Pisa - Arezzo: le probabili formazioni | D'Angelo: "Gruppo in grande forma. I ricambi saranno decisivi"

Rientra dalla squalifica Marin, probabile titolare in mezzo al campo. Si potrebbe vedere la classica staffetta in attacco. Diretta tv su Rai3 su tutto il territorio regionale per evitare problemi di ordine pubblico

Sono stati giorni di incredibile attesa quelli immediatamente successivi allo strepitoso blitz in terra aretina. La tifoseria nerazzurra freme di poter abbracciare nuovamente i propri beniamini nell'Arena Garibaldi e trascinarli verso l'approdo alla finalissima dei playoff di Serie C. Domani, 2 giugno, alle 20.30 andrà in scena il ritorno del Secondo Turno Nazionale: il Pisa scenderà in campo con la consapevolezza di avere a disposizione ben tre risultati. A Gucher e compagni infatti per superare l'ostacolo Arezzo sarà sufficiente vincere, pareggiare o perdere - con qualsiasi punteggio - con un gol di scarto. Gli amaranto invece per ribaltare la situazione dovranno segnare due gol più dei nerazzurri. La gara verrà trasmessa in diretta su Rai3 (dalle 20.30), con copertura regionale, per evitare problemi di ordine pubblico. Il prefetto di Pisa, Castaldo, ha inviato la richiesta formale ai vertici della tv nazionale per evitare l'arrivo di tifosi aretini sprovvisti di regolare biglietto. Richiesta che è stata accettata.

Tutti a disposizione

In casa nerazzurra c'è serenità, convinzione nei propri mezzi e il desiderio di non accontentarsi. Il propellente che ha alimentato la folle corsa messa in campo da gennaio a oggi è composto da tutti questi ingredienti, e il Pisa non vuole farne a meno proprio adesso. In vista della partita di domani si registra l'importante rientro dalla squalifica di Marius Marin, nelle ultime settimane elemento fondamentale per l'equilibrio della formazione in mezzo al campo. La lista dei diffidati si è comunque allungata: Buschiazzo, Birindelli, Di Quinzio, Meroni, Kucich e Minesso. "Come ho sempre ripetuto - afferma con decisione D'Angelo - giocheremo per vincere. Fa parte del nostro Dna: attaccare, provare a comandare il gioco senza pensare di gestire il risultato". La ripresa degli allenamenti dopo il successo di Arezzo è filata via sul filo dell'equilibrio: "I ragazzi sono sereni e attenti. Nessuna euforia inutile e dannosa nello spogliatoio: servirà intensità". 

L'intero gruppo sarà a disposizione dell'allenatore nerazzurro, compresi i giocatori che hanno speso di più in campo al 'Città di Arezzo', dove la squadra ha ribaltato per l'ottava volta il risultato. "La squadra è sempre propositiva e non si fa condizionare da quello che succede in campo - sottolinea il tecnico - abbiamo delle idee ben precise da attuare. Sappiamo di poter mettere in crisi qualsiasi avversario con la giusta concentrazione". Domani il Pisa affronterà per la quarta volta in stagione gli amaranto, "ma non so se mister Dal Canto proporrà qualche variazione rispetto agli altri confronti. A me interessa soltanto il mio gruppo: ci siamo allenati molto bene, stiamo bene e vogliamo scendere in campo". "Nella gara di andata - spiega D'Angelo - abbiamo giocato molto bene fino al 30'. Palleggiavamo bene, arrivavamo con continuità negli ultimi trenta metri. Poi è uscito fuori l'Arezzo con merito, ma sono dinamiche di campo normali. Siamo nei playoff ed è normale assistere a gare così aperte". "Come sempre, la panchina sarà determinante - conclude D'Angelo - i nostri ricambi daranno un apporto decisivo alla nostra prestazione".

Tutto per tutto

L'Arezzo arriva all'Arena Garibaldi con l'obbligo di giocarsi il tutto per tutto. Gli amaranto dopo la sconfitta di tre giorni fa sono con le spalle al muro: devono vincere per eliminare il Pisa, e devono farlo almeno con due gol di scarto. I ragazzi di Alessandro Dal Canto hanno dimostrato nella gara del 'Città di Arezzo' di poter mettere in difficoltà il dispositivo difensivo dello Sporting Club: le geometrie centrali degli amaranto spesso sono state concluse con tiri da buona posizione, e proprio sugli sviluppi di uno di questi è arrivato il primo gol mercoledì sera. Sarà questa probabilmente la costante anche del match di ritorno, dove Matteo Brunori sarà chiamato agli straordinari dopo i 4 gol in altrettante gare di spareggio messi finora a segno. In mezzo al campo Dal Canto non recupera il metronomo Basit, oggetto del desiderio anche di diversi club di Serie A. In attacco accanto a Brunori, è possibile un avvicendamento iniziale: Cutolo in panchina e Rolando dal 1' in campo.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche della partita

La sfida dell'Arena Garibaldi è stata affidata al signor Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta. Il fischietto pugliese in questa stagione ha diretto il Pisa nella vittoria esterna sul campo della Pro Vercelli (1-2), mentre ha incrociato l'Arezzo nella sfida al 'Città di Arezzo' con la Virtus Entella (2-2).

Il Pisa arriva all'appuntamento forte della prima vittoria esterna della sua storia in una semifinale playoff. Mai, prima del 2-3 di Arezzo, i nerazzurri erano stati capaci di imporsi lontano da casa nel penultimo turno degli spareggi per la categoria superiore. Anche nelle annate concluse positivamente (2007 e 2016), i nerazzurri in trasferta avevano impattato con l'avversario (1-1 a Venezia nel 2007 e 0-0 a Pordenone nel 2016). Si tratta di un altro record oltre ai tantissimi già polverizzati dai ragazzi di Luca D'Angelo, che non perdono da 20 partite . L'Arezzo, da par suo, proprio contro i nerazzurri ha visto cadere l'imbattibilità casalinga che durava dall'aprile del 2018: per la seconda volta in stagione ha incassato tre reti fra le mura amiche: l'unico precedente è il 3-3 nel derby con il Siena di febbraio. 

Quello di domani sera sarà il 29° confronto fra le due squadre all'Arena Garibaldi. In questo campionato la sfida del 26 settembre terminò 0-0, ma a oscurare la cronaca dal campo fu la terribile situazione dei Monti Pisani, avvolti dal disastroso rogo che ha mandato in fumo migliaia di ettari di verde. Il bilancio complessivo sorride al Pisa: 15 vittorie nerazzurre, 9 pareggi e 4 successi amaranto (l'ultimo è arrivato nel dicembre del 2017, grazie ad una strepitosa prestazione dell'allora capitano amaranto Moscardelli, autore di una doppietta).

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Benedetti, De Vitis, Birindelli; Di Quinzio, Gucher, Marin; Minesso; Pesenti, Moscardelli. All. D'Angelo

Arezzo (4-3-1-2): Pelagotti; Sala, Pinto, Pelagatti, Luciani; Serrotti, Foglia, Buglio; Belloni; Rolando, Brunori. All. Dal Canto

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Via Sesia: fiamme in un appartamento

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

  • Pioggia e temporali in Toscana: scatta l'allerta

Torna su
PisaToday è in caricamento