Sport

Pisa – Ascoli 2-1 | Nerazzurri inarrestabili, arriva il secondo posto

I gol di Varela e Verna regalano al Pisa la terza vittoria di fila in casa e la prima in un'Arena Garibaldi senza pubblico. Ascoli pericoloso solo nel finale di gara. In classifica i nerazzurri sono secondi insieme al Benevento

Varela, autore della prima rete nerazzurra

Sale quasi la rabbia a vedere un Pisa in grande spolvero imbottigliato in un caos societario che sembra senza uscita. I nerazzurri continuano la loro marcia inarrestabile e battono anche l'Ascoli, 2-1, in un'Arena Garibaldi deserta, che può contare solo sul sostegno dei tifosi fuori dallo stadio. Per Mannini e compagni è la prima vittoria nella loro vera casa, anche se teoricamente i successi interni sarebbero tre, dopo quelli con Novara e Brescia al Castellani di Empoli. Decidono la partita le reti di Varela e Verna, entrambi al primo gol in campionato, ma sugli scudi ci sono una difesa quasi perfetta (che torna a subire un gol dopo 433') e Ujkani, ancora una volta decisivo tra i pali. Tutte qualità che fanno volare il Pisa al secondo posto in classifica, insieme al Benevento, in attesa delle partite di domenica. 

LA PARTITA. Gattuso conferma il 4-3-3 e in difesa sceglie Avogadri e Crescenzi insieme a Lisuzzo e Longhi. Le novità sono a centrocampo, con Golubovic nel ruolo di mezz'ala destra a sostituire Sanseverino, mentre Verna si sistema al centro e Di Tacchio mezz'ala sinistra. Niente turnover in attacco, dove Varela e Mannini affiancano Cani, al ritorno da titolare. Stesso modulo anche per l'Ascoli, dove rispetto alla partita col Vicenza le novità sono Almici al posto di Pecorini e Gigliotti per l'acciaccato Mengoni in difesa.

PRIMO TEMPO. I cori dei tifosi fuori dall'Arena spingono un Pisa che ha l'approccio migliore alla partita, anche se le occasioni sono per l'Ascoli. Al 9' Orsolini manda di poco alto col sinistro, e tre minuti dopo l'inserimento di Gatto sorprende la difesa, ma la conclusione dell'ex nerazzurro è debole. Il primo tiro in porta del Pisa arriva al 18' con la punizione dal limite di Mannini che viene bloccata da Lanni. Ritmi bassi nella prima frazione, i nerazzurri si affacciano in avanti con gli inserimenti di Golubovic e le iniziative di Mannini, ma non riescono a costruire occasioni. L'imprecisione nei passaggi condiziona le azioni d'attacco. Ad accendere la luce al 38' ci pensa un tocco perfetto di Cani che pesca Varela in profondità. L'uruguaiano scatta in area e in diagonale piazza il pallone sotto l'incrocio dei pali, per il suo primo gol in campionato che porta in vantaggio il Pisa. Dopo l'1-0 i nerazzurri crescono e chiudono in attacco il primo tempo. L'Ascoli è stordito e prima dell'intervallo Gigliotti rischia grosso per una trattenuta su Varela in area di rigore.  

>>> I GOL E GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH <<<

SECONDO TEMPO. L'Ascoli prova a reagire e arriva al tiro con Cassata, che al 47' controlla bene il pallone ma spara altissimo, poi è Gatto a concludere da ottima posizione trovando la respinta di Crescenzi. La fase difensiva dei nerazzurri è eccellente e la pressione dell'Ascoli trova pochi sbocchi per impensierire Ujkani. Aglietti prova a cambiare marcia al centrocampo con lo svedese Hallberg al posto di Carpani, mentre Gattuso è costretto a togliere Cani e Mannini, dolorante al ginocchio, per Eusepi e Sanseverino. L'ex Salernitana guida l'attacco insieme a Varela e Golubovic, avanzato da Gattuso per far posto a Sanseverino a centrocampo. Aglietti prova a cambiare anche in fase offensiva mandando dentro Favilli (attaccante classe '97 di Navacchio, l'anno scorso alla Juventus) al posto di Orsolini. Ma la scossa per l'Ascoli non c'è. E' il Pisa a dare l'impressione di essere più pericoloso, e infatti al 74' arriva il gol del raddoppio, grazie all'azione avviata da Varela, che si accentra e scarica su Eusepi, bravo ad aspettare l'inserimento di Verna: il centrocampista viene servito per il più comodo degli appoggi a rete. Dopo il 2-0 Gattuso toglie anche Varela inserendo Montella in attacco. Per l'Ascoli esce un deludente Cacia ed entra un altro ex nerazzurro, Perez, che al 78' manda fuori di poco con un bel colpo di testa. I marchigiani vanno a caccia della rimonta e si rendono pericolosi con un tiro di Bianchi bloccato da Ujkani, prima di accorciare le distanze con il sinistro da limite di Hallberg all'84'. Montella in contropiede fallisce l'occasione per chiudere la partita, mentre in pieno recupero è miracolosa la parata di Ujkani sul colpo di testa di Favilli.

PISA-ASCOLI  2-1

PISA (4-3-3): Ujkani 7; Avogadri 6.5, Crescenzi 6.5, Lisuzzo 7, Longhi 7; Golubovic 6.5, Verna 7.5, Di Tacchio 7; Varela 7.5 (76' Montella 6), Cani 7 (60' Eusepi 7), Mannini 6 (60' Sanseverino 6.5). A disp.: Giacobbe, Cardelli, Del Fabro, Peralta, Fautario. All.: Gennaro Gattuso

ASCOLI (4-3-3): Lanni 6; Almici 5.5, Cinaglia 6, Gigliotti 5.5, Mignanelli 5.5; Carpani 5 (60' Hallberg 6.5), Bianchi 6, Cassata 6; Orsolini 5.5 (66' Favilli 6.5), Cacia 5 (75' Perez 6), Gatto 5.5. A disp.: Ragni, Pecorini, Mengoni, Jaadi, Felicioli, Addae. All.: Alfredo Aglietti

ARBITRO: Daniele Chiffi di Padova, assistenti: Sechi di Sassari e Rossi di Rovigo

RETI: 38' Varela, 74' Verna, 84' Hallberg

NOTE: ammoniti: Crescenzi., Mannini, Almici, Cassata, Mignanelli. Angoli: 2-3. Recupero: 0' + 5' 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa – Ascoli 2-1 | Nerazzurri inarrestabili, arriva il secondo posto

PisaToday è in caricamento