Sport

Pisa - Arzachena: le probabili formazioni | Abbondanza di scelte per Gautieri; Giannone scalpita per la conferma da titolare

Il Pisa cerca il quarto successo consecutivo ospitando all’Arena Garibaldi la compagine sarda. Mister Gautieri alle prese con molti ballottaggi in virtù della buona condizione di tutto l’organico

La notizia che ha fatto il giro della città in pochissimi minuti è di ieri, ed è ovviamente l'apertura della trasferta a Lucca, domenica 8 ottobre, anche ai non possessori della tessera del tifoso. Per la partita ieri, nel giro di cinque ore, sono stati spazzati via i 1080 biglietti concessi dalla Lucchese ai sostenitori nerazzurri. Prima dell'appuntamento con il 'derby del Foro', però, il Pisa ha un'altra fondamentale partita da giocare e, possibilmente, vincere. Stasera alle 20.30 i nerazzurri scenderanno in campo contro l'Arzachena per il settimo turno di campionato.

Un turnover ragionato

Verosimilmente mister Gautieri darà vita ad un turnover ragionato. Alcuni elementi hanno tirato la carretta più di altri in questo avvio di campionato, e necessitano di tirare un minimo il fiato. Sull'altro piatto della bilancia però pesa, e non poco, la volontà di non turbare l'equilibrio vincente trovato nelle ultime cinque settimane. I nerazzurri vengono da cinque risultati utili consecutivi, di cui tre successi in fila, e sono impegnati nella risalita della classifica.

Per questo motivo il tecnico campano opterà per alcuni cambi rispetto alla formazione che è scesa in campo nei tre successi con Viterbese, Cuneo e Prato. Ma difficilmente vedremo un Pisa con più di tre o quattro undicesimi diversi rispetto a tre giorni fa. Sicuramente saranno della partita i difensori Ingrosso e Filippini, mentre potrebbero partire dalla panchina Lisuzzo e Birindelli. Il 36enne centrale siciliano non ha ancora saltato una gara, e vista la vicinanza del derby di domenica potrebbe scivolare fra le riserve questa sera. Il giovane terzino invece, a causa dei cronici problemi di crampi, potrebbe non reggere alla fatica di una seconda partita a distanza di 72 ore dall'ultima. Probabile quindi che capitan Mannini venga arretrato sulla linea dei difensori, che verrà completata da uno fra Sabotic e Carillo (con il primo leggermente favorito per caratteristiche).

In mezzo al campo sicuramente tirerà il fiato De Vitis, che verrà sostituito da Izzillo. Probabile un turno di riposo, almeno dall'inizio, anche per Di Quinzio: al posto del numero 10 si vedrà in campo dal primo minuto Maltese. Inamovibile Gucher. In attacco infine chiede a gran voce conferma, dopo l'ottima prestazione con il Prato, Luca Giannone. Il trequartista campano ha dimostrato di saper pungere anche se impiegato da esterno, e nonostante il rientro di Masucci ha ottime possibilità di conservare la maglia da titolare. Proprio l'ex Virtus Entella prenderà il posto di Mannini sul versante opposto dell'attacco, a sinistra, ed in mezzo Gautieri concederà un po' di riposo ad Eusepi. Come Lisuzzo, anche il centravanti romano non ha mai tirato il fiato, e questa sera il suo posto verrà preso da Maikol Negro, alla ricerca di fiducia, minuti e gol.

La prima della matricola sarda all'Arena Garibaldi

L'Arzachena è alla sua prima stagione fra i professionisti. Mai infatti nella sua storia la società sarda era riuscita ad andare oltre al campionato di Serie D. L'impatto con il professionismo è stato positivo per la squadra guidata da mister Giorico. I biancoverdi sono stati capaci di conquistare ben 9 punti nelle prime sei giornate, sconfiggendo avversari blasonati. L'ultima vittima dei sardi è il Monza, battuto in casa con un gol siglato allo scadere della partita.

L'Arzachena si trova al settimo posto, a sole due lunghezze dai nerazzurri. La compagine sarda questa sera verosimilmente giocherà con pochi timori reverenziali, nonostante il prestigioso palcoscenico. Anche nella trasferta di Siena i biancoverdi hanno messo in grande difficoltà i padroni di casa, e all'esordio sul campo dell'Arezzo hanno colto una strepitosa vittoria.

In particolare l'elemento di maggior spicco della rosa sarda è il fantasista Curcio. Il numero 10 è il giocatore di maggior talento della squadra, ed il cervello della manovra. Attorno a lui si sviluppa il 4-3-3 di mister Giorico, che ha in capitan Bonacquisti la guida carismatica del centrocampo e dello spogliatoio. Nessuno squalificato e tutti abili e arruolati anche nella compagine sarda, che si presenta quindi a Pisa con un bel pieno di entusiasmo ed ottimismo.

L'arbitro ed alcune curiosità statistiche sulla gara

La partita sarà diretta da un assoluto debuttante in categoria. Il designatore ha affidato il match a Gianpiero Miele di Nola, al suo primo anno nella CAN di Serie C. In questa stagione ha diretto Pistoiese – Monza e Siracusa – Fidelis Andria.

Ovviamente non ci sono precedenti fra Pisa ed Arzachena, né in gare ufficiali né in amichevoli. I nerazzurri sono reduci da tre vittorie consecutive, e sono imbattuti da cinque turni. La difesa è a tenuta stagna: non subisce gol da 180', ed è la meno perforata del girone con sole 2 reti al passivo.

Al contrario, l'Arzachena arriva all'Arena Garibaldi con il non invidiabile record di retroguardia più perforata. Nessuno finora nel Girone A ha fatto peggio dei biancoverdi, che hanno dovuto raccogliere in fondo al sacco ben 11 palloni. Una media di circa due gol subiti a partita. Per contro, però, l'attacco riesce ad equilibrare questo dato: i sardi hanno il terzo attacco del raggruppamento, dietro Livorno e Viterbese, con 10 reti messe a segno.

Derby di coppa

Ieri sono stati sorteggiati gli incroci validi per il Primo Turno ad eliminazione diretta della Coppa Italia di Serie C. L'urna ha riservato al Pisa la sfida con i cugini del Pontedera. I granata faranno visita ai nerazzurri il prossimo 18 ottobre, in una partita secca che dovrà decretare quale delle due compagini proseguirà la sua strada negli ottavi di finale, in programma il 22 novembre.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-3): Petkovic; Filippini, Sabotic, Ingrosso, Mannini; Maltese, Gucher, Izzillo; Masucci, Negro, Giannone. All. Gautieri

Arzachena (4-3-3): Ruzittu; Arboleda, Peana, La Rosa, Piroli; Bonacquisti, Casini, Nuvoli; Curcio, Vano, Bertoldi. All. Giorico

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Arzachena: le probabili formazioni | Abbondanza di scelte per Gautieri; Giannone scalpita per la conferma da titolare

PisaToday è in caricamento