Pisa - Arezzo, le parole della società: chiesto il rinvio a domani, diniego dell'Arezzo

Il club nerazzurro ha comunicato di aver richiesto ufficialmente il posticipo della gara a domani, trovando l'opposizione della società amaranto

Si aggiunge un altro capitolo alla sequela di comunicati ufficiali riguardanti la partita di campionato che andrà di scena fra poco meno di un'ora all'Arena Garibaldi. Il Pisa Sporting Club 1909 ha reso noto che "ha richiesto ufficialmente alla Lega e alla S.S. Arezzo di posticipare la gara in programma ‪stasera a domani,‬ ‪mercoledì 26 settembre 2018‬, comunicando la disponibilità a farsi carico di tutti i costi aggiuntivi che il club avversario avrebbe dovuto sostenere". 

La società di via Battisti però non ha ricevuto la risposta auspicata dall'intero ambiente nerazzurro, che già dalla mattinata di oggi aveva richiesto di fare tutto il possibile per rinviare la partita e consentira la massima concentrazione di forze e di aiuti nelle zone colpite dal disastroso incendio scoppiato lunedì 24 settembre. "Avendo appreso del diniego dell'S.S. Arezzo a posticipare la gara tramite il Segretario Generale della Lega Pro - spiega il club nerazzurro - il Pisa Sporting Club, nel rispetto delle regole, onde evitare sanzioni disciplinari che comporterebbero il -1 in classifica oltre alla sconfitta a tavolino, scenderà regolarmente in campo con il pensiero e il cuore rivolto ai tifosi e alle famiglie che stanno vivendo ore di apprensione e difficoltà".

La società annuncia infine nuove azioni di sostegno alle persone colpite dal disastro nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento