Sport

Pisa - Ancona 1-0| Ciani di rapina, i nerazzurri vincono col carattere

Seconda vittoria per i nerazzurri che superano di misura un Ancona che si è presentato con personalità all'Arena. I nerazzurri tengono bene il campo ed aggrediscono quando serve, senza entusiasmare sul lato del gioco

Foto di Alessandro Scatà

Il primo pensiero che viene al tifoso al termine della partita è: "L'anno scorso queste partite le perdevamo". Il Pisa di Gattuso, pur non esprimendo in modo costante un gioco convincete, ha dimostrato grande impegno ed applicazione tattica, insieme ad una buona dose di carattere. Accelerazioni rapide verso la porta, senza badare al palleggio o alla gestione del vantaggio. Lupoli e Starita sugli esterni hanno corso tutto il tempo, offrendo spunti e copertura. Ricci un tuttofare preziosissimo, Verna sempre pronto ad inserirsi. Le potenzialità ci sono e, per adesso, anche i punti delle vittorie.

Il Pisa si schiera con l'atteso 4-3-3, terzino destro c'è Golubovic e come esterno d'attacco sulla sua linea c'è Lupoli. L'Ancona risponde con un 4-3-3 con le ali offensive Casiraghi e Lombardi molto larghe, di punta Cognini e dietro di lui Adamo.

PRIMO TEMPO. Primi minuti circospetti da parte delle due squadre, alte ed attente a coprire le varie zone di campo. Con personalità l'Ancona cerca di giocare con i terzini alti e le ali larghe, mentre il Pisa cerca accelerazioni rapide e verticalizzazioni. Il primo vero sussulto è il vantaggio dei nerazzurri al 19': Starita recupera il pallone a centrocampo, due passi e serve Verna lanciato verso l'area di rigore. Destro forte dal limite, Lori respinge verso il centro e Ciani è pronto alla ribattuta vincente, 1 a 0.

La reazione dell'Ancona è blanda, i biancorossi continuano con la loro strategia di allargare il gioco e cercare di creare spazio fra le maglie nerazzurre. Ci riesce al 28': Mallus serve bene fra le linee Adamo, che pesca centralmente il movimento di Cognini. Davanti a Bacci prova il piattone di sinistro a incrociare sul secondo palo, è bravissimo il portiere del Pisa ad allungarsi e deviare in angolo. Gli ospiti ci provano ancora al 36' di testa con Konate, su cross dalla sinistra su punizione di Pedrelli, fuori di un paio di metri.

Il Pisa comunque sembra solido e aggressivo, prova qualche ripartenza che non riesce ora per un ottimo intervento degli avversari, ora per un'imprecisione. Soffre un po' solo negli ultimi minuti, ma il fischio di metà tempo interrompe il ritmo dell'Ancona, che stava cominciando a manovrare con più convinzione.

SECONDO TEMPO. Prosegue la spinta degli ospiti, con il Pisa attento ed aggressivo quando i biancorossi superano la propria trequarti. I nerazzurri cercano di rispondere con ripartenze, senza mai buttare il pallone. L'Ancona alza il pressing e Gattuso al 15' passa al 4-4-2 vedendo la squadra in difficoltà. Al 21' una punizione dal limite potrebbe essere pericolosa per Bacci ma Pedrelli calcia alto.

Al 28' buona combinazione fra Di Mariano e Casiraghi sulla destra, che porta quest'ultimo al tiro in area da posizione defilata, ne esce un tiro debole e centrale. Il Pisa manovra poco e con poco possesso. Mannini prova a svegliare i nerazzurri con una rovesciata al 29' sugli sviluppi di un cross dalla destra di Golubovic, bel gesto ma palla a lato. E' sempre lui protagonista del gesto assurdo di Di Mariano: dopo un normale scontro di gioco il biancorosso perde la testa e colpisce in faccia l'esterno di casa, per l'arbitro è rosso diretto. L'Ancona passa al 4-3-2.

E' l'episodio che di fatto fa naufragare le speranze degli ospiti, che stavano già calando come intensità. Al 40' Rozzio sbaglia l'incornata di testa su cross dall'angolo di Varela. Al 45' ancora Varela con Mannini scambia bene, Mannini è lanciato al tu per tu con Lori ma invece di tirare cerca un assist per un compagno a rimorchio, passaggio intercettato. L'ultimo brivido per i nerazzurri è un cross che attraversa tutta l'area di rigore, non raccolto dagli attaccanti biancorossi ormai esausti. Fischio finale e festa dei tifosi.

TABELLINO

PISA - ANCONA 1-0

PISA (4-3-3): Bacci, Golubovic, Rozzio, Polverini, Forgacs; Di Tacchio (Sanseverino 21' pt), Verna, Ricci; Lupoli (Varela 32' st), Starita (Mannini 17' st), Cani. A disp.: Brunelli, Lisuzzo, Fautario, Sanseverino, Mannini, Provenzano, Varela, Montella, Peralta, Frugoli, Giacobbe. All.: Gennaro Gattuso.

ANCONA (4-3-3): Lori, Lombardi, Pedrelli, Bambozzi, Konate, Mallus, Cazzola (Di Mariano 22' st), Paoli, Cognini, Adamo (Bussi 11' st), Casiraghi (Sassano 35' st). A disp.: Polizzi, Di Sabatino, Radi, Gelonese, Lignani, Velocci, Sassano, Maiorano, DI Mariano, Salciccia, Bussi. All.: Giovanni Cornacchini.

RETI: Ciani (19' pt)

AMMONITI: Konate (20 pt), Mallus (40' pt), Lombardi (45' pt), Starita (4' st), Golubovic (8' st), Ricci (20' st), Bambozzi (35' st), Varela (42' st), Ciani (47' st)

ESPULSI: Di Mariano (29' st), Ciani (48' st doppia ammonizione)

ANGOLI: 4-5

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Ancona 1-0| Ciani di rapina, i nerazzurri vincono col carattere

PisaToday è in caricamento