Pisa - Chievo 1-1 | Magia chiama magia: Lisi risponde a Meggiorini. Bella prova dei nerazzurri

Il Pisa comanda il gioco per tutta la gara, termina la prima frazione immeritatamente in svantaggio e acciuffa il pareggio con Lisi nella ripresa. Arbitraggio largamente insufficiente

Il Pisa centra il quinto risultato utile consecutivo, il quarto pareggio di questa serie, ma rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria casalinga. I nerazzurri comandano a lungo il gioco costringendo il Chievo a difendersi in modo prolungato, meriterebbero ai punti la vittoria, ma la resistenza gialloblu ha la meglio.

E' un primo tempo bello e intenso, nel quale il Pisa comanda il gioco con personalità e qualità. Dopo soli 3' Gucher misura i riflessi di Semper con una bordata rasoterra. Il Chievo però risponde da squadra di esperienza quale è e sull'asse dei due calciatori di maggior tasso tecnico mette la freccia: cross di Giaccherini, mezza rovesciata di Meggiorni e palla in buca. I nerazzurri non si scompongono e insistono a caricare a testa bassa, collezionando una clamorosa occasione con Benedetti e una serie di corner: in uno di questi Garritano interviene in modo scomposto, tocca la palla con il braccio ma l'arbitro non comanda un penalty all'apparenza solare. La manovra dei nerazzurri è buona, fluida e costante, ma il Chievo sfiora il raddoppio mettendo il naso fuori su una ripartenza guidata dal solito Giaccherini: bravissimo Gori sul colpo di testa di Segre. Nella ripresa il Pisa continua a spingere a testa bassa, stringendo d'assedio la squadra ospite negli ultimi trenta metri. Masucci esalta i riflessi di Semper, che però può soltanto osservare la traiettoria perfetta disegnata da Lisi dal limite dell'area: i nerazzurri acciuffano il meritato pareggio. Gli uomini di D'Angelo provano a proseguire nella spinta ma il Chievo si riassesta in campo e riesce a tenere lontano il Pisa dalla propria area. La squadra di casa è generosa nella ricerca del vantaggio, Marconi va a centimetri dalla rete, ma poi ci pensa l'arbitro con un'altra decisione dubbia a spegnere i bollenti spiriti: Soddimo tenta di recuperare palla su Garritano a terra, nella foga gli pesta un piede e scatta il rosso diretto: onestamente inspiegabile. E proprio all'ultimissimo secondo Gucher salva la porta respingendo la sassata a botta sicura di Vignato.

La partita

Obiettivo tre punti: dopo due mesi di astinenza, i nerazzurri vogliono tornare a conquistare i tre punti di fronte al proprio pubblico. La vittoria in rimonta di Cremona, acciuffata all'ultimo secondo, ha portato tantissimo entusiasmo nello spogliatoio di Gucher e compagni. La formazione di Luca D'Angelo ha dimostrato di aver acquisito consapevolezza e fiducia nei propri mezzi, e gli acquisti di gennaio hanno già lasciato il loro segno nel gruppo. Adesso è il momento di cambiare marcia all'Arena Garibaldi. Per l'occasione il tecnico nerazzurro riserva alcune sorprese nella formazione titolare: nella posizione di trequartista gioca Siega, e rimangono in panchina sia Soddimo che Minesso. In attacco confermato Vido e Masucci, mentre al centro della difesa debutta Caracciolo: l'acciaccato De Vitis va in panchina. Nel Chievo l'unica variante rispetto alla formazione tipo è Ceter al posto di Djordjevic in attacco.

Il Pisa parte fortissimo, pressando nella metà campo avversaria con cinque uomini: Siega dopo soli 3' recupera palla e viene steso a due metri dall'area di rigore clivense. Si incarica della battuta Gucher che di collo destro incrocia rasoterra sul palo di Semper: il croato si diestende e con le unghie toglie la palla dalla porta. Sul corner successivo Birindelli va in contrasto aereo con Garritano: il calciatore gialloblu tocca la palla con il braccio, ma Dionisi non se ne accorge e comanda l'angolo. La risposta del Chievo è da formazione di esperienza. Con pazienza gli ospiti manovrano sulla sinistra con Giaccherini, che trova la retroguardia nerazzurra leggermente scoperta ma parte da evidente posizione di fuorigioco. Il suo cross a centro aera pesca Meggiorini che in una frazione di secondo si coordina per una mezza rovesciata che fulmina Gori: Chievo avanti all'8' alla prima azione. Il Pisa ha una reazione veemente e sfiora immediatamente il pareggio. Gucher su punizione pesca Benedetti: prima conclusione ribattuta da tre uomini del Chievo, seconda alta sulla traversa.

Fino al ventesimo il monologo nerazzurro prosegue senza cali di intensità, con il Chievo interamente raccolto negli ultimi trenta metri a protezione della porta. I veneti perdono anche l'autore del gol per un problema muscolare: Meggiorini lascia il posto a Djordjevic. Al Pisa il gioco e le combinazioni più spettacoli, al Chievo le occasioni migliori. I veneti al 27' si distendono in contropiede con Giaccherini che sulla sinistra appoggia per Renzetti: il cross del terzino viene schiacciato in porta da Segre, Gori risponde da campione e poi Ceter spedisce la ribattuta sopra la traversa. Il copione si ripete anche dieci minuti dopo, quando Ceter approfitta di una svista del guardalinee per partire in posizione di fuorigioco e presentarsi tutto solo davanti a Gori. Il portiere nerazzurro esce al limite dell'area, il giocatore del Chievo alza il pallonetto e sulla riga Caracciolo sventa il pericolo.

Il finale di primo tempo è palpitante: il Pisa carica di punizioni, corner e gialli la difesa del Chievo. La pressione degli uomini di D'Angelo è altissima ma la retorguardia ospite regge. La ripresa si apre sulla stessa lunghezza d'onda: il Pisa spinge, il Chievo riparte in contropiede. 51': Lisi crossa per Masucci, Semper si esalta deviando in corner. I nerazzurri continuano a caricare a testa bassa, D'Angelo richiama Vido e getta nella miscia Marconi: il Pisa sprinta con l'acceleratore a tavoletta. Il Chievo fatica tremendamente a ripartire sulla pressione di Giucher e compagni. Al 56' Pinato allarga per Lisi, libero di puntare al limite dell'area Dickmann: il numero 23 si porta la palla sul destro e lascia partire una pennellata d'autore che bacia il palo lontano e fa esplodere l'Arena. 1-1. Passano quasi dieci minuti nei quali le due squadre si affrontano a metà campo e poi il Pisa ritrova la via della porta. Manovra avvolgente da sinistra a destra: Masucci addomestica il cross di Gucher e spara di potenza, ma la conclusione è centrale e Semper blocca.

Nella parte centrale della ripresa il Pisa tira leggermente il fiato e il Chievo guadagna qualche metro sul campo, ma sono ancora i nerazzurri a sfiorare il gol. E' il 73' e Marin raccoglie la respinta corta della difesa ospite per riproporre il crosse nell'area gialloblu: Marconi sale in cielo e schiaccia sul secondo palo, ma la palla esce di pochi centimetri. Ci si avvia così nei minuti finali della gara con D'Angelo che aumenta il peso specifico in attacco: dentro Moscardelli al posto di uno stremato Masucci. Marcolini invece richiama Giaccherini in favore del trequartista Vignato. Il colpo di scena però accade in negativo, con l'arbitro Dionisi che sale nuovamente in cattedra con una decisione molto dubbia in collaborazione con il suo assistente. Garritano a terra trattiene la palla, Soddimo tenta di recuperarla ma finisce con il piede sulla gamba dell'avversario: è rosso diretto. E nei minuti finali, da recriminare per una vittoria meritata ai punti, ci si ritrova a ringraziare Gucher per il salvataggio sulla riga di porta: Vignato raccoglie la respinta del corner e calcia secco dal limite, ma l'austriaco salva tutto respingendo lontano. Gori, messo KO da uno scontro precedente con Djordjevic, si accascia subito dopo a terra e viene portato fuori dal campo in barella.

Il tabellino

Pisa - Chievo 1-1

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Benedetti, Caracciolo, Birindelli; Pinato (61' Soddimo), Marin, Gucher; Siega; Masucci (82' Moscardelli), Vido (54' Marconi). All. D'Angelo

Chievo (4-3-1-2): Semper; Renzetti, Leverbe, Cesar, Dickmann (73' Frey); Segre, Esposito, Garritano; Giaccherini (76' Vignato); Meggiorini (19' Djordjevic), Ceter. All. Marcolini

Reti: 8' Meggiorini (C), 56' Lisi (P)

Ammoniti: Dickmann (C), Garritano (C), Djordjevic (C), Masucci (P), Benedetti (P), Pinato (P), Siega (P), Soddimo (P)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: arbitro Federico Dionisi; angoli 9-5 (5-2); recupero 3' e 6'; espulso all'86' Soddimo (P) con rosso diretto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento