Sport

Pisa-Foggia, le probabili formazioni | 180 minuti per la Serie B

Scocca l'ora X, con i nerazzurri chiamati alla miglior prestazione stagionale per avvicinarsi concretamente alla promozione

Un’altra settimana tormentata in casa Pisa, con le vicende societarie che hanno tenuto banco più della parte calcistica, ma alle porte, esattamente domenica 5 giugno alle 18, c'è la sfida in cui il Pisa affronterà il Foggia all'Arena Garibaldi nella gara di andata della finale playoff: penultimi 90 minuti di gioco, poi la prossima settimana il verdetto.

Tanta l'attesa in città per questo match, con l'impianto sportivo pisano pronto a registrare il record di presenze stagionali. Un tutto esaurito, anche nel settore ospiti, dove i foggiani offriranno sicuramente un bel colpo d'occhio, ben ribattuto da quella che sarà la splendida coreografia che sta allestendo la Curva Nord. Spogliatoio sereno, con la squadra che nel pomeriggio di sabato ha effettuato la consueta rifinitura preparando la partita esattamente come le altre. Senza ansie.

A confermarlo è mister Gattuso nella consueta conferenza stampa, dove poi aggiunge: "Voglio ringraziare la squadra, se siamo qui è merito loro, ma c'è tranquillità, abbiamo pensato solo a lavorare bene, siamo molto maturati sotto il punto di vista mentale. Negli occhi dei ragazzi non c'era molta tensione, dobbiamo solo pensare a scrivere la storia".

Temibile l'avversario, ma il trainer pisano pensa soprattutto alla squadra: "Loro hanno qualcosa più di noi, giocano un calcio che in Lega Pro non si vede, e hanno una giusta mentalità, ma non sempre vince la squadra più forte, noi dobbiamo farci trovare pronti e battaglieri. Dobbiamo fare una grande prestazione, senza lasciargli campo e prestando la massima attenzione: abbiamo speso molto a livello fisico, ma so che non molleremo".

QUI PISA. Se si esclude l'infortunato Polverini, squadra al completo per mister Gattuso, che ritrova anche Verna, uscito anzitempo nella sfida di Pordenone. Possibile quindi il 4-3-3 visto nella gare dei playoff sinora giocate, con Bindi tra i pali, Golubovic, Crescenzi, Lisuzzo e Avogadri a formare il pacchetto difensivo, Verna, Di Tacchio e Tabanelli a centrocampo e il roboante tridente d’attacco fatto da Varela, Cani e Mannini. Qualora ci fossero cambiamenti, potremmo vedere Avogadri a destra e Fautario a sinistra, ma la cosa al momento appare improbabile, tanto quanto un cambio di modulo e quindi il ritorno al 3-5- 2 per arginare la rapidità degli esterni avversari.

QUI FOGGIA. Non dovrebbero esserci cambiamenti neppure sul versante avversario, con il collaudato 4-3-3 che vedrà Narciso tra i pali, Gerbo (in ballottaggio con Angelo, che non ha però i 90' nelle gambe), Loiacono, Coletti e Di Chiara in difesa, Agnelli, Vacca e Riverola a centrocampo e il temibile tridente formato da Sarno, Iemmello e Chiricò; difficilmente, anche mister De Zerbi cambierà modulo, anche se l’alternativa potrebbe essere un 3-5-2 con l'inserimento di De Giosa in difesa e gli esterni del pacchetto arretrato a centrocampo, ma questo vorrebbe dire rinunciare a un attaccante, l'opzione sembra poco percorribile. Assenti Gigliotti e i lungodegenti Lanzaro e Viola, da tempo costretti ai box per i rispettivi infortuni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Foggia, le probabili formazioni | 180 minuti per la Serie B

PisaToday è in caricamento