Sport

Pisa - Brescia 1-0 | Più maturi e più cattivi: i nerazzurri superano le Rondinelle

Francesco Lisi nel primo tempo sigla il gol vittoria. Il Brescia spinge soltanto nel primo quarto d'ora, poi il Pisa esce fuori: oltre alla rete, ci sono anche la traversa di Marconi e il palo di De Vitis

Da squadra matura e con un'organizzazione esemplare. Il Pisa affonda il Brescia al termine di una gara interpretata alla perfezione. Le Rondinelle spingono forte, i nerazzurri reggono l'urto e poi centrano il successo trascinati da un Francesco Lisi inarrestabile sulla fascia destra, autore del gol partita. Per il Pisa è l'ottavo risultato utile consecutivo.

Pura sofferenza: i primi dieci minuti della gara sono un vero e proprio assalto del Brescia alla porta di Perilli. Le Rondinelle partono col piede schiacciato sull'acceleratore, pressando con ferocia nella metà campo nerazzurra e sfruttando con insistenza il dinamismo di Ragusa e Martella sugli esterni. Proprio loro sono i protagonisti della prima occasione del pomeriggio: il primo si ritrova da solo davanti a Perilli, non calcia e serve sul secondo palo il compagno. Martella calcia, Gucher in scivolata cancella l'urlo del gol. Poi il portiere nerazzurro si mette in proprio deviando il rasoterra velenoso di Dessena. Il Brescia non sfrutta la supremazia e il Pisa gradualmente esce fuori: quando i nerazzurri saltano la prima pressione, l'azione scivola velocemente verso la porta lombarda. Gucher prende le misure con un destro dal limite, poi Vido impegna severamente Joronen con una bella incornata. La deviazione del portiere delle Rondinelle è corta, Lisi in scivolata anticipa tutti e deposita in rete. Poi il Pisa legittima il vantaggio con due pali colpiti (gli ennesimi della stagione): Marconi calcia sulla traversa dai 16 metri, De Vitis spedisce sul palo un colpo di testa e poi calcia clamorosamente fuori il tap-in da mezzo metro. Nella ripresa ci si aspetta il Brescia con la bava alla bocca alla ricerca del pareggio, e invece è il Pisa che gestisce il ritmo del gioco e costruisce le migliori azioni con Lisi, straripante sulla destra. La difesa delle Rondinelle si salva più volte in corner, e dall'altra parte si vede soltanto nei pressi del 90' con una percussione di Donnarumma stoppata bene da Perilli.

La partita

Il cammino del Pisa nel nuovo anno riprende sul prato dell'Arena Garibaldi. Di fronte c'è un avversario di prestigio, retrocesso dalla Serie A e ferito nell'orgoglio, ma da affrontare con rispetto e attenzione: il Brescia. Avanti con il 4-3-1-2 per D'Angelo, che sceglie il tridente offensivo composto da Vido, Sibilli e Marconi per fare male alla difesa delle Rondinelle. In difesa Belli e Lisi occupano le corsie laterali e Meroni e Benedetti compongono la diga centrale. In cabina di regia De Vitis supportato da Mazzitelli e Gucher.

Gli ospiti partono fortissimo e già al 2' si presentano con due uomini davanti a Perilli. La combinazione sulla trequarti tra Ayè e Ragusa porta quest'ultimo a sfondare la linea difensiva nerazzurra. L'esterno entra in area e invece di tirare serve sul secondo palo il taglio di Martella: sulle sue tracce c'è Gucher che in scivolata stoppa la sua conclusione a botta sicura a pochi centimetri dalla riga di porta. Altri tre giri di lancetta e stavolta ci pensa Perilli a cancellare l'occasionissima di Spalek. De Vitis cicca l'intervento a centro area, alle sue spalle il trequartista calcia rasoterra e il portiere nerazzurra si supera deviando in corner.

I lombardi sono cortissimi in campo e impediscono al Pisa di manovrare tra le linee con continuità e scioltezza. Ne risente la manovra degli uomini di D'Angelo, che ci mettono un quarto d'ora abbondante per entrare pienamente in gara. Ci pensa Gucher a suonare la carica al termine di una bella manovra orchestrata da Mazzitelli: il capitano riceve la palla al limite dell'area e cerca la porta, palla alta di poco. I compagni seguono il segnale di Gucher e insistono. Belli al 21' pennella il cross verso l'area bresciana: Vido incorna, Joronen si distende e smanaccia proprio sui piedi di Lisi, che in scivolata anticipa tutti e deposita in rete. 1-0 Pisa.

Le Rondinelle non si scompongono e proseguono nel loro gioco fatto di rapidi scambi per trovare lo sfogo sugli esterni, dove in particolare Ragusa sembra ispirato. I lombardi pressano ferocemente sulla linea mediana, ma quando i nerazzurri riescono a saltare la prima linea poi trovano gli spazi giusti per colpire. Come al 32', quando Sibilli serve al limite dell'area Marconi: botta di prima intenzione, traversa. Dietro il Brescia balla incredibilmente e sbanda anche su corner. De Vitis anticipa tutti e incorna con precisione sul palo lontano: Joronen è battuto ma la palla dopo aver colpito il montante rimane in campo. La ribattuta viene catturata proprio da De Vitis che colpisce da pochissimi centimetri: palla incredibilmente fuori.

Il primo quarto d'ora della ripresa è parecchio combattuto, con il Pisa che ha capito come arginare lo sviluppo della manovra bresciana: i nerazzurri tengono gli avversari lontano dalla loro metà campo e così Dionigi decide di cambiare qualcosa tra i suoi per ridare brillantezza alla squadra. Entrano in campo Donnarumma, Labojko e Bisoli e le Rondinelle passano alla doppia punta. Però è il Pisa che sfiora il gol quando Sibilli va via sulla destra e pesca Marconi con un cross preciso: il bomber calcia al volo col mancino, Joronen fa un miracolo deviando in corner.

Il Brescia corre e prova a non abbassare la pressione sula difesa nerazzurra, ma Benedetti e Meroni guidano con precisione e attenzione il resto della squadra. D'Angelo per proteggere con più uomini il vantaggio inserisce anche Varnier e passa così al 3-5-2, lasciando Palombi (entrato al posto di Vido) e Marconi in attacco. Il tempo scorre e il Brescia si aggrappa alle situazioni da calcio da fermo. Al 93' la palla tocca fortunosamente il braccio di Benedetti e il Brescia ha l'ultima occasione: la conclusione di Martella finisce altissima e i nerazzurri possono festeggiare la vittoria.

Il tabellino

Pisa - Brescia 1-0

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Belli (75' Birindelli), Meroni, Benedetti, Lisi; Gucher (82' Siega), De Vitis (66' Marin), Mazzitelli; Vido (75' Palombi); Marconi, Sibilli (82' Varnier). All. D'Angelo

Brescia (3-4-2-1): Joronen; Chancellor, Mateju, Mangraviti; Ragusa (73' Ghezzi), Van De Looi (62' Donnarumma), Dessena (62' Bisoli), Martella; Spalek, Jagiello (62' Labojko); Ayè (80' Fridjonsson). All. Dionigi

Reti: 21' Lisi (P)

Ammoniti: Mazzitelli (P), Benedetti (P), Mateju (B)

Note: arbitro Daniel Amabile; angoli 7-3 (2-3); recupero 0' e 4'; ammonito D'Angelo (P) dalla panchina

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Brescia 1-0 | Più maturi e più cattivi: i nerazzurri superano le Rondinelle

PisaToday è in caricamento