menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pisa - Empoli: le probabili formazioni | D'Angelo: "Empoli capolista con merito. Ma noi abbiamo il dente avvelenato"

Dopo tre cocenti sconfitte in altrettante sfide, il Pisa vuole ribaltare l'esito del derby con gli azzurri. D'Angelo ritrova Marin in mezzo al campo e ha 'problemi' di abbondanza in tutti i reparti

Negli occhi c'è ancora la prestazione scintillante di Monza di una settimana fa. Nella mente c'è già la grande attesa per la sfida alla capolista di domani, sabato 20 febbraio: all'Arena Garibaldi sarà di scena l'Empoli (fischio d'inizio alle ore 18). Un altro esame dal peso specifico altissimo per gli uomini di Luca D'Angelo: dopo aver messo in scacco la corazzata lombarda, tocca ai migliori della Serie B.

Voglia di riscatto

I nerazzurri ritrovano Marius Marin, rimasto fuori dalla trasferta a Monza per squalifica, e Lorenzo Masetti: il giovanissimo difensore centrale ha risolto il problema alla caviglia. Rimangono ai box soltanto gli attaccanti Masucci e Sibilli: stanno spingendo per accelerare i tempi del rientro, ma ne ancora per almeno un mese abbondante. "Ci avviamo a disputare un derby - commenta Luca D'Angelo - contro una delle formazioni più forti della categoria. Nell'ultimo anno e mezzo questo avversario ci ha fatto passare sempre giornate brutte e amare, e c'è il desiderio di invertire la tendenza".

All'andata il Pisa venne travolto dalla formazione azzurra, "perché avevamo alcune difficoltà che abbiamo risolto strada facendo. Loro invece sono partiti fortissimo e stanno meritando la vetta: sono il meglio che la B propone in questo momento. Una settimana fa siamo riusciti a superare il Monza, un'altra delle corazzate del torneo. Rispetto ai lombardi, l'Empoli ha grandissima continuità di rendimento e una forte autostima, comprovata dai risultati".

Sul tema degli arbitraggi e degli errori dei direttori di gara, in cui il Pisa purtroppo si è trovato spesso protagonista in negativo, D'Angelo non vuole soffermarsi: "Un po' tutti hanno sofferto situazioni sfavorevoli. Anche l'Empoli nelle ultime tre partite ha subito decisioni dubbie. C'è urgente bisogno del Var anche in B".

Convinzione e determinazione

Arriva un Empoli molto arrabbiato: sembra un paradosso, a giudicare dalla classifica che vede gli azzurri al comando con ben cinque lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici. Dalle parti del Castellani però proprio non hanno digerito gli arbitraggi delle ultime tre partite, chiuse tutte con un pareggio e viziate, secondo l'ambiente azzurro, da decisioni arbitrali nettamente sfavorevoli.

E, effettivamente, gli uomini di Dionisi soprattutto a Monza e in casa della Spal si sono visti fischiare contro due rigori grotteschi. Che hanno anche contribuito a frenare leggermente la marcia trionfale di Mancuso e compagni, lanciati fino a un mese fa in una corsa di sole (quasi) vittorie. Nel 4-3-1-2 disegnato da Alessio Dionisi si sta esaltando proprio Leonardo Mancuso, capocannoniere con 13 centri, e l'intero pacchetto difensivo. La manovra azzurra si sviluppa sempre, contro qualsiasi avversario, nella metà campo offensiva. L'Empoli porta molti uomini a ridosso dell'area avversaria, alzando molto il baricentro e costringendo così l'altra squadra a schiacciarsi e pensare principalmente a difendersi.

L'arbitro e le curiosità della partita

Il derby sarà diretto da un fischietto prestigioso: Gianluca Manganiello di Pinerolo, che vanta ben 61 presenze in Serie A e quasi 100 in cadetteria. I nerazzurri sono imbattuti con lui in campo: 4 pareggi e un solo successo, risalente però all'aprile del 2011 in Serie C.

Il Pisa in casa ha una striscia di imbattibilità che va avanti da otto turni: l'ultima sconfitta risale allo scorso 28 novembre, quando il Cittadella passeggiò 4-1. Poi Gucher e compagni hanno raccolto 4 vittorie e 4 pareggi. Un rendimento da alta classifica che viene bilanciato dal percorso pazzesco intrapreso dall'Empoli fin dall'avvio della stagione in trasferta. Gli azzurri sono un rullo compressore lontano dal Castellani: 5 vittorie, 6 pareggi e 1 sola sconfitta (a Venezia).

Domani sera si giocherà il trentesimo match ufficiale tra Pisa ed Empoli sul prato dell'Arena Garibaldi: il bilancio è decisamente a favore del Pisa, che ha ottenuto 15 vittorie contro le 4 dell'Empoli (9 pareggi). Proprio nella gara disputata nello scorso campionato l'Empoli ha centrato una vittoria rocambolesca: alla doppietta di Mancuso rispose con la stessa moneta Marconi, ma poi Frattesi a tempo scaduto spense gli entusiasmi con un jolly che regalò i tre punti agli ospiti.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Varnier, Caracciolo, Beghetto; Gucher, De Vitis, Mazzitelli; Mastinu; Marconi, Palombi. All. D'Angelo

Empoli (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Nikolaou, Romagnoli, Parisi; Ricci, Stulac, Haas; Moreo; Mancuso, La Mantia. All. Dionisi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Riapre la gelateria De' Coltelli dopo la pausa invernale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento