Sabato, 12 Giugno 2021
Sport

Pisa - Forlì 0-1 | Prima il dominio, poi il nulla: il Pisa non aggancia la vetta

Nel primo tempo dell'Arena Garibaldi tante occasioni da gol non sfruttate dal Pisa, poi esce il Forlì che sbanca con un gol di Melandri. Sfuma la possibilità di chiudere il girone di andata in testa alla classifica insieme all'Ascoli

Un Pisa dai due volti perde la grande occasione di agganciare l'Ascoli in vetta alla classifica. Dopo un primo tempo tambureggiante, con Arma che fallisce il suo primo calcio di rigore, i nerazzurri capitolano con un secondo tempo inguardabile, praticamente lasciando il campo in mano ad un Forlì capace di aggrapparsi prima alle parate del suo portiere, e poi di far valere la qualità dei suoi giocatori migliori (Docente e Melandri). Gli ospiti trovano così all'Arena una vittoria che, alla fine di un primo tempo sostanzialmente dominato dal Pisa, in pochi avrebbero previsto. Cose che succedono se al fischio d'inizio dei secondi 45 minuti si resta negli spogliatoi.

I nerazzurri si schierano con l'ormai solito 4-3-3. Fuori Paci e Morrone, fiducia al centrocampo Iori-Mandorlini-Misuraca. Dicuonzo al posto di Pellegrini ancora ai box. I biancorossi si affidano ad un attacco a 3 con Melandri centrale, Docente a sinistra e Castellani a destra.

PRIMO TEMPO. Dopo alcuni minuti di studio si delinea un copione già visto all'Arena: Pisa che spinge a fasi più o meno decise ed ospiti attenti in difesa, pronti a ripartire. Al 5' minuto Frediani, che da ala destra sarà una spina nel fianco del Forlì, crossa sul secondo palo e Misuraca sbaglia il colpo di testa, ostacolato da Arma. All'11' Mandorlini in ripartenza serve in profondità Finocchio; scarico sulla fascia per Frediani e traversone di nuovo per Mandorlini, che da ottima posizione controlla e calcia male. Il Forlì si difende con ordine, raddopiando sui vivaci esterni del Pisa, e quando può mette fuori la testa rendendosi pericoloso: al 18' i biancorossi recuperano il pallone a centrocampo e Castellani serve sulla corsa Melandri, involato verso Pelagotti. L'attaccante dal limite cerca la potenza e con un tuffo a mano aperta l'estremo difensore nerazzurro devia in angolo.

La partita, già gradevole, si infiamma dal 26'. Prima Frediani si divora il vantaggio da posizione defilata, ben servito da Finocchio in ripartenza: invece di tirare su Scotti poteva servire in mezzo Arma. Poi al 27' Misuraca al volo da fuori trova il miracolo del portiere biancorosso, che toglie il pallone da sotto la traversa. Dal seguente angolo rigore per il Pisa: Fantini trattiene il centravanti nerazzurro, penalty solare. Scotti però si supera ancora: tuffo sulla sinistra ed il rasoterra di Arma è deviato in angolo. 

A questo punto c'è la risposta del Forlì. Al 35' Drudi dai 25 metri tira un bolide su punizione: Pelagotti respinge coi pugni. Dal cross dell'angolo seguente ne esce una respinta su cui si avventa Pettarin, che calcia di prima intenzione: grande coordinazione e palla sulla parte alta della traversa. Al 37' è Lisuzzo a salvare in scivolata su Melandri, fermando un contropiede che poteva mandare i biancorossi in porta. A questo punto il Pisa cala i ritmi, ma c'è ancora spazio per un'altra palla gol per Arma: cross dalla destra dell'ottimo Frediani, stacco in anticipo del marocchino e pallone che finisce alto. Si chiude così uno dei primi tempi più emozionanti visti all'Arena in questa stagione. 

SECONDO TEMPO. Si riparte a buoni ritmi, ma contrariamente alle speranze dei tifosi nerazzurri è il Forlì adesso a fare la partita. Dopo una prima frazione attenta i biancorossi ci credono e sfruttano al meglio la loro ottima condizione fisica, che dopo alcuni minuti sembra migliore di quella dei padroni di casa. Un pressing alto e un palleggio preciso mettono in difficoltà il Pisa che cede metri, in un modo del tutto inatteso considerata la brillantezza espressa fino allo scadere del primo tempo. Non viene creata più nessuna occasione da gol, fino alla rete degli ospiti.

Al 22' Docente si inserisce dal lato sinistro in area, si infila fra le maglie dei difensori nerazzurri con la sua rapidità e tocca dietro per Melandri. Controllo e tiro a giro di destro sul secondo palo, dal vertice dell'area piccola; pallone imprendibile per Pelagotti: 0 a 1. Il vantaggio ospite è un colpo durissimo per i ragazzi di Braglia, già in evidente difficoltà. La reazione è scomposta, la manovra non è più corale. Solo il neo-entrato Floriano ci prova da fuori al 30': dalla sinistra converge al centro e tira d'interno sul secondo palo, devia in angolo l'insuperabile Scotti. Non ci sono più sussulti da questo momento, un paradossale contrappasso vista la bellezza della prima frazione.

TABELLINO

Formazione Pisa (4-3-3): Pelagotti, Dicuonzo, Lisuzzo, Rozzio, Costa (Sini 18' st), Iori, Mandorlini (Morrone 27' st), Misuraca, Frediani (Floriano 20' st), Finocchio, Arma. A disp: Moschin, Paci, Morrone, Beretta, Sini, Stanco, Floriano. All: Braglia.

Formazione Forlì (4-3-3): Scotti, Catacchini, Arrigoni (Guidi18' st), Pettarin, Drudi, Fantoni (Djuric 44' st), Fantini, Hamlili, Docente, Melandri, Castellani. A disp: Casadei, Reato, Guidi, Bisoli, Rrapaj, Djuric, Andreoli. All: Vanigli.

Marcatori: Melandri (22' st)

Angoli: 8 - 7

Ammoniti: Fantini (28' pt), Hamlili (14' st), Dicuonzo (32' st), Scotti (37' st)

Espulsi: Dicuonzo (43' st, seconda ammonizione)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Forlì 0-1 | Prima il dominio, poi il nulla: il Pisa non aggancia la vetta

PisaToday è in caricamento