Sport

Pisa - Giana Erminio 0-0 | Altra delusione casalinga per i nerazzurri

Il Pisa sfiora il gol nel primo tempo, ma soffre il ritmo della manovra biancoceleste. Nella ripresa i lombardi restano in dieci, ma i nerazzurri non riescono a creare nessuna occasione da gol

Il Pisa si presenta all'appuntamento con la 14° gironata del Girone A di Serie C con un pieno di entusiasmo ed euforia. La vittoria rocambolesca ottenuta giovedì 9 novembre sul campo della Carrarese dovrà rappresentare il trampolino di lancio definitivo di tutto l'ambiente verso l'inseguimento dell'obiettivo stagionale. Mister Pazienza sta dando una fisionomia tattica e caratteriale nuova alla squadra, certificata dall'incisività in fase offensiva e dalla minore imperforabilità difensiva rispetto alla gestione Gautieri. L'avversario di giornata è la Giana Erminio: una compagine che fa dell'imprevedibilità la sua arma principale. I nerazzurri dovranno disputare una gara molto attenta per riuscire ad avere la meglio dei biancocelesti.

La partita

Mister Pazienza dopo l'ottimo impatto a gara in corso in quel di Carrara conferma in attacco Giannone dietro a Eusepi, con Masucci a completare il reparto offensivo. Sorpresa anche in mezzo al campo, dove Gucher rifiata lasciando il posto a Maltese in cabina di regia. I nerazzurri confermano lo schieramento a tre in difesa, con i rientranti Carillo e Ingrosso ai fianchi di Lisuzzo, di nuovo in campo dopo il turno di squalifica. Panchina iniziale anche per Birindelli, sostituito da Zammarini sull'out destro: Mannini così passa sulla fascia sinistra, prendendo il posto di Filippini. Mister Albé invece non riserva alcuna sorpresa rispetto allo schieramento preventivato alla vigilia, mantenendo il consueto impianto tattico impostato sul 4-4-2. Okyere è schierato al fianco di Bruno nella coppia offensiva, e Iovine prende il posto dell'assente Pinardi al centro della linea mediana.

Il Pisa parte bene, schiacciando gli avversari nella loro metà campo difensiva. Molto mobili i tre davanti, con Giannone abile a svariare su tutto il fronte offensivo alle spalle di Eusepi e Masucci. E' proprio del numero 17 la prima conclusione a rete dopo un'insistita manovra palla a terra: il rasoterra termina a lato di poco. I nerazzurri continuano a spingere con continuità, ed al 12' fanno gridare al gol tutta l'Arena. Masucci è abile a conquistarsi una punizione sulla trequarti, che viene calciata da Mannini. La traiettoria sorprende la difesa lombarda, e sul rimpallo la palla arriva a Masucci, dimenticato sul primo palo: la spaccata dell'attaccante termina di un soffio sul fondo. La Giana accusa il colpo, sbanda sulle folate del Pisa e si salva nuovamente per pochi centimetri. Mannini al 15' guida il contropiede ed imbuca per Eusepi. Il 'Re' salta come birilli tre difensori biancocelesti, converge sul destro e fa partire un diagonale rasoterra che fa clamorosamente la barba al palo.

La Giana Erminio dopo questo nuvo brivido si assesta meglio sul campo, e ne beneficia il ritmo della gara grazie a continui ribaltamenti di fronte. Su uno di questi, al 27', l'area lombarda viene sorvolata da tre cross in rapida successione: sull'ultimo Mannini incorna di potenza, ma troppo centralmente. Rispondono i biancocelesti grazie ad un break sulla linea mediana: il cross di Chiarello trova però la perfetta opposizione di Lisuzzo in mezzo all'area. Le trame sugli esterni della squadra di Gorgonzola mettono in difficoltà i nerazzurri, costretti a ripiegare rapidamente a protezione della porta. La manovra biancoceleste però si esaurisce in cross che non mettono in difficoltà Petkovic, bravo nelle uscire alte.

Al 37' è il Pisa a tirare un lungo sospiro di sollievo, quando Pinto colpisce il palo con un rasoterra ad  incrociare da sinistra. Zammarini legge male il cross di Perico, e allontana sui piedi della mezzala appostata al limite dell'area: la sua conclusione trova  l'impercettibile deviazione di Ingrosso, sbatte sul palo e dopo aver attraversato tutta la riga si spegne sul fondo. La prima frazione termina con questa occasione per gli ospiti, che dopo un inizio molto affannoso sono riusciti a trovare i giusti spazi per impostare la loro manovra e mettere in difficoltà la difesa nerazzurra. In particolare Zammarini è stato spesso preso in mezzo dalle percussioni di Foglio e Iovine, bravi a sovrapporsi con continuità sulla corsia mancina per andare sul fondo e crossare in area.

La seconda frazione si apre con una bruttissima notizia per i nerazzurri: De Vitis si accascia a terra al 54' a causa di un problema muscolare alla coscia destra, e viene sostituito da Gucher. Al 64' la Giana resta in inferiorità numerica. Pinto entra fuori tempo su Maltese in mezzo al campo, ed il signor Camplone non ha dubbi: secondo giallo, e cartellino rosso per il centrocampista biancoceleste. Mister Albé corre ai ripari, togliendo Bruno (migliore in campo per i lombardi) ed inserendo Degeri in mezzo al campo. Il Pisa prende  in mano il pallino del gioco, ma la Giana Erminio si difende con ordine e di fatto non rischia mai. La manovra nerazzurra è insistita, prolungata, ma troppo articolata e non riesce a pungere la porta lombarda.

Il Pisa tenta il serrate finale, ma l'incornata a botta sicura di Masucci al 90' sfiora l'incrocio dei pali. Termina così la partita, che certifica l'ennesima delusione interna delle ultime settimane. Tra le mura amiche i nerazzurri, seppur protagonisti del tredicesimo risultato utile consecutivo, non riescono più a vincere. Con questo pareggio Lisuzzo e compagni salgono a quota 25 punti in classifica, evidenziando nuovamente delle grosse difficoltà ad andare in gol.

Le pagelle

Il tabellino

Pisa - Giana Erminio 0-0

Pisa (3-4-1-2): Petkovic; Carillo, Lisuzzo, Ingrosso (58' Birindelli); Mannini (46' Filippini), De Vitis (54' Gucher), Maltese, Zammarini (83' Peralta); Giannone (54' Negro); Masucci, Eusepi. All. Pazienza

Giana Erminio (4-4-2): Taliento; Foglio (88' Concina), Montesano, Bonalumi, Perico; Pinto, Iovine, Marotta, Chiarello (88' Seck); Bruno (67' Degeri), Okyere (60' Perna). All. Albé

Reti: -

Ammoniti: Pinto (GE), Birindelli (P), Foglio (GE)

Note: arbitro Giacomo Camplone; angoli 4-6 (0-5); espulso Pinto (GE) al 64' per doppia ammonizione; recupero 1' e 4'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Giana Erminio 0-0 | Altra delusione casalinga per i nerazzurri

PisaToday è in caricamento