Pisa – Chievo: le probabili formazioni | D'Angelo: "Partiamo forte per attaccare il Chievo. Siamo convinti di fare bene"

Soddimo e De Vitis hanno recuperato in pieno e sono a disposizione. Abbondanza in attacco: torna anche Marconi dalla squalifica

Dopo la bella ed emozionante vittoria di Cremona, il Pisa torna all’Arena Garibaldi con l’obiettivo di tornare a vincere di fronte alla sua gente. La classifica rimane cortissima, con i nerazzurri posizionati a due lunghezze dai playout e tre dai playoff: l’equilibrio è sottile e, così come con un filotto positivo il Pisa potrebbe spiccare il volo, con un passo falso gli uomini di D’Angelo rischiano di gettare alle ortiche lo strepitoso successo di otto giorni fa. La parola d’ordine quindi è continuità.

Intensità e voglia di attaccare

I nerazzurri ritrovano Michele Marconi, di nuovo arruolabile dopo la giornata di squalifica scontata una settimana fa. Il resto del gruppo è interamente a disposizione, fatta eccezione per Danilo Soddimo: il numero 10 non ha del tutto smaltito il problema muscolare accusato la scorsa settimana, che gli ha impedito di scendere in campo a Cremona. Le ultime ore saranno decisive per capire se potrà essere impiegato contro il Chievo. Rimangono infine ai box gli infortunati di lungo corso: Ingrosso, Meroni e Varnier. "Domani affronteremo una squadra forte - spiega D'Angelo - in rosa il Chievo ha molti giocatori con tantissime stagioni in Serie A. Hanno esperienza e qualità, ma se hanno un solo punto più di noi significa che qualche limite lo hanno". Il tecnico nerazzurro prosegue nell'analisi della sfida con i gialloblu affermando che "il gruppo è in salute e siamo convinti attaccare l'avversario con intensità. Soltanto così impediremo al Chievo di rifornire le proprie punte". D'Angelo torna con la memoria alla gara di andata e sottolinea che "non giocammo bene. Eravamo sopra di due reti ma non riuscimmo a dare la sensazione di avere in mano l'andamento del match".

Luca D'Angelo si sofferma anche sul mercato invernale ed evidenzia le caratteristiche di Pompetti, "un regista classico, con caratteristiche differenti rispetto a tutto il resto del reparto di centrocampo". "Con i giovani la società si è messa benissimo - continua - basti pensare che Marin è il '98 più forte della B e Birindelli è il 1999 più forte della categoria. Così come il Chievo ha Vignato, classe 2000: ha qualità da categoria superiore".

Poca continuità

Retrocessi dalla Serie A e coinvolti in alcuni problemi societari derivanti da difficoltà economiche, il Chievo non ha ancora ritrovato la giusta continuità per insidiare da vicino le primissime posizioni della classifica. Il 4-3-1-2 disegnato da Michele Marcolini ha messo in evidenza numerose individualità in grado di fare la differenza in cadetteria, come la mezzala Segre o il trequartista classe 2000 Vignato. Il talento gialloblu è stato acquistato poche settimane fa dal Bologna, che però lo ha lasciato 'parcheggiato' a Verona fino alla fine della stagione. Marcolini non ha potuto inoltre fare pieno affidamento su Giaccherini, fermato da diversi infortuni muscolari in serie che ne hanno consentito un impiego a singhiozzo.

L’arbitro e le curiosità della partita

La sfida dell’Arena Garibaldi verrà diretta da Federico Dionisi de L’Aquila: il fischietto abruzzese in questa stagione ha arbitrato i nerazzurri sul campo del Trapani (1-3, doppietta di Moscardelli). Dionisi inoltre ha già diretto anche il Chievo nel 2-0 interno rifilato all’Ascoli. Il Pisa ha altri precedenti con l’arbitro aquilano, tutti risalenti alla Serie C: due vittorie e un pareggio.

Con il successo di Cremona il Pisa ha allungato a quattro la striscia di partite senza sconfitte: tre pareggi di fila (Frosinone, Benevento, Juve Stabia) e la vittoria della scorsa settimana. All’Arena Garibaldi però gli uomini di D’Angelo non centrano i tre punti dal 2 dicembre (2-0 al Pordenone): dopo la doppietta di Michele Marconi, sono arrivate due battute d’arresto consecutive seguite da altrettanti pareggi. Il Chievo invece nelle undici gare giocate lontano dal 'Bentegodi' ha ottenuto 12 punti, frutto di 2 vittorie, 6 pareggi (il dato più alto del campionato) e 3 sconfitte.

Quella di domani sarà soltanto la seconda partita ufficiale disputata all’Arena tra Pisa e Chievo. Il 26 aprile 2008 in Serie B gli uomini di Ventura bloccarono la corsa della formazione clivense, lanciata in vetta verso la Serie A: al vantaggio iniziale di Obinna rispose pochi minuti dopo D’Anna per l’1-1 finale.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Benedetti, Caracciolo, Birindelli; Marin, De Vitis, Gucher; Minesso; Masucci, Vido. All. D’Angelo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chievo (4-3-1-2): Semper; Renzetti, Cesar, Leverbe, Dickmann; Segre, Esposito, Giaccherini; Vignato; Djordjevic, Meggiorini. All. Marcolini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento