Pisa - Cremonese 1-1 | Pari tra le polemiche, i grigiorossi ringraziano l'arbitro

Vido sblocca le marcature, poi sale in cattedra il direttore di gara. Prima fischia una punizione dubbia trasformata da Buonaiuto per il pareggio, poi annulla il secondo vantaggio nerazzurro siglato da Masucci con una decisione scorretta

Lotta a tutto campo e tante, fortissime recriminazioni verso un direttore di gara decisamente insufficiente. La Cremonese arriva a Pisa per portare a casa il pareggio e lo fa con una partita fisica e attenta. E anche grazie a decisioni arbitrali contestate da tutta la squadra nerazzurra. Arriva così il secondo pareggio consecutivo dopo il 2-2 di Reggio Emilia.

Gara combattuta e frenetica fin dalle prime battute di gioco. La Cremonese sceglie di affrontare il Pisa con fisicità e intensità in tutte le zone del campo. I nerazzurri nei primi minuti però trovano gli spazi giusti per portare pericoli alla porta grigiorossa e rompono l'equilibrio alla prima sortita. Soddimo calcia un corner che la difesa lombarda non allontana, Marin e Vido dialogano al limite e il numero 19 lascia partire un rasoterra chirurgico che si spegne all'angolino basso. Poi Mazzitelli sfiora il raddoppio con un inserimento dalle retrovie e un'inzuccata che esce di poco. Dopo questo episodio è la Cremonese che prende campo, aiutata anche da un direttore di gara che tollera duelli fisici parecchio duri. Da uno di questi esce fuori una punizione in favore degli ospiti che scatena le polemiche del Pisa e dell'Arena Garibaldi: la battuta di Buonaiuto è imprendibile, palla all'incrocio e partità in parità all'intervallo. La ripresa è ancora più spezzettata, con la Cremonese che non cambia atteggiamento e bada quasi esclusivamente a non prenderle. E ringrazia anche l'arbitro e il primo assistente per il gol incredibilmente annullato a Masucci dopo l'ora di gioco. Un decisione cervellotica, visto che il numero 26 ribadisce in rete la respinta del palo dopo il tiro di Vido. I grigiorossi poi alzano la barricata e portano a casa un punto poco meritato.

La partita

L'abbraccio della propria gente. Anche se in poche centinaia, molti meno dei mille possibili in virtù della riapertura concessa dalla Regione, oggi i tifosi nerazzurri riabbracciano i loro eroi dagli spalti dell'Arena Garibaldi. Sarà una sorta di prima volta parecchio emozionante, visto che ormai sono trascorsi oltre sette mesi dall'ultima gara in cui la gente pisana ha potuto assistere dal vivo alle gesta di Gucher e compagni. Chissà che non sia un segnale del destino il fatto di debuttare in casa, nel secondo turno di campionato, insieme ai tifosi. Tocca ai nerazzurri dimostrarlo in un match dalle molte insidie contro la Cremonese.

D'Angelo conferma il modulo (4-3-1-2) e dieci undicesimi della formazione partita titolare a Reggio Emilia: l'unico variazione è il debutto dal 1' di Luca Mazzitelli in mediana al posto di Siega. In attacco confermato il tandem composto da Marconi e Vido. Molte sorprese invece nelle fila degli avversari, con Bisoli alle prese con numerose assenze e acciacchi che lo costringono a rivoluzionare lo scacchiere: Ghisolfi sulla trequarti al posto di Gaetano, Volpe tra i pali invece di Alfonso.

La Cremonese parte forte e prova a tenere lontano il Pisa dalla sua area di rigore pressando a tutto campo e schermando le linee di passaggio quando i nerazzurri entrano in possesso di palla. Ma gli uomini di D'Angelo mettono la freccia alla prima sortita: Soddimo calcia l'angolo, Marin e Vido al limite dell'area gestiscono la respinta corta dei grigiorossi e il numero 19 pesca l'angolino lontano con un colpo da biliardo. 1-0 all'8'. I grigiorossi non si scuotono dopo la rete e non tramutano l'intensità della pressione in pericolosità dalle parti di Perilli. E allora tocca al Pisa sfiorare la rete con Mazzitelli al 20': Gucher scodella sul secondo palo dove irrompe il numero 36 che incorna di potenza ma senza troppa precisione. Palla a lato di un metro.

Stavolta il pericolo sveglia la Cremonese e servono tutti i riflessi di Perilli per mantenere inviolata la porta. Ciofani al 23' incrocia da posizione defilata, il portiere nerazzurro smanaccia in corner. L'inerzia sembra essersi invertita: Gucher e compagni mostrano eccessiva frenesia nella gestione della sfera e gli avversari ne approfittano per prendere metri. D'Angelo dalla panchina predica calma ma i suoi faticano a ritrovare il bandolo della matassa. Al 41' Gucher sottrae la sfera a Buonaiuto al limite dell'area: lo scontro per Gariglio è falloso e nella punizione fischiata proprio il numero 10 trova il pareggio. Palla all'incrocio dei pali, Perilli non può nulla.

Batti e ribatti anche nella prima fase del secondo tempo, ma Lisi sale di tono e aumenta il suo raggio d'azione: le sue discese adesso trovano un'opposizione meno convinta e in due suoi cross Soddimo va vicino al gol con due inzuccate poco precise. D'Angelo capisce che è arrivato il momento di gettare forze fresche in campo e lo fa pescando Birindelli, Siega e Masucci dalla panchina. Al 63' proprio Siega serve a rimorchio Gucher al limite dell'area: il capitano lascia passare per Vido, smarcato al tiro dal limite. Palla sporcata in corner.

Trascorrono soltanto due minuti e ancora il numero 19 viene smarcato a centro area dalla combinazione con Marconi. Azione strepitosa tra i due attaccanti con Vido che però si lascia ipnotizzare nell'uno contro uno con Volpe: il portiere grigiorosso si esibisce in una parata strepitosa dalla quale nasce un parapiglia che coinvolge Marconi e Masucci. Prima la palla rimbalza sul palo, poi Masucci la scaglia in rete: il gol è buono ma il guardalinee lo annulla segnalando un fuorigioco inesistente.

La Cremonese ringrazia e riprende a correre e contrastare a tutto campo. I grigiorossi conquistano una serie di corner ben controllati dalla difesa nerazzurra e D'Angelo cerca nella panchina le residue idee per rompere l'inerzia. Ecco in campo Palombi e De Vitis.

Il tabellino

Pisa - Cremonese 1-1

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Lisi, Caracciolo, Varnier, Pisano (55' Birindelli); Mazzitelli, Marin (61' Masucci), Gucher (82' De Vitis); Soddimo (61' Siega); Vido (82' Palombi), Marconi. All. D'Angelo

Cremonese (4-3-1-2): Volpe; Crescenzi (81' Valeri), Terranova, Bianchetti, Ravanelli; Pinato (30' Buonaiuto), Gustafson, Valzania; Ghisolfi (46' Deli); Ceravolo (65' Strizzolo), Ciofani (81' Celar). All. Bisoli

Reti: 8' Vido (P), 41' Buonaiuto (C)

Ammoniti: Ravanelli (C), Strizzolo (C), Lisi (P), Birindelli (P), Terranova (C)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: arbitro Matteo Gariglio; angoli 4-6 (2-1); recupero 1' e 4'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento