Pisa - Cremonese: le probabili formazioni | D'Angelo: "Squadra da battaglia per superare un avversario molto forte"

Mancherà soltanto il difensore Meroni: recuperati Birindelli, Palombi e Vido. Il tecnico chiede determinazione e alta intensità agonistica ai suoi uomini

Si rompe il ghiaccio anche in casa. E per la prima volta dopo sette mesi di deserto assoluto, sugli spalti ci saranno diverse centinaia di tifosi pronti a spingere i nerazzurri. Il Pisa domani, domenica 4 ottobre, alle 15 darà il via alle ostilità con la Cremonese in un'Arena Garibaldi nuovamente aperta al pubblico. Soltanto mille i posti concessi dalle autorità, nel ferreo rispetto delle indicazioni anticontagio: ancora meno i tagliandi staccati dai supporters pisani, raffreddati dalle restrizioni e dall'impossibilità di godersi la partita come di solito avviene nel catino nerazzurro. Ma tant'è: occorre fare di necessità virtù per chi siederà sui gradoni e assisterà dal vivo al match.

Intensità e determinazione

D'Angelo e i suoi uomini tornano sul prato dell'Arena Garibaldi a quattro giorni dalla vittoriosa gara di Coppa Italia contro la Juve Stabia. Nel secondo turno di campionato i nerazzurri si presentano con l'organico quasi al completo: assenti solamente Meroni (che sta recuperando velocemente da uno stiramento accusato in fase di preparazione) e il giovanissimo Alberti in attacco. Pienamente recuperati invece gli acciaccati Palombi e Birindelli. Il Pisa giocherà la terza partita in una settimana ma l'allenatore del Pisa afferma che "i ragazzi stanno bene e sono pronti ad affrontare una delle formazioni più forti ed esperte della Serie B. Da parte nostra dovremo sicuramente fare una partita di grande intensità e intelligenza tattica".

L'allenatore nerazzurro si dice "impressionato dalla personalità e dalla determinazione della squadra nella gara di Coppa Italia di mercoledì scorso. Non era semplice imprimere la stessa interpretazione che abbiamo in campionato". Un impatto mentale che D'Angelo chiede ai suoi uomini anche per la partita di domani: "Con le cinque sostituzioni inoltre potremo mantenere alta l'intensità agonistica. Il campo sarà molto pesante e quindi ci sarà bisogno di forze fresche ben distribuite lungo l'intero arco del match".

Riguardo all'attualità e all'aumento dei contagi, D'Angelo spiega che "il Genoa rappresenta il caso limite per il nostro sport. Era ovviamente impensabile far giocare questa partita, ma allo stesso modo è la dimostrazione che dobbiamo sforzarci di convivere con il virus mantenendo alta la guardia". E sul pubblico il tecnico nerazzurro conclude: "L'apertura parziale riporterà comunque un po' della nostra gente allo stadio. Cercheremo con ancora più impegno di dare loro una bella soddisfazione".

Voglia di riscatto

In casa grigiorossa il sentimento che pervade un po' tutti è la voglia di riscatto. Nei confronti di una passata stagione tormentata, fallimentare e troppo brutta per essere vera: partiti per disputare un campionato di vertice, dalle parti di Cremona si sono ritrovati fino a due giornate dalla fine a lottare per non finire nella lotteria dei playout. E voglia di riscatto per la gara di debutto della stagione, terminata con una sconfitta senza appelli in casa al cospetto del Cittadella (0-2). Pierpaolo Bisoli, confermato sulla panchina dopo aver salvato la squadra qualche mese fa, gode della stima della società e del pubblico. Il tecnico ha voluto espressamente confermare lo zoccolo duro della rosa dell'annata passata, sulla quale ha innestato un paio di rinforzi per reparto.

Nel 4-3-1-2 disegnato da Bisoli non dovrebbe trovare posto dal 1' il freschissimo ex Marco Pinato, mentre sulla trequarti giocherà Gaetano, protagonista di un duello di mercato tra la Cremonese e il Pisa. Il prodotto del vivaio del Napoli è stato cercato con forza dai nerazzurri, ma alla fine l'hanno spuntata i lombardi sulla scorta della seconda parte di stagione positiva vissuta dal numero 10 all'ombra del Torrazzo.

L'arbitro e le curiosità della partita

La prima partita casalinga di campionato sarà diretta da Matteo Gariglio di Pinerolo: un assoluto debuttante in Serie B dopo oltre 60 gare dirette in Serie C. Il fischietto piemontese ha arbitrato nella vincente trasferta a Olbia del 16 marzo 2019: gli uomini di D'Angelo vinsero grazie all'inzuccata di Fabrizio Brignani. Nessun precedente invece tra Gariglio e la Cremonese.

I nerazzurri cercheranno di riprendere da dove hanno interrotto lo scorso 27 luglio nella sfida con l'Ascoli (1-0, gol di Siega): c'è una striscia di sei vittorie consecutive da portare avanti. Questa serie è iniziata il 29 febbraio contro il Perugia, curiosamente nell'ultima partita alla quale poterono assistere tutti i tifosi nerazzurri senza alcuna restrizione: poi sono arrivate le vittorie contro Livorno, Pescara, Cittadella, Trapani e appunto Ascoli.

La Cremonese invece può vantare un rendimento esterno di altissimo livello, che è stato anche il segreto per il raggiungimento della salvezza nello scorso campionato. I grigiorossi non perdono lontano dallo 'Zini' dall'11 febbraio: Spezia - Cremonese 3-2. Dopo quella gara, i lombardi hanno messo insieme 4 vittorie e 3 pareggi.

La sfida tra Pisa e Cremonese è stata giocata 19 volte all'Arena Garibaldi: i nerazzurri hanno ottenuto ben 12 vittorie contro le 4 dei grigiorossi (3 pareggi). Un anno fa la doppietta di Marconi e le reti di Verna e Masucci rifilarono un sonoro 4-1 agli uomini allenati allora da Massimo Rastelli. L'ultimo successo grigiorosso risale al 18 marzo 2007 in Serie C (0-1).

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Lisi, Varnier, Caracciolo, Pisano; Mazzitelli, Marin, Gucher; Soddimo; Vido, Marconi. All. D'Angelo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cremonese (4-3-1-2): Alfonso; Crescenzi, Terranova, Bianchetti, Fiordaliso; Valzania, Castagnetti, Gustafsson; Gaetano; Strizzolo, Ciofani. All. Bisoli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento