Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Caos Ac Pisa 1909: la Ternana fa ricorso contro il rinvio della partita

La società rossoverde si è rivolta d'urgenza al 'Collegio di garanzia dello sport' al fine di far disputare la gara casalinga contro il Pisa in programma sabato sera

Sempre più ingarbugliata e tesa la situazione del Pisa 1909. Mentre la cessione della società è divisa fra l'ipotesi di acquisto del fondo di Dubai, con l'offerta ancora attiva come ribadito dal responsabile di Equitativa Pablo Dana, ed il rinnovato interessamento manifestato da Gravina di Italpol, la Ternana annuncia sul proprio sito web il deposito presso il 'Collegio di garanzia dello sport' del ricorso al rinvio della partita casalinga con il Pisa, in programma per questa sera e rinviata ufficialmente ieri a data da destinarsi.

Una richiesta d'urgenza annunciata dallo stesso presidente rossoverde Simone Longarini, che scrive "Ritengo assolutamente illegittimo il provvedimento preso a tutela di una singola squadra ed in sfavore delle altre 21. Sfavorevole, in particolare, verso la società che rappresento che ha lavorato seriamente e duramente per preparare la gara ed ha altresì accelerato alcune operazioni in entrata proprio in virtù di tale impegno. Convinti delle nostre ragioni, auspichiamo che vengano ristabiliti i superiori principi sulla regolarità del campionato".

Intanto prosegue la mobilitazione dei tifosi. I gruppi della Curva Nord hanno infatti indetto per stasera un nuovo incontro all'Arena Garibaldi, forti della grande partecipazione alla manifestazione all'aeroporto. "Faremo sentire la nostra voce dando appuntamento a tutti presso il nostro stadio, la nostra casa, l'Arena Garibaldi stadio Romeo Anconetani, a partire dalle 19.30 per avere un momento di confronto. Invitiamo quindi a partecipare non solo la tifoseria ma anche e soprattutto la squadra, il sindaco Marco Filippeschi e tutte le istituzioni cittadine. La nostra lotta non si fermerà, liberiamo questa città".

A margine da segnalare c'è anche un post su Facebook dell'Amministratore Unico del Corpo Guardie di Città Mariano Bizzarri Ollandini, che dopo aver espresso il proprio rammarico per quanto sta accadendo ha voluto rendere pubblica una dichiarazione telefonica proveniente dall'ex patron nerazzurro Carlo Battini: "Signor Carlo Battini - scrive sul social in blu Ollandini - da tifoso del Pisa e da cittadino innamorato della propria città me lo dovrà consentire di dire ciò che mi ha detto oggi pomeriggio (ieri, 26 agosto ndr) al telefono - non me ne voglia - ma le sue parole mi hanno sorpreso, non avrei mai immaginato che mi dicesse 'se avessi ascoltato Lei e l'assessore Sanzo, la scorsa estate avrei potuto vendere la società al Sig. Ruggeri di Bergamo così avrei recuperato una piccola parte dei soldi investiti nell'AcPisa1909 e lo avrei lasciato in buone mani' e che mi evidenziasse come sia stato 'l'unico imprenditore lungimirante che in tempi non sospetti aveva già capito quali sarebbero state le sorti di questa società'".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos Ac Pisa 1909: la Ternana fa ricorso contro il rinvio della partita

PisaToday è in caricamento