menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pisa - Chievo 2-2 | Nerazzurri sfortunati e rimontati, ma la striscia positiva prosegue

Gucher e Mazzitelli trascinano il Pisa sul doppio vantaggio. Poi nella mezz'ora finale il forcing del Chievo porta al pareggio definitivo. Altra buona prestazione dei nerazzurri

Quanto ci piace questo Pisa così arrembante e battagliero. Di fronte a una formazione solida e mai arrendevole i nerazzurri riescono a issarsi sul 2-0 prima di subire la rimonta degli ospiti nel quarto d'ora finale. Il cammino dei nerazzurri comunque prosegue, la striscia positiva si allunga a cinque gare e la classifica adesso dice che 18 punti.

E' un momento da sogno per Robert Gucher: il capitano trasforma in oro tutto ciò che tocca nei pressi dell'area avversaria. Dopo la magia di Lecce, l'austriaco si ripete anche stasera con la rete che sblocca l'equilibrio. La manovra che coinvolge Birindelli, Masucci e il capitano è perfetta: il centrocampista poi col destro fa girare la palla sul palo lontano. Ci aveva provato anche al 2' con un rasoterra potentissimo che ha fatto correre molti brividi al portiere avversario Semper. Dall'altra parte c'è anche il Chievo, squadra esperta e con un impatto fisico molto alto: Obi, Giaccherini, Garritano e Margiotta sono coinvolti e spingono con convinzione. Sul tabellino però non rimangono tracce effettive dei gialloblu: anche perché quando Giaccherini si trova a tu per tu con Perilli è partito in fuorigioco. Si torna in campo e Mazzitelli disegna un'altra strepitosa parabola: palla sotto all'incrocio dei pali e 2-0. Poi però l'inerzia del match cambia: Siega rimedia due gialli nel giro di pochi minuti (il secondo molto generoso) e il Pisa si ritrova con l'uomo in meno nel quarto d'ora finale. Nel frattemo Djordjevic, alzatosi dalla panchina, ha trovato il 2-1 su corner. E poi proprio al 90' la beffa firmata Ciciretti: altra conclusione da sogno depositata al sette e 2-2 finale.

La partita

Sognare non costa nulla. E il Pisa di sabato scorso, capace di rivoltare come un calzino il superquotato Lecce, ci ha fatto letteralmente stropicciare gli occhi. La vittoria scintillante del Via del mare ha ridato un entusiasmo incredibile all'intero ambiente, alle porte dello sprint finale prima delle due settimane di sosta di gennaio. Il primo appuntamento di questo ennesimo tour de force corrispondente alle Festività mette di fronte al Pisa un avversario da prendere con le molle: il Chievo. D'Angelo cambia diversi interpreti rispetto al trionfo di sabato scorso a Lecce: dentro di nuovo dal 1' Birindelli e Lisi sulle fasce, torna Mazzitelli dalla squaifica in mezzo al campo. E soprattutto cambia completamente il tridente offensivo: Gucher si prende la trequarti con Siega mezzala, Masucci e Marconi giocano in coppia.

I nerazzurri provano a ripetere la partenza sprint di Lecce: al 3' Gucher arriva al limite e spara un rasoterra che sibila vicinissimo al palo. Il Chievo non sta a guardare e con il suo palleggio fitto arriva sui sedici metri del Pisa: Mazzitelli è costretto alle maniere forti su Margiotta e si prende l'ammonizione. La punizione poi viene deviata in corner  dalla barriera e il pericolo sfuma. Gli ospiti spingono con convinzione, Giaccherini, Margiotta e Garritano sugli esterni mettono in affanno il dispositivo difensivo nerazzurro, ma è il Pisa che esulta al 16'.

Masucci e Birindelli dialogano sulla corsia destra, Masucci raccoglie il passaggio del terzino e serve Gucher, appostato sulla destra: collo esterno e palla in buca nell'angolo opposto.Il Chievo non si scompone e prosegue nel suo gioco fatto di fitte trame in mezzo al campo e accelerazioni improvvise sugli esterni. Gli ospiti portano sempre cinque uomini nella trequarti offensiva obbligando il Pisa a rinculare con tutta la linea difensiva e le due mezze ali. Bisogna arrivare però nei pressi dell'intervallo per registrare la migliore occasione della prima frazione del Chievo. Geometrie perfette al limite dell'area che portano Giaccherini a tu per tu con Perilli: l'assistente non rileva la posizione netta di fuorigioco del centrocampista del Chievo, che comunque spedisce la palla fuori. E proprio un attimo prima dell'intervallo Masucci si divora il colpo del KO con un'inzuccata all'apparenza semplice sul suggerimento di Gucher.

La ripresa si apre con il volto nuovo di Belli: esce Marin e il numero 4 si posiziona sulla fascia sinistra. Il resto della squadra si dispone 'in linea': 4-4-2 con Lisi e Siega esterni alti. La mossa paga immediatamente: Mazzitelli al 49' disegna una parabola clamorosa che si deposita sotto all'incrocio dei pali. Masucci recupera la palla nell'area clivense e serve al limite Gucher: velo per il compagno, che di prima dai 20 metri fulmina Semper.

Aglietti tenta di scuotere i suoi uomini vedendo che la manovra non trova sbocchi vincenti: dentro Djordjevic e Ciciretti. D'Angelo risponde con il passaggio al 3-5-2: dentro Meroni e Palombi. I cambi stavolta premiano il Chievo che al 77' riapre la partita con un episodio. Ciciretti batte un corner velenoso che pesca Djordjevic al centro dell'area: la pressione sul centravanti serbo non abbastanza alta e così il suo colpo di testa supera Perilli.

Gli ospiti aumentano ulteriormente la pressione e il Pisa deve ricorrere più spesso alle maniere forti. In uno di questi scontri in mezzo al campo Siega paga il conto più salato: l'intervento sembra nei limiti ma non per Santoro, che estrae il secondo giallo e lascia i nerazzurri in inferiorità numerica nel quarto d'ora finale. Sono minuti palpitanti, il Pisa si difende con le unghie e con i denti di fronte all'assalto del Chievo. Ma capitola esattamente al 90' con l'ennesima magia della serata. Stavolta è Ciciretti che col mancino trova l'incrocio dei pali.

Il tabellino

Pisa - Chievo 2-2

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Lisi, Benedetti, Caracciolo, Birindelli (68' Meroni); Marin (46' Belli), Mazzitelli, Gucher (77' De Vitis); Siega; Marconi (77' Vido), Masucci (68' Palombi). All. D'Angelo

Chievo (4-4-2): Semper; Cotali, Leverbe, Rigione, Mogos; Garritano (73' D'Amico), Obi (73' Palmiero), Viviani, Giaccherini (61' Ciciretti); Margiotta (61' Djordjevic), De Luca (73' Fabbro). All. Aglietti

Reti: 16' Gucher (P), 50' Mazzitelli (P), 77' Djordjevic (C), 90' Ciciretti (C)

Ammoniti: Mazziteli (P), Cotali (C), Obi (C),Siega (P)

Note: arbitro Alberto Santoro; angoli 2-12 (1-3); recupero 0' ; ammonito Aglietti (C) dalla panchina; espulso Siega (P) all'81' per doppia ammonizione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento