Domenica, 26 Settembre 2021
Sport

Pisa - Cuneo 1-0 | Basta l'inzuccata di Negro: i nerazzurri volano al terzo posto

Ottimo Pisa nei primi venti minuti. Poi gli ospiti mettono ripetutamente in difficoltà i nerazzurri costruendo tre palle gol. Nella ripresa la squadra smette di giocare e subisce il pressing piemontese

Il Pisa Sporting Club torna all'Arena Garibaldi, per affrontare nel 24° turno del Girone A il Cuneo. I nerazzurri chiedono strada ai piemontesi e centrare così la terza vittoria consecutiva fra le mura amiche. I risultati delle squadre davanti a Mannini e compagni in classifica, tutte in campo alle 14.30, sono infatti a loro favorevoli. Livorno, Siena e Viterbese - in rigoroso ordine di graduatoria - hanno pareggiato, offrendo così un assist ghiottissimo al Pisa per accorciare prima di tutto sul secondo posto.

La partita

Per ottenere il secondo successo del 2018 mister Pazienza sceglie di lasciare in panchina dal primo minuto tutti i nuovi arrivi dell'ultimo giorno di mercato, rilanciando invece Giannone fra i titolari dopo diverse settimane trascorse in panchina. Tra i pali ancora una volta Voltolini al posto di un Petkovic non ancora in perfette condizioni. Pacchetto difensivo confermato, al pari della coppia centrale di centrocampo formata da Izzillo e Gucher. Terminale offensivo Negro, con Sainz Maza e Giannone sugli esterni e Masucci alle sue spalle. Mister Viali conferma invece lo schieramento abbottonato previsto ieri, con una linea difensiva composta da cinque elementi. Rosso e Cristini in cabina di regia, supportati da Gerbaudo, e fase offensiva affidata a Dell'Agnello e Galuppini.

Prima del fischio d'inizio la Curva Nord e la Gradinata espongono due striscioni che espongono in maniera chiara e semplice la posizione della tifoseria nerazzurra sulla questione della ristrutturazione dello stadio, ribadita anche in occasione dell'assemblea tenutasi giovedì 1 febbraio alla Leopolda.

curva nord 4 febbraio 2018

gradinata 4 febbraio 2018

La sfida regala due grandi emozioni in appena cinque minuti. Al 3' è il Pisa che riconquista palla in mezzo al campo e si distende in contropiede. Masucci allarga per l'accorrente Birindelli: il suo cross rasoterra pesca in mezzo all'area Negro, ma il suo destro di prima intenzione viene contrastato con successo dalla difesa ospite. Un minuto dopo Filippini concede un corner decisamente evitabile, e dagli sviluppi del calcio da fermo in mischia il Cuneo conclude a rete. Buon per Voltolini che il tiro è centrale e finisce fra le sue mani. I berazzurri non si fanno spaventare dalla fiammata piemontese, prendendo il pallino del gioco in mano e comandando il ritmo del match. Al 10' Sainz Maza smarca sul fondo Filippini, che crossa di prima intenzione sul primo palo. Masucci brucia sul tempo il suo diretto marcatore, ma la sua incornata trova la risposta miracolosa di Stancampiano.

Il Cuneo non resta a guardare, e si proietta in avanti con il secondo corner della serata al 13'. La difesa nerazzurra sbaglia ancora il rilancio, con la palla che resta pericolosamente in mezzo all'area. Il diagonale di Conrotto sembra a botta sicura, ma Voltolini osserva la palla sfllare a fil di palo. I biancorossi creano qualche grattacapo ai nerazzurri grazie alle sovrapposizioni sulle fasce, costringendo la difesa a delle lunghe diagonali. Il Pisa però al 17' riconquista la palla nel cerchio della metà campo, e con tre passaggi trova il vantaggio. Negro apre per Giannone sulla destra. Il trequartista scarica per l'accorrente Birindelli, che crossa in area di prima: a raccogliere il suggerimento c'è proprio Negro, che spizza sul secondo palo gonfiando la rete. Sull'onda dell'entusiasmo i nerazzurri costruiscono altre due occasioni pochi minuti dopo. Al 21' Gucher scarica un diagonale rasoterra che dopo la leggera deviazione della difesa sbatte sul palo e finisce in angolo. Batte Negro: Stancampiano sbaglia clamorosamente l'uscita, la palla dopo un doppio rimpallo termina in rete, ma l'arbitro fischia un dubbio fallo sull'estremo difensore ospite.

Dopo lo sbandamento ed aver rischiato il colpo del potenziale KO, il Cuneo al 27' mette altri brividi all'Arena. Gerbaudo prende la mira e dai 30 metri fa partire un bolide che fa la barba all'incrocio dei pali, con Voltolini ampiamente battuto. Gli ospiti dopo questa occasione ci credono maggiormente, rispondendo colpo su colpo alla manovra nerazzurra. Al 35' la difesa del Pisa sbaglia la lettura di una palla alta, e Dell'Agnello con un sponda mette davanti alla porta Galuppini. L'attaccante biancorosso entra in area, prende la mira, spiazza Voltolini, ma grazia il Pisa spedendo la palla fuori. 

La prima frazione non ha più niente da raccontare, ed il Pisa va al riposo in vantaggio dopo aver disputato venti minuti di altissimo livello. I nerazzurri però non sono riusciti a chiudere virtualmente la sfida con il gol del 2-0 nonostante alcune ottime azioni, scoprendo il fianco in troppe occasioni alla manovra sulle fasce degli ospiti. Il Cuneo ha gettato alle ortiche tre palle gol nitide: i biancorossi hanno di che recriminare visto l'equilibrio complessivo del primo tempo.

Il secondo tempo si apre rispettando la falsa riga del primo: il Pisa cerca di abbassare il ritmo del match e sfruttare le improvvise accelerazioni degli esterni. Il Cuneo non ha timori reverenziali e prova a rimettere in piedi la sua gara con caparbietà. In particolare i biancorossi insistono sulla loro fascia sinistra, puntando un Birindelli non esente da errori nel corso della sua prestazione. Rispetto ai primi 45' però le due squadre faticano maggiormente a costruire azioni lineari, contribuendo così a creare confusione in mezzo al campo. Gli ospiti si conquistano un paio di punizioni sul lato corto dell'area di rigore, ma la difesa nerazzurra rispedisce al mittente in entrambe le occasioni la palla ed il pericolo.

Come è sovente accaduto nelle ultime uscite, la squdra di Pazienza nella seconda frazione si propone con un atteggiamento eccessivmente rinunciatario. Ne approfitta il Cuneo per guadagnare una decina di metri sul terreno di gioco e aumentare leggermente la pressione sulla retroguardia nerazzurra. Ma l'azione più bella viene costruita dal Pisa, che si distende in contropiede al 81' grazie al break di De Vitis. Il numero 30 sradica la palla dai piedi di Dell'Agnello al limite dell'area, e ribalta  l'azione con una progressione di 60 metri. La sfera arriva a Lisi sulla destra, che pennella al centro per l'inserimento dello stesso De Vitis: la scivolata del centrocampista in diagonale termina sul fondo di poco.

Dal possibile raddoppio, ad un altro pericolo per la porta di Voltolini al 87'. Il lancio dalle retrovie pesca Dell'Agnello tutto solo sul secondo palo. La sua sponda in mezzo è diretta al rimorchio di Gerbaudo, che sbaglia l'impatto con la palla e non trova lo specchio. Dopo questa azione il Cuneo tira definitivamente i remi in barca, ed il Pisa può così festeggiare il terzo successo consecutivo interno. Per i nerazzurri però ancora una volta troppa passività nella gestione del risultato, e poca incisività nella ricerca del raddoppio.

Le pagelle

Il tabellino

Pisa - Cuneo 1-0

Pisa (4-2-3-1): Voltolini; Filippini, Carillo, Ingrosso, Birindelli (83' Di Quinzio); Gucher, Izzillo (56' De Vitis); Sainz Maza (67' Mannini), Masucci (67' Ferrante), Giannone; Negro (56' Lisi). All. Pazienza

Cuneo (5-3-2): Stancampiano; Sarzi Puttini (83' Testoni), Conrotto, Zigrossi (73' Pellini), Boni, Zappella; Rosso, Cristini (59' Bruschi), Gerbaudo; Dell'Agnello, Galuppini (73' Zamparo). All. Viali

Reti: 17' Negro (P)

Ammoniti: Rosso (C)

Note: arbitro Matteo Marcenaro; angoli 2-4 (1-3); recupero 0 e 4'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Cuneo 1-0 | Basta l'inzuccata di Negro: i nerazzurri volano al terzo posto

PisaToday è in caricamento