Sabato, 15 Maggio 2021
Sport

Pisa - Cosenza 3-0 | Tre gol per scacciare le ansie e tre punti per ritrovare l'entusiasmo

Cancellata l'emorragia di risultati: Gucher, Mazzitelli e Marin fanno tornare il sorriso. Arriva una vittoria che chiude virtualmente il discorso salvezza

Che bello il sapore della vittoria. Non lo assaporavamo da quasi un mese, e curiosiamente il successo ritorna con il medesimo punteggio: un 3-0 secco, netto, figlio di una supremazia completa nei confronti dell'avversario. Tre punti che spingono il Pisa a quota 43, con la salvezza praticamente in tasca e un finale di campionato da giocare a mente sgombra e con il ritrovato entusiasmo.

La gara è bloccata: il Pisa manovra e ci prova in tutti i modi, ma il Cosenza con otto uomini nella propria trequarti si difende senza eccessivi affanni e riesce a chiudere la prima frazione di gioco sullo 0-0. I nerazzurri ci mettono personalità e determinazione, manca però la misura giusta per centrare il bersaglio grosso. Eppure oggi pomeriggio, a differenza delle ultime uscite, la squadra di Taddei ci prova più volta a impensierire il portiere avversario Falcone. E anche quando il Pisa riesce a mettere un suo giocatore davanti alla porta non esulta: Palombi viene smarcato alla perfezione da Vido e Gucher, ma incrocia incedibilmente fuori. Il Cosenza è tutto in Carretta: il numero 10, ogni volta che i compagni riconquistano il pallone, sprinta sulla corsia destra per accentrarsi e provare a sfruttare il suo mancino. Ma l'unica occasione costruita nella prima frazione arriva da calcio piazzato, con Sacko che di testa impegna Gori: il portiere nerazzurro vola a deviare sulla traversa. I fantasmi improvvisamente scompaiono nel secondo tempo, quando Gucher soffia il pallone a Tiritiello e si invola verso la porta di Falcone: entra in area da sinistra, mette a sedere il suo marcatore e spedisce la palla all'angolo più lontano. Il vantaggio sblocca mentalmente e tecnicamente la squadra, che annichilisce il Cosenza in tutte le zone del campo. I calabresi non si avvicinano neppure dalle parti di Gori, nonostante i cinque cambi offensivi di Occhiuzzi. E, anzi, gli uomini di Taddei arrotondano il parziale con altre due reti. Prima è Mazzitelli che pennella una punizione dal limite, poi nel finale Marin chiude una bella combinazione tra Siega e Birindelli con un tocco preciso dall'interno dell'area.

La partita

Una gara dal peso specifico altissimo, che potrebbe significare tantissime cose. Chiudere la piccola crisi aperta dopo la terza sconfitta consecutiva in meno di due settimane. Serrare a doppia mandata la permanenza in Serie B. Lasciare aperto un piccolo spiraglio di ambizioni playoff. Pisa - Cosenza è tutto questo, ed è tantissimo. Taddei va avanti con 4-3-1-2 e rilancia dal 1' Vido in attacco, con Gucher posizionato sulla trequarti. In difesa torna Meroni accanto a Caracciolo, con Birindelli e Beghetto sugli esterni.

I nerazzurri avviano il match con piglio e autorità, manovrando con insistenza nella metà campo del Cosenza. Gli ospiti sono tutti raccolti in trenta metri per proteggere la porta di Falcone, che viene avvicinata dalle conclusioni di Mazzitelli e Palombi nei primi 10’. Il centrocampista raccoglie il suggerimento basso di Marin al limite dell’area, ma col destro spara altissimo. Il numero 9 invece col tacco prova a deviare la percussione di Vido sulla linea di fondo, ma anche in questo caso non trova la porta. Le sortite offensive dei calabresi sono pilotate principalmente da Carretta, che si allarga a destra ogni volta che i compagni rientrano in possesso del pallone per sfruttare la sua rapidità. Da un affondo proprio del numero 10 rossoblu nasce la prima occasione degli ospiti al 14’. Sacko di testa raccoglie la punizione e incrocia: Gori con un colpo di reni riesce a deviare sulla traversa. La difesa nerazzurra riesce a liberare con ordine e riparte con rapidità con cinque uomini. Marin da destra taglia dalla parte opposta: Vido stoppa in area e calcia col destro senza trovare ancora una volta lo specchio della porta.

Quando i nerazzurri alzano la pressione sulla trequarti riescono a mettere in difficoltà il Cosenza, come al 17’ quando Ba svirgola il rinvio e agevola la botta col destro di Vido: conclusione potente ma centrale, Falcone ci mette i pugni. Dieci minuti dopo Palombi ha un'occasione clamorosa dopo lo scambio sulla trequarti tra Vido e Gucher: il numero 9 scatta in verticale e taglia la difesa del Cosenza presentandosi davanti a Falcone. Palombi incrocia sulla sinistra ma la palla va fuori in modo incredibile. Il Cosenza invece è tutto nelle folate in profondità di Carretta, che anche al 35' costringe la difesa nerazzurra a una rincorsa di trenta metri per chiudere in angolo.

La squadra si ripresenta in campo per la seconda frazione con Siega al posto di Quaini, e trova il meritato vantaggio al 50' con una supergiocata di Gucher. Tiritiello sbaglia il rinvio sul centrodestra, spalancando il campo alla percussione del capitano. L'austriaco entra in area da sinistra, mette a sedere il suo marcatore e poi con il destro spedisce la palla all'angolo lontano: 1-0. Occhiuzzi corre ai ripari togliendo un centrale (Schiavi) e schierando il trequartista Tremolada. Taddei risponde con Belli al posto di Beghetto e Sibilli per Vido, col chiaro intento di sfruttare i varchi più ampi lasciati dagli ospiti sbilanciati in avanti per cercare il pareggio.

Il Pisa però si è scrollato di dosso tutte le ansie e le incertezze delle scorse settimane e controlla con serenità i tentativi del Cosenza. E al 73' piazza il colpo del virtuale KO. Gucher conquista una punizione preziosa al limite dell'area calabrese, che batte Mazzitelli: destro a girare sopra la barriera e palla all'angolino con Falcone immobile. E poi i nerazzurri vanno di accademia: il Cosenza dalla panchina getta nella mischia quattro attaccanti ma non esce alcuna occasione. Il Pisa gestisce con tranquillità il doppio vantaggio e all'86' piazza anche il terzo colpo che chiude definitivamente i conti. Bello scambio nello stretto tra Marin, Birindelli e Siega, che dal limite imbuca in verticale per il romeno: controllo e destro sul secondo palo. Game, set, match.

Il tabellino

Pisa - Cosenza 3-0

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Meroni, Caracciolo, Beghetto (65' Belli); Marin, Quaini (46' Siega), Mazzitelli; Gucher (88' Mastinu); Vido (65' Sibilli), Palombi (57' Marconi). All. Taddei

Cosenza (3-4-1-2): Falcone; Tiritiello, Ingrosso, Schiavi (61' Tremolada); Corsi (85' Bouah), Sciaudone (78' Kone), Ba, Crecco; Carretta; Sacko (78' Sueva), Gliozzi (78' Trotta). All. Occhiuzzi

Reti: 50' Gucher (P), 73' Mazzitelli (P), 86' Marin (P)

Ammoniti: Quaini (P), Ba (C), Sciaudone (C), Birindelli (P)

Note: arbitro Rosario Abisso; angoli 3-6 (2-4); recupero 2' e 3'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Cosenza 3-0 | Tre gol per scacciare le ansie e tre punti per ritrovare l'entusiasmo

PisaToday è in caricamento