menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pisa - Brescia: le probabili formazioni | D'Angelo: "Brescia pericoloso in attacco. Ma sappiamo come colpirlo"

Il tecnico nerazzurro si gode i nuovi arrivati Gori e Marsura e presenta la sfida di sabato 16 gennaio: mancheranno Caracciolo, Masucci e Masetti, ma torna in gruppo Varnier

Allacciate le cinture, sta per riprendere il campionato di Serie B: sarà una corsa a perdifiato fino al finale di stagione, con una sola sosta prevista in concomitanza degli impegni delle Nazionali nel mese di marzo. Il primo appuntamento del nuovo anno per il Pisa Sporting Club è sabato 16 gennaio all'Arena Garibaldi contro il Brescia (ore 14): l'incontro è valido per il diciottesimo turno, penultimo della stagione di andata. I nerazzurri si presentano ai blocchi di (ri)partenza con una bella striscia positiva all'attivo: sono sette le gare senza sconfitte messe in fila. E la formazione di Luca D'Angelo si prepara a riprendere la corsa con due importanti innesti arrivati dal calciomercato: Stefano Gori (prestito di sei mesi dalla Juventus) e Davide Marsura (contratto fino a giugno 2023).

Gruppo quasi al completo

I nerazzurri abbracciano Gori e Marsura e riaccolgono Marco Varnier, tornato in gruppo dopo aver superato il problema al ginocchio che lo ha tenuto fuori dallo scorso novembre. Contro il Brescia però mancheranno Antonio Caracciolo e Gaetano Masucci: il forte difensore centrale osserverà il turno di squalifica rimediato a Venezia, mentre l'attaccante, simbolo del gruppo, è in convalescenza dopo l'intervento al ginocchio destro. Lo rivedremo dopo Pasqua. "La squadra ha lavorato bene nei pochi giorni di sosta successivi alla partita di Venezia. Ho trovato un gruppo fortemente motivato a riprendere il cammino - spiega D'Angelo - domani troveremo un avversario di grande valore. Ma abbiamo studiato delle contromisure".

Il tecnico nerazzurro spende parole importanti per Davide Marsura, "un giocatore importante per la categoria. Ha caratteristiche che possono farci fare il salto di qualità. Inoltre va a integrare una batteria di attaccanti in grado di incidere in qualsiasi momento della partita". E sull'avversario D'Angelo commenta così: "Vengono dalla Serie A e hanno mantenuto in larga parte l'impianto principale della formazione. Dovremo prestare molta attenzione alla loro fase offensiva, perché hanno elementi capaci di fare la giocata decisiva".

E riguardo al mercato che terminerà il prossimo 1 febbraio D'Angelo spiega: "Lo staff tecnico e la dirigenza hanno le idee chiare. Faremo qualche altra operazione soltanto se andrà ad accrescere il valore della rosa. Non faremo nessun movimento che si limiterà ad aumentare il numero di elementi: sono convinto che l'attuale gruppo possa già recitare da protagonista fino al termine della stagione".

Via la stella

Il Brescia di Davide Dionigi si presenta all'Arena Garibaldi senza una delle sue stelle più brillanti: l'attaccante (e capitano) Ernesto Torregrossa si è accasato pochi giorni fa alla Sampdoria, indebolendo non poco il reparto ooffensivo delle Rondinelle. "Si è meritato l'opportunità della Serie A - commenta il tecnico del Brescia - non cambia però il nostro modo di intendere il gioco. Varieremo tra il 3-4-2-1 e il 4-3-1-2. Sarà molto importante riuscire ad adattarci alle qualità offensive del Pisa per non andare in difficoltà".

Riguardo alla pesante sconfitta incassata due settimane fa per mano del Vicenza (3-0 in casa), Dionigi individua il principale colpevole "nei molti casi di positività al Coronavirus riscontrati nello spogliatoio. Giocando ogni tre giorni non siamo riusciti a recuperare al massimo le energie fisiche e mentali. Ma l'abbiamo già archiviata e siamo pronti a ripartire".

L'arbitro e le curiosità della partita

La sfida sarà diretta da Daniel Amabile di Vicenza: nello scorso anno il fischietto veneto ha diretto i pareggi di Cittadella (1-1) e Chievo (2-2). Con lui in campo il Pisa ha vinto una sola volta in sette precedenti: nel 2015, in Serie C, contro il Tuttocuoio.

I nerazzurri hanno una serie di imbattibilità aperta che dura da sette turni. Il Brescia invece, nonostante una rosa composta da una buona parte dei giocatori che nella passata stagione ha disputato la Serie A, non ha ancora ritrovato il passo necessario per stazionare nelle zone alte della classifica. Dopo 17 gare le Rondinelle hanno raccolto 21 punti, uno solo in più rispetto al Pisa, che però deve recuperare la gara col Frosinone.

Le due formazioni non si incrociano dal 17 settembre 2016: in quel pomeriggio, sul neutro di Empoli, una rete di Eusepi consentì alla formazione guidata da Gattuso di battere i lombardi. Fuori dal Castellani però la tifoseria organizzata nerazzurra visse uno dei suoi giorni più neri, con scontri con le Forze dell'ordine che portarono a quasi cento diffide e Daspo. Complessivamente il Pisa, in gare interne, ha ottenuto 14 vittorie contro il Brescia; le Rondinelle hanno vinto 2 volte e i pareggi sono 3.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Belli, Meroni, Benedetti, Lisi; Gucher, De Vitis, Mazzitelli; Siega; Vido, Marconi. All. D'Angelo

Brescia (3-4-2-1): Joronen; Mateju, Chancellor, Mangraviti; Ragusa, Bisoli, Dessena, Martella; Spalek, Bjarnason; Ayè. All. Dionigi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della donna a tavola: la ricetta della torta mimosa

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in provincia: 35 nuovi casi a Pisa, 28 a Volterra

  • Cronaca

    Zona Stazione, violano il coprifuoco: multati quattro minorenni

  • Cronaca

    Coronavirus, stalli gratuiti e riservati a chi deve vaccinarsi

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Svago: 5 film in uscita su Netflix a marzo

  • Attualità

    Svago: 5 film in uscita su Amazon Prime Video a marzo

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento