Pisa - Benevento 0-0: le pagelle | Marconi da applausi nonostante il rigore, Gucher appannato

Il centravanti vince tutti i duelli aerei e si fa trovare pronto in ogni zona del campo. Peccato per il rigore fallito che poteva significare vittoria. Gucher in mezzo al campo sbaglia troppo

Incredibile ma vero: il Pisa esce dalla sfida con il Benevento con l'amaro in bocca per una vittoria gettata alle ortiche pochi secondi prima del fischio finale. Sulla carta tutti, in casa nerazzurra, avrebbero firmato per un pareggio all'esordio contro una delle corazzate della Serie B. Il campo invece racconta di una squadra gagliarda, ben organizzata e con un'identità fortissima: i nerazzurri nel secondo tempo mettono i brividi alla formazione sannita e giustificano lo 0-0 finale con un'ottima prestazione.

Identità e mentalità

Gori 6: praticamente inoperoso per larghi tratti della partita. Bravo a bloccare con una presa di ferro le bordate dal limite di Improta e Viola nel primo tempo.

Lisi 6.5: esce alla distanza. Nel primo tempo è costretto ad agire più in fase difensiva. Nella ripresa asfalta il dirimpettaio Gyamfi, forte di una condizione atletica già ottimale.

Aya 6.5: stoppa e rilancia tutto ciò che si muove ed ha i contorni della palla. Non sbaglia nessun intervento e si mette in mostra anche per una discreta qualità con la palla al piede.

Benedetti 6.5: nel primo tempo va un po' in affanno. Alcuni interventi sono fuori tempo e si becca un'ammonizione evitabile. Nella ripresa, nella difesa a 3, torna ad essere il muro invalicabile ammirato da gennaio in poi.

Belli 6: diligente e ordinato sia in fase di spinta che di contenimento. Dalle sue parti gli avversari trovano pane duro. (Dal 61' Birindelli 6: non si fa intimorire dalla caratura degli avversari ed entra in campo con il piglio giusto).

De Vitis 6.5 (il migliore): ormai la sua duttilità in campo non è una sorpresa. Infatti sperimenta per la prima volta un nuovo ruolo: nel primo tempo agisce da trequartista, e lo fa anche bene. Nella ripresa D'Angelo lo riporta in mezzo alla linea difensiva a 3 e, come sempre, non sbaglia niente.

Gucher 5.5: il capitano ha le polveri un po' bagnate in fase di impostazione e nei calci piazzati. Nel primo tempo sbaglia anche gli appoggi più semplici, mentre nella ripresa non riesce a calciare con precisione alcune palle inattive molto interessanti. Ma quando si tratta di schermare la difesa è sempre in cima alla barricata.

Verna 6: agisce sul centrodestra in copertura agli accentramenti di De Vitis nel primo tempo. Corre tantissimo, lascia poco spazio allo spettacolo facendo più attenzione alla sostanza. (Dal 74' Pinato 6: subentra nel ruolo di mezzala sinistra e dialoga bene con Lisi sulla corsia laterale. Un giocatore duttile come lui potrà rivelarsi utilissimo durante il campionato).

Marin 6: nel primo tempo per alcuni tratti regge il centrocampo da solo. Rifiata un po' nella ripresa supportato meglio dai compagni. A 21 anni è già uno dei leader del Pisa.

Masucci 6.5: l'attaccante tascabile disputa la consueta gara di sacrificio per la squadra. Corre su tutti i palloni tenendo in costante appresione la difesa del Benevento. (Dal 69' Asencio 6: ci mette tanta voglia ma più di una volta finisce per girare a vuoto nel pressing. Da rivedere).

Marconi 6: si meriterebbe un punto in più (almeno), ma purtroppo sulla valutazione finale pesa l'errore dal dischetto. Nelle palle alte non ha rivali: domina su tutti gli avversari e corre a perdifiato fino al 94'. Il modo con il quale si conquista il penalty è la testimonianza della sua voglia matta di incidere sulla stagione nerazzurra.

All. D'Angelo 6.5: ormai la capacità di lettura della partita del mister abruzzese non è una novità. Anticipa i momenti della gara e le mosse del mister avversario dopo averlo imbrigliato nel primo tempo con una disposizione tattica quasi speculare. Nella ripresa i suoi uomini vengono fuori in modo dirompente. I minuti finali sono un completo assolo nerazzurro che può far gridare alla sfortuna visto il risultato finale. Il primo esame è superato dal Pisa a pieni voti: la formazione nerazzurra gioca a memoria ed ha un'identità d'acciaio, che non vacilla neanche di fronte a una corazzata come il Benevento.

Benevento

Montipò 7, Gyamfi 5.5, Volta 6, Caldirola 6.5, Letizia 6, Tello 5.5, Viola 6, Schiattarella 5.5, Improta 6, Coda 6, Sau 5. All. Inzaghi 5.5

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento