Giovedì, 24 Giugno 2021
Sport

Pisa - Foggia 4-2 | Arena in delirio per il poker dei nerazzurri

In una gara combattuta sempre ad alti ritmi la truppa di mister Gattuso stende il Foggia. Domenica prossima la decisiva sfida di ritorno

Foto di Valentina Balestri

Domenica 5 giugno: una tra le domeniche più calde da ricordare per i pisani. All'Arena Garibaldi si è giocata l'andata della finale playoff e a decidere i primi 90' è stato il poker che i nerazzurri hanno calato contro i satanelli, che comunque sono riusciti a segnare due gol. La sfida di ritorno si giocherà allo 'Zaccheria' domenica 12 giungo, in un clima incandescente. La storia è a un passo.

LA PARTITA. Formazione che vince non si cambia, ed ecco che mister Gattuso ripropone l'esatto 4-3-3 delle scorse domeniche, quello che ha portato alla finale. In porta va Bindi, protetto dal quartetto difensivo formato da Golubovic e Avogadri a presidiare le fasce e Crescenzi e Lisuzzo al centro; centrocampo affidato a Verna, Di Tacchio e Tabanelli, mentre Varela, Çani e Mannini vanno a comporre il tridente offensivo.

Nessun cambiamento neppure sul versante avversario, mister De Zerbi decidi di affidarsi nuovamente al collaudatissimo 4-3-3 che vede Narciso tra i pali, Gerbo, Loiacono, Coletti e Di Chiara in difesa, Agnelli, Vacca e Riverola a centrocampo e lo spregiudicato tridente formato da Sarno, Iemmello e Chiricò.

PRIMO TEMPO. Calcio di avvio del Foggia, ma è il Pisa a sbloccare la gara al 4', con Mannini eccellente nell'approfittare del liscio difensivo di Coletti e beffare Narciso con un pallonetto. I rossoneri accusano il colpo e si innervosiscono, tanto che il primo giallo va a Loiacono all'8'. L'emotività non aiuta i satanelli, che al 12' subiscono il raddoppio: Cani oltrepassa Gerbo arrivando al tiro, Narciso ci arriva ma fa una mezza papera, sulla respinta Varela ci mette la zampata e firma il 2-0.

Inizia però a crescere la truppa rossonera, con Iemmello che al 18' prova a impensierire Bindi, l'estremo difensore rossonero è bravo nell'uscita; 5' dopo, però, la svista di Golubovic è fatale al Pisa, perché Chiricò, servito alla perfezione da Sarno, riesce ad approfittarne beffando Bindi con un diagonale dall'out sinistro.

Per la truppa di Gattuso il gol è un po' un deterrente, la squadra sembra accusare il colpo tanto da essere alle volte troppo schiacciata nella propria area. E al 41' il pari del Foggia: da una rimessa laterale, dalla trequarti Chiricò riesce a trovare Iemmello che, tra Lisuzzo e Avogadri, trova l'incornata vincente. Non impeccabile Bindi. E Varela viene ammonito.

SECONDO TEMPO. In avvio di ripresa, al 2', Mannini cerca Lisuzzo da calcio piazzato, ma Narciso in uscita arriva prima del difensore nerazzurro. La gara è sempre molto tesa, il Foggia diventa piuttosto falloso anche se il direttore di gara è cauto con i cartellini: solo al 9' ammonisce Di Chiara.

Al 17' mister De Zerbi opta per il primo cambio, con Angelo che prende il posto di Riverola, ma poco dopo occasione Pisa: al 18' Cani spizzica di testa per Verna, ma il centrocampista calcia alto un pallone comunque non semplice. I nerazzurri provano a pressare, i foggiani buttano la sfida sui nervi, tanto che Tabanelli rimedia il giallo. Cresce il Pisa, al ci prova Verna con una punizione dalla distanza che va però alle stelle.

Due minuti dopo è Cani, con una potente e spettacolare conclusione mancina, a riportare i toscani in vantaggio; al 27' il colosso albanese fa spazio a Eusepi. Altre forze fresche in casa Pisa, al 32' Peralta rileva Varela, ma la gara cambia ancora al 34', quando Narciso atterra in area Mannini e il direttore di gara concede il penalty: il capitano non fallisce, e cala il 4-2.

Tenta il tutto per tutto mister De Zerbi, che al 36' viene espulso, mandando in campo, rispettivamente al 36' e 39', Maza e De Giosa, che prendono il posto di Chiricò e Vacca. Al 42' anche Verna fa spazio a Ricci, ma non cambia il risultato. E' gioia nerazzurra.

PISA - FOGGIA 4-2

PISA (4-3-3): 1 Bindi; 15 Golubovic, 13 Crescenzi, 4 Lisuzzo, 2 Avogadri; 14 Verna (42' st 8 Ricci), 6 Di Tacchio, 21 Tabanelli; 10 Lores (32' st 20 Peralta), 9 Çani (29' st 23 Eusepi), 16 Mannini. A disp: 12 Giacobbe, 3 Fautario, 7 Provenzano, 11 Montella, 17 Makris, 18 Forgacs, 19 Rozzio, 22 Sanseverino, 24 Brunelli. All: Gattuso

FOGGIA (4-3-3): 1 Narciso; 7 Gerbo, 6 Loiacono, 21 Coletti, 17 Di Chiara, 4 Agnelli, 5 Vacca (39' st 26 De Giosa), 20 Riverola (17' st 2 Angelo); 10 Sarno, 9 Iemmello, 16 Chiricò (36' st 11 Maza). A disp: 2 Angelo, 3 Agostinone, 8 Quinto, 2 Micale, 13 Arcidiacono, 18 Lodesani, 19 Lauriola, 22 De Gennaro, 23 Floriano, 25 Lanzetta. All: De Zerbi

ARBITRO: Antonio Di Martino di Teramo, assistenti: Manuel Robilotta di Sala Consilina e Orlando Pagnotta di Brescia. Quarto ufficiale: Antonio Eros Lacagnina di Caltanissetta

MARCATORI:  4' pt e 35' st (rig.) Mannini (P), 12'; pt Varela (P), 23' pt Chiricò (F), 41' st Iemmello (F), 27' st Cani (P)

NOTE: ammoniti: Loiacono (F), Varela (P), Di Chiara (F), Tabanelli (P). Espulsi: al 36' pt: mister De Zerbi (F) per proteste. Spettatori: 11651

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Foggia 4-2 | Arena in delirio per il poker dei nerazzurri

PisaToday è in caricamento