime fasi sono dedicate allo studio: le due formazioni provano ad esplorare il campo, con il Perugia che si appoggia con maggiore insistenza su Di Chiara a sinistra e il Pisa che tenta di guadagnare metri con la profondità delle punte. La prima azione degna di nota è quella costruita da Verna e Marconi al 9'. Il centrocampista si distende sulla destra e serve Marconi, appostato al limite dell'area: il tocco a smarcare il taglio di Masucci è ottimo, meno il diagonale dell'attaccante che allarga troppo la traiettoria. Questo timido tentativo del Pisa non fa però prendere quota alla gara, che rimane molto bloccata sul piano tattico. Buonaiuto e Falzerano sono i due biancorossi più attivi, ma la retroguardia nerazzurra si difende con ordine concedendo soltanto tre corner che non sortiscono alcun effetto. Anzi è il Pisa che sfiora il vantaggio al 23' al termine di una buona azione corale sviluppata da Verna sulla sinistra e rifinita da Gucher in zona centrale. L'austriaco calcia di potenza dal limite, Vicario non è perfetto nella presa e sulla sfera piomba come un falco Marconi: tocco a botta sicura e miracolo del portiere umbro.

Ed è proprio questo il binario nel quale si incanala il match: il Perugia ha il controllo della palla, manovra in libertà sulla metà campo, ma quando il Pisa recupera la sfera partono le verticalizzazioni centrali o sulle corsie laterali dove spesso si gioca sull'uno contro uno. Il dispositivo difensivo nerazzurro non funziona al 34' quando Di Chiara è libero di tagliare un cross perfetto a centro area che aggira Aya e Varnier. Iemmello dal limite dell'area piccola schiaccia imparabilmente portando in vantaggio il Grifo. Perugia avanti alla prima vera occasione. I nerazzurri appaiono leggermente storditi dal colpo subito, però reclamano il rigore al 41': corner di Gucher per Masucci che taglia sul primo palo e viene atterrato dal diretto marcatore. Ayroldi non batte ciglio e lascia correre. Ribaltamento di fronte e Iemmello scheggia il palo al termine di una bella combinazione con Di Chiara al limite dell'area.

L'inizio della ripresa non vede il Pisa riuscire a pungere con pericolosità nella metà campo umbra, così D'Angelo butta nella mischia Minesso al posto con l'ìintento di aumentare il tasso tecnico dei suoi. I frutti si vedono subito, anche se i protagonisti dell'azione sono due che sono partiti dal 1'. Al 58' Verna riceve fra le linee e serve Marconi nello spazio: il numero 31 fa un passo in area e calcia pressato da Falasco. Palla clamorosamente alle stelle. Ancora Pisa al 65' con Belli che crossa in area a ridosso di Vicario: il portiere umbro tocca quel tanto che basta per mandare fuori tempo Marconi tutto solo sul secondo palo. Il Perugia rispetto al primo tempo fa più fatica a trovare ritmo e precisione nella manovra, ma ha comunque l'occasionissima di raddoppiare al 76', quando Aya sbaglia clamorosamente la lettura di una palla all'apparenza semplice sulla trequarti. Il difensore lascia scorrere alle sue spalle, dove però si invola Di Chiara. Il terzino sinistro si presenta a tu per tu con Gori ma ciabatta il tiro: il portiere nerazzurro blocca a terra.

I nerazzurri con generosità e in modo abbastanza approssimativo cercano di creare qualche grattacapo al Grifo, ma la serata è di quelle storte: lo si capisce dai gesti sconsolati di Gucher in mezzo al campo, incapace di trovare le geometrie giuste, o dal semplice appoggio di Verna proprio per l'austriaco sulla fascia che termina in fallo laterale. Nei dieci minuti finali però il Perugia praticamente rinuncia a giocare, sciupando anche un paio di buone occasioni per lanciarsi in contropiede. Il Pisa si installa nella metà campo biancorossa ma non riesce a creare pericoli.

Il tabellino

Perugia - Pisa 1-0

Perugia (4-3-2-1): Vicario; Di Chiara, Gyomber, Falasco, Rosi (86' Sgarbi); Falzerano, Carraro, Kouan; Buonaiuto (72' Dragomir), Fernandes (63' Melchiorri); Iemmello. All. Oddo

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Aya, Varnier, Meroni (61' Belli); De Vitis (81' Fabbro), Gucher, Verna; Di Quinzio (56' Minesso); Masucci, Marconi. All. D'Angelo

Reti: 34' Iemmello (Pe)

Ammoniti: Falzerano (Pe), Vicario (Pe)

Note: arbitro Giovanni Ayroldi; angoli 5-7 (3-3); recupero 0' e 5'

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Fi-Pi-Li, mezzo pesante a fuoco in galleria: superstrada chiusa fra Pontedera e Montopoli

Torna su
PisaToday è in caricamento