Domenica, 26 Settembre 2021
Sport

Pisa-Ascoli, le probabili formazioni: possibile turnover in attacco

Dopo il tour de force Gattuso potrebbe tenere a riposo uno tra Mannini e Varela e rilanciare Cani dall'inizio. Scelte obbligate a centrocampo, mentre in difesa sicuri solo Longhi e Lisuzzo

Al triplice fischio della partita di ritorno dei playoff contro il Foggia nessuno avrebbe immaginato che la prima partita del Pisa in serie B all'Arena Garibaldi sarebbe stata così triste. I nerazzurri dovranno continuare la loro marcia in uno stadio deserto. Pisa-Ascoli, in programma sabato 24 settembre alle 15, si giocherà a porte chiuse. Questa la decisione dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive. E davanti alla situazione paradossale vissuta dai colori nerazzurri, gli aspetti calcistici passano sicuramente in secondo piano.

Lisuzzo e compagni non saranno comunque soli nella sesta giornata di campionato. I tifosi si sono dati appuntamento fuori dallo stadio per incitare il Pisa anche senza vedere la partita. Ed è quello che si augura anche Gennaro Gattuso. “Spero davvero che il pubblico si raduni per tifare anche da lontano, senza cadere in provocazioni e senza eccedere, dimostrando così che popolo siamo” dice l'allenatore.
Sicuramente la situazione ambientale potrebbe incidere sulla partita. “Dovremo trovare altre motivazioni e mettere in campo la nostra rabbia, molto dipenderà dal nostro impatto sulla gara, dovremo essere bravi”.

Nonostante tutto, il Pisa si presenta alla sfida da terza in classifica e con la migliore difesa del campionato (non subisce gol da 354'), ma attenzione a un Ascoli che è tra le poche squadre ancora imbattute e che può contare su un attaccante come Cacia, che all'Arena giocherà la sua 300esima partita in serie B, dove ha segnato 121 gol ed è il capocannoniere del torneo tra i giocatori in attività.

L'incognita più grande, per i nerazzurri, sarà il fattore atletico. “I ragazzi hanno bisogno di riposarsi, abbiamo speso tanto in queste partite - dice Gattuso - contro l'Ascoli dovremo tirare fuori tutto quello che ci è rimasto e fare molta attenzione, perché è una squadra che sa farti male. Dopo questa partita concederò ai giocatori qualche giorno di riposo, se lo meritano”.

QUI PISA. Il tour de force che ha costretto il Pisa a giocare praticamente ogni tre giorni dall'inizio di settembre inciderà sulle scelte dell'allenatore. Gattuso ha abbondanza solo in attacco e parzialmente in difesa, mentre a centrocampo le scelte sono obbligate, visti gli infortuni di Gatto e Tabanelli. Il modulo rimarrà il 4-3-3 con Ujkani in porta, mentre in difesa gli unici sicuri del posto sono Lisuzzo e Longhi, con Golubovic e Avogadri possibili terzini e Crescenzi e Del Fabro a giocarsi una maglia al centro. Linea di centrocampo con Verna, Di Tacchio e Sanseverino: rinunciare a uno di loro significherebbe cambiare modulo. In attacco probabile riposo di uno tra Mannini e Varela. Probabilmente toccherà ancora al capitano il posto sulla sinistra, mentre a destra può andare uno tra Montella e Peralta. Al centro dell'attacco Cani è favorito su Eusepi.       

QUI ASCOLI. I bianconeri si presentano all'Arena da imbattuti e con tre ex nerazzurri, come Lanni, Perez e Leonardo Gatto (fratello maggiore di Massimiliano, che gioca nel Pisa). Per Alfredo Aglietti gli unici problemi sono al centro della difesa. Augustyn infatti non è tra i convocati a causa di una distorsione alla caviglia destra rimediata contro il Trapani, mentre Mengoni è alle prese con un problema alla caviglia. Non ci saranno neanche Lazzari e Giorgi, entrambi fermi per un affaticamento muscolare al polpaccio. Il tecnico nato a San Giovanni Valdarno non rinuncerà comunque al 4-3-3 con Lanni tra i pali, mentre in difesa ci sono Almici (al posto di Pecorini), la coppia Cinaglia-Gigliotti (se non dovesse farcela Mengoni) e Mignanelli. A centrocampo Carpani, Bianchi e Cassata, in attacco ad affiancare Cacia ci sono Orsolini e Gatto.

RIMBORSO ABBONATI. La società A.C. Pisa 1909 si impegna a studiare entro la fine della prossima settimana le modalità tecnico-amministrative per consentire ai propri abbonati di valutare l'opzione tra un biglietto gratuito per un amico alla prima partita casalinga che sarà aperta al pubblico o il rimborso della rata pro-quota per la mancata fruizione della partita Pisa-Ascoli.
A questo proposito l'Associazione Cento chiede che lo studio "tecnico-amministrativo" preveda l'automatico riconoscimento economico al Pisa 1909 Football Museum, salvo diversa indicazione esercitata dal singolo abbonato entro il giorno 8 ottobre (due settimane dalla partita). Il Museo "bene di tutta la tifoseria pisana" dispone di apposito conto corrente presso il quale può essere eseguito il bonifico a titolo di trasparenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Ascoli, le probabili formazioni: possibile turnover in attacco

PisaToday è in caricamento