Giovedì, 17 Giugno 2021
Sport

Pisa - Giana Erminio 0-0: le pagelle | Nerazzurri bloccati dal dinamismo dei lombardi

Il Pisa fatica a pungere e accusa la fatica quando invece dovrebbe cercare l'assalto finale. Merito però anche degli avversari, che hanno giocato una partita tatticamente perfetta

Il Pisa ha un problema con l'Arena Garibaldi. Il terzo pareggio interno consecutivo non è più soltanto un segnale: è l'ennesimo sintomo di una difficoltà probabilmente interna alla squadra nell'interpretazione delle gare fra le mura amiche. Dopo Gavorrano e Pistoiese, oggi anche la Giana Erminio è riuscita ad uscire indenne dalla trasferta in terra pisana. E ciò che più fa pensare è che i lombardi hanno conquistato un punto con grande merito, costringendo in molte fasi di gioco Lisuzzo e compagni sulla difensiva. Finalmente mister Pazienza avrà a disposizione una settimana tipo per poter lavorare con calma sulla rosa a sua disposizione, puntando a costruire nuove certezze e a recuperare i molti acciaccati.

Lisuzzo maestoso, Masucci indomito

Petkovic 6: il portiere serbo vive l'ennesima partita da spettatore non pagante. E' fortunato nell'occasione del palo di Pinto, quando la traiettoria del centrocampista lo supera ma viene salvato dal palo. Per il resto svolge l'ordinaria amministrazione senza disattenzioni.

Carillo 6: al rientro dopo il problema muscolare, il giovane centrale napoletano accusa il dinamismo degli avversari nei primi minuti di gioco. Poi però riesce a trovare il giusto equilibrio nel pacchetto difensivo a tre, e non sbaglia alcuna chiusura alta.

Lisuzzo 6.5 (il migliore): si erge costantemente a ultimo baluardo davanti alla porta ogni volta che la manovra biancoceleste riesce a superare le prime linee nerazzurre. Impressiona per concentrazione e tempismo nelle chiusure.

Ingrosso 6: accusa la scarsa condizione fisica dopo il problema alla caviglia ed il lungo stop. Ma con esperienza e fisicità riesce a non soccombere davanti alla rapida manovra biancoceleste ed al bagaglio tecnico di Salvatore Bruno. (Dal 58' Birindelli 6: entra bene in campo, provando ad accompagnare le azioni offensive con costante puntualità. Arriva due volte sul fondo, ma i suoi traversoni non trovano la deviazione fortunata).

Mannini 5.5: il capitano è stanco, ed esce nell'intervallo accusando qualche acciacco fisico. Le scorie di un avvio di stagione vissuto a mille all'ora, senza nessuna pausa, chiedono il conto, e contro la Giana fatica a trovare il ritmo. (Dal 46' Filippini 5: purtroppo l'esterno mancino sta attraversando un periodo negativo. Sull'onda lunga della prestazione di Carrara, il numero 3 sbaglia sia gli appoggi che i cross che potrebbero permettere di trovare il guizzo vincente).

De Vitis 5.5: il centrocampista appare stanco e leggermente deconcentrato in avvio di gara. Sbaglia alcuni appoggi scolastici, aprendo il campo alle ripartenze lombarde. La sua partita poi si chiude purtroppo anzitempo a causa di un problema fisico figlio dello sforzo prolungato a cui è stato sottoposto da inizio stagione. (Dal 54' Gucher 5: se possibile il regista austriaco riesce a fare peggio del compagno che sostituisce. Compassato e lento nelle fasi finali della gara, quando c'è invece la necessità di metterci molto più vigore).

Maltese 6-: è il giocatore con le idee più chiare nella linea mediana. Commette qualche errore di misura, ma non rinuncia mai ad impostare il gioco anche quando viene pressato dagli avversari. Nel secondo tempo prova anche con un paio di percussioni centrali personali, ma non riesce a trovare il guizzo vincente.

Zammarini 6: il volenteroso centrocampista gioca in un ruolo non suo, sia per caratteristiche tecniche che per impostazione tattica, e spesso nel primo tempo si trova preso in mezzo dagli affondi di Iovine e Foglio. Ma non commette nessun errore, ed interpreta il ruolo con generosità ed intelligenza. (Dal 83' Peralta sv).

Giannone 5.5: uno degli eroi di Carrara stavolta stecca la prestazione. Prevedibile quando converge sul mancino, lento nel pensare la giocata e poco preciso palla al piede. (Dal 54' Negro 5.5: si abbassa sulla trequarti per giocare e toccare più palloni possibili, ma all'atto pratico perde in pericolosità in zona gol).

Masucci 6.5: l'attaccante avellinese è, insieme a Lisuzzo, l'esempio per carisma e personalità per tutti i compagni di squadra. Sfiora il gol in due occasioni, all'inizio e alla fine della gara. Dopo pochi istanti dal fischio d'inizio si ritrova la palla davanti a sé dopo un rimpallo in area, e con un'acrobazia sfiora il palo. A pochi secondi dal triplice fischio invece riesce a trovare le energie residue per staccare perentoriamente, ma la sua incornata purtroppo sibila di pochissimo a lato dell'incrocio dei pali.

Eusepi 6-: nel primo tempo guida la squadra con fisico e tenacia. La sua azione personale meriterebbe miglior fortuna. Nel secondo tempo invece soffre la marcatura stretta della difesa lombarda, e non riesce a giocare più nessun pallone pulito.

All. Michele Pazienza 6-: la sua squadra compie un passo indietro nell'approccio alla gara. Se il match di Carrara aveva dato dei segnali nettamente positivi sotto questo aspetto, questa sera i nerazzurri non sono riusciti ad 'azzannare' l'avversario. Anzi, sono finiti ancora una volta preda dei loro limiti nella costruzione del gioco e nella finalizzazione. Poche idee chiare per 94 minuti e tanto affanno in difesa.

Che centrocampo!

Taliento 6; Foglio 6+ (dal 88' Concina sv), Montesano 6.5, Bonalumi 6.5, Perico 6; Pinto 5.5, Iovine 6.5, Marotta 6.5, Chiarello 6.5 (dal 88' Seck); Okyere 6+ (dal 60' Perna 5.5), Bruno 6.5 (dal 67' Degeri 6).

All. Cesare Albé 6.5: la sua Giana Erminio è una macchina perfetta. I biancocelesti giocano insieme da anni, e sembrano andare con il pilota automatico. La mano di Albé si vede in ogni frangente della gara. Le trame di gioco dei lombardi sono precise, i suoi giocatori non girano mai a vuoto e sanno sempre cosa fare sia in fase difensiva che offensiva. La sua squadra riesce a fare una densità perfetta in mezzo al campo, mandando spesso fuori giri gli avversari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Giana Erminio 0-0: le pagelle | Nerazzurri bloccati dal dinamismo dei lombardi

PisaToday è in caricamento