Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Pisa - L'Aquila 3-0 | Squadra solida e cinica: Arena fortino nerazzurro

Montella, Ricci e Lupoli firmano le tre reti che stendono L'Aquila, in partita solo per una ventina di minuti. Buona prestazione dei nerazzurri, con Varela libero di svariare e Mannini bravo a dettare i tempi delle giocate. Pisa secondo in classifica

Spal e Maceratese prime in classifica a pari merito a 23 punti, sotto di loro il Pisa a 19. I nerazzurri vincono in modo convincente all'Arena battendo L'Aquila sia sul piano del gioco che della personalità in campo. Cresce la squadra di Gattuso sul piano del possesso palla e dello sfruttamento delle occasioni da gol create, confermando fra le mura amiche dell'Arena un trend positivo da prima della classe.

La partita è stata controllata per tutti i 90 minuti, eccezion fatta per la seconda metà del primo tempo, dove un calo di tensione ha messo in pericolo il vantaggio di Montella. In quella fase Rino era visibilmente scontento, ma la difesa ha retto la massima spinta dei rossoblu per poi finire la partita in discesa.

LA PARTITA. Gattuso opta per un 4-4-2 con Fautario terzino destro e Sanseverino sulla sua fascia. C'è come previsto Di Tacchio, in porta invece Brunelli; centravanti Montella. Varela libero di svariare, quasi un 4-4-1-1 con Mannini largo a sinistra. Mister Perrone risponde con il 4-2-3-1, Perna in mezzo all'attacco sostenuto a sinistra da Sandomenico, a destra da Triarico e dietro da Mancini.

PRIMO TEMPO. Parte forte il Pisa, che spinge soprattutto sul lato sinistro con Mannini e Varela molto mobile su tutto il fronte d'attacco. La prima conclusione in porta al 7' porta la firma di Ricci, tiro dai 22 metri alto di poco. L' Aquila fa densità sulla propria trequarti ed il predominio territoriale dei nerazzurri non trova sbocchi. Al 16' Varela fa partire dalla sinistra un cross su cui stacca Montella, il pallone gira verso il secondo palo ma finisce fuori. Al 21' sempre Montella guadagna una punizione dal limite, alla battuta va lo specialista Mannini: tiro sopra la barriera, traversa interna clamorosa.

Il gol è nell'aria e arriva un minuto dopo. Mannini mette in area un pallone morbido da una punizione dalla trequarti, Lisuzzo taglia sul primo palo e la mette giù, toccando per Varela. L'Uruguaiano mezze in mezzo basso e Montella anticipa tutti col piattone, 1 a 0. Bravi e freddi i nerazzurri, schema perfetto. Fino a qui un gran bel Pisa. Ora che però c'è da gestire e la squadra si siede, diventa leziosa e rallenta, così L'Aquila esce fuori.

Al 27' Perna lanciato alto dalle retrovie prova il piattone sinistro sul secondo palo, fuori. Pochi secondi dopo azione fotocopia con protagonista Sandomenico, esce tempestivo Brunelli e para la conclusione dell'esterno rossoblu. Al 29' Ligorio crossa e sul secondo palo raccoglie solo Triarico, il cui tiro diventa un assist per Perna, sbroglia la difesa. Il Pisa non riesce a tenere palla. Al 39' Perna prova la girata su cross da destra di De Francesco, bel gesto tecnico ma pallone alto. Al 45' Mancini da fuori fa partire un gran destro, pallone a lato. Dopo aver sofferto il Pisa tenta il colpaccio al 47': Varela va sia a sinistra e serve Montella al centro dell'area, tiro e pallone che lambisce il palo alla destra di Zandrini.

SECONDO TEMPO. Si riparte con grande equilibrio. Il Pisa è più accorto e attendista. In avanti c'è poco movimento. Per contro L'Aquila non riesce a trovare spazi, così latitano le occasioni. Al 14' è Ricci a provarci da fuori, velleitario. I rossoblu provano ad impostare ma le loro verticalizzazioni o traversoni in area sono ben controllati dalla difesa nerazzurra.

Si arriva così al 27'. Di Tacchio prova dai 24 metri su punizione, devìa la barriera in angolo. Dalla bandierina il cross basso attraversa tutta l'area piccola, poi spazza la difesa. Al 33' ci prova da fuori Mannini, Zandrini non trattiene, Montella potrebbe firmare il raddoppio ma incredibilmente calcia fuori. Gli ospiti non sembrano poter riuscire ad impensierire Brunelli ed a chiudere la partita ci pensa Ricci al 38'. Mannini esce bene dalla propria trequarti palla al piede, serve Peralta che dalla destra si accentra e punta la porta, liberando al tiro dal limite Ricci: piatto incrociato rasoterra sul palo lontano, 2 a 0.

Allo scadere c'è gloria anche per Lupoli. Solita ripartenza di Mannini a destra, scarico per Ricci che con un filtrante pesca l'attaccante che da solo prima si fa parare il tiro da Zandrini, poi ribadisce in rete per il definitivo 3 a 0.

TABELLINO

PISA (4-4-2): Brunelli; Fautario, Rozzio, Lisuzzo, Forgacs; Di Tacchio, Ricci, Sanseverino (Starita 17' st), Mannini; Varela (Lupoli 28' st), Montella (Peralta 30' st). A disp: Bacci, Crescenzi, Golubovic, Dicuonzo, Verna, Provenzano, Cani, Peralta, Lupoli, Frugoli, Starita, Giacobbe. All: Gattuso

L'AQUILA (4-2-3-1): Zandrini, Sanni (De Sousa 30' st), Ligorio, Maccarone (Anderson 7' pt), Cosentini, Triarico, Di Mercurio, De Francesco (Mancini 22' st), Perna, Mancini, Sandomenico. A disp.: Savelloni, Bigoni, Anderson, Iannascoli, Bensaja, Stivaletta, Milicevic, Mancini, De Sousa. All.: Perrone

Marcatori: Montella (22' pt), Ricci (38' st)

Ammoniti: Sanni (20' st), Fautario (15' st), Triarico (17' st), Anderson (28' st)

Angoli: 3 - 9

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - L'Aquila 3-0 | Squadra solida e cinica: Arena fortino nerazzurro

PisaToday è in caricamento