Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport

Pisa - Grosseto 1 a 2 | Squadra senza anima, fischi all'Arena

Domenica da dimenticare per il Pisa, sconfitto in casa dal Grosseto per 2 a 1. Biancorossi meglio dei nerazzurri sotto tutti gli aspetti, ridotti perfino in dieci dai primi minuti del secondo tempo. Cambi tattici di Braglia inefficaci, fischi dei tifosi

Dire semplicemente una partita sbagliata sarebbe assai riduttivo. Orfani di Paci e Morrone i nerazzurri non sono mai stati in partita. Ci può stare la sconfitta, ma vedere il Pisa di Braglia, in casa, senza carattere, non se lo aspettava nessuno. I fischi a fine primo tempo ed al termine della gara dei tifosi sono sacrosanti: la squadra non ha creato gioco, non ha mai ragionato o fatto trame offensive convincenti, e soprattutto non ha mai avuto una reazione concreta ai gol degli avversari. Il Grosseto ha meritato ampiamente, giocando meglio del Pisa anche quando è rimasto in 10 dal 15esimo del secondo tempo.

Braglia schiera a sorpresa un inedito 4-4-2, con Dicuonzo terzino sinistro, Pellegrini a destra e coppia centrale Sini-Lisuzzo. Frediani e Napoli sugli esterni, in mezzo Iori e Mandorlini, attacco a due Arma-Giovinco. Grosseto con l'atteso 4-3-1-2, con dietro le punte Onescu, bocciati sia Gambino che Martinez.

PRIMO TEMPO. Primi minuti di assestamento, con poco gioco da entrambe le parti. Il Pisa mostra subito problemi nel tenere il campo, impreciso negli appoggi ed inefficace nel pressing alto. Per il Grosseto Torromino e Onescu si muovono bene, trovando spazi in un reparto difensivo che sembra disorientato dalla scelta tattica di Braglia. Fino al 15' non succede praticamente niente, i nerazzurri cercano di allargare il gioco sulle fasce, ma Frediani non si vede e Napoli prova qualche traversone dalla destra senza creare pericoli.

La scarsa convinzione del Pisa fa uscire il Grosseto. Gioca meglio e non soffre, ed al 25' trova anche il gol: erroraccio di Iori che da centrocampo appoggia dietro male e serve Onescu, che parte sulla destra. Tocca dietro per Pichlmann, una finta e scarico per l'inserimento di Verna che da solo, dal dischetto, batte Pelagotti con un rasoterra non irresistibile.

Shock per il Pisa, che reagisce in modo scomposto e disorganizzato. Arma prova a tenere il pallone e far salire la squadra, ma la manovra nerazzurra è impalpabile. Al 35' Braglia passa al 3-4-3, ma non sortisce effetti. Anzi, al 41' è Mandorlini a salvare sulla linea da un colpo di testa di Onescu ed al 42' Pichelmann manca il colpo di grazia da due passi su tiro-cross di Torromino. Ma il patatrac c'è lo stesso: Formiconi va via con la sovrapposizione a destra e scarica dietro per Verna, che bissa il primo gol con un sinistro sotto la traversa. Fischi assordanti all'Arena al fischio finale.

SECONDO TEMPO. Braglia ridisegna la squadra con un 4-3-3 atipico, con il neo-entrato Caputo per Frediani sulla sinistra, Dicuonzo terzino a destra e Pellegrini a fare il centrodestra che si allarga per spingere sulla fascia. Il Pisa effettivamente comincia a spingere, esclusivamente sulla destra con Napoli e lo stesso Pellegrini, ma i cross sono facile preda dei difensori biancorossi. Al 15' però l'episodio che può svoltare la partita: tiro da fuori di Iori, Morero respinge con un braccio, rigore e secondo giallo. Dal dischetto palo di Arma, serie di ribattute ed alla fine l'altro subentrato Misuraca la butta dentro: 2 a 1.

Ora è lecito crederci. Dentro anche Stanco con i 3 davanti vicini per creare più occasioni possibili. Le speranze dei tifosi vengono però frustrate dai continui errori di precisione dei nerazzurri. Arma è l'uomo più pericoloso, con ad esempio una girata al volo al 30' che però finisce abbondantemente alta. Il Grosseto gioca già dal 20' con il cronometro, ma a preoccupare veramente è il possesso palla dei biancorossi: sono loro a giocare, non il Pisa in vantaggio numerico.

I tentativi più pericolosi per il pareggio arrivano nel finale. Al 41' Sini lancia lungo per Arma che con la sponda mette un pallone invitante in area. Si fiondano Stanco e Napoli che si ostacolano, poi è quest'ultimo a provare la battuta da ottima posizione, tiraccio alto. Al 46' cross di Iori dalla 3/4 su cui Sini stacca, alto di poco. Braglia, nervoso, viene espulso dall'arbitro. Domenica da incubo all'Arena.


TABELLINO

Formazione Pisa: Pelagotti, Lisuzzo, Sini, Dicuonzo, Pellegrini, Mandorlini (Misuraca 6' st), Iori, Napoli, Frediani (Caputo 1'st), Giovinco (Stanco 15' st), Arma. A disp: Moschin, Benedini, Misuraca, Finocchio, Beretta, Caputo, Stanco. All: Braglia

Formazione Grosseto: Mangiapelo, Formiconi, Boron (Albertini 42' st), Mariotti, Morero, Varricchio, Verna, Onescu, Pichlmann, Finazzi (Buzzigotti 17' st), Torromino (Martinez 34' st). A disp: Berardi, Albertini, Burzigotti, Massimo, Gambino, Martinez, Giovio. All: Silva

Arbitro: Daniele Martinelli ( Roma 2); Matteo Benedettino (Bologna), Giuseppe Monetta (Salerno)

Marcatori: Verna (25' pt), Verna (44' pt), Misuraca (17'st)

Angoli: 3 - 6

Ammoniti: Morero (16' pt), Arma (16' pt), Sini (30'), Mangiapelo (31' st)

Espulsi: Morero (15' st). Dalla panchina del Pisa espulsi Piccioni e Braglia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Grosseto 1 a 2 | Squadra senza anima, fischi all'Arena

PisaToday è in caricamento