Pisa - Juve Stabia 2-0 | La doppietta di Sibilli porta i nerazzurri al Terzo Turno di Coppa Italia

Il neoacquisto sigla le prime due reti della sua avventura a Pisa: partita decisa già all'inizio del secondo tempo. Unica nota stonata l'infortunio muscolare accusato da Birindelli

Personalità e autorità: il Pisa rispetta le aspettative della vigilia e svolge il compito richiesto da Luca D'Angelo senza praticamente alcun affanno. I nerazzurri rifilano due reti alla Juve Stabia e staccano il pass per il Terzo Turno della Coppa Italia quasi con il minimo sforzo. Il 2 a 0 infatti è arrivato già al 50'.

Nerazzurri padroni assoluto del campo e del gioco nella prima frazione. Gli uomini di D'Angelo mettono in chiaro fin dai primi minuti le loro ambizioni: squadra proiettata nella metà campo stabiese, esterni che spingono a tutto gas e centrocampisti che supportano Masucci e Sibilli in attacco. La rete che rompe l'equilibrio arriva già al 7' quando Masucci corregge in rete il cross di Birindelli: in realtà serve la correzione di Sibilli affinché la terna arbitrale assegni il gol. Poi è un monologo nel quale Mazzitelli, Birindelli e Pompetti sciupano tre palle gol in sequenza dall'interno dell'area di rigore. Ma c'è anche lo spazio per Loria di mettersi in mostra, mettendo una pezza all'unica amnesia del reparto difensivo che favorisce l'inserimento di Della Pietra. Il centravanti delle Vespe viene atterrato dal portiere nerazzurro, che però poi è bravissimo a sbarrargli la via della porta dagli undici metri. E proprio dal dischetto il Pisa chiude il match all'alba della ripresa: Mazzitelli e Sibilli vengono atterrati davanti al portiere Lazzari e l'arbitra ordina la massima punizione. Si incarica della battuta Sibilli che spiazza l'estremo difensore campano e sigla così la doppietta personale. La partita termina virtualmente qua: i nerazzurri si esibiscono in un palleggio di allenamento e la Juve Stabia non riesce ad affondare il colpo per riaprire così i giochi.

La partita

E' tempo di Coppa Italia, col sogno di incrociare il Milan a San Siro negli Ottavi di finale. Il primo scoglio da superare si chiama Juve Stabia, formazione retrocessa dalla B poche settimane fa e adesso impegnata nel Girone C di Serie C. D'Angelo opera un turnover completo rispetto alla gara di Reggio Emilia: dentro undici giocatori differenti rispetto a tre giorni fa ma confermato lo schieramento con il 4-3-1-2.

I nerazzurri approcciano molto bene il match e cercano di far valere sin da subito il maggiore tasso tecnico, schiacciando gli avversari nella loro metà campo difensiva. Birindelli da una parte e Belli dall'altra giocano in costante proiezione offensiva e, dopo aver gettato alle ortiche un'ottima combinazione con Mazzitelli che ha calciato a lato da ottima posizione, i nerazzurri passano al 7'. Birindelli scodella al centro dove Masucci stacca di testa: la palla rimbalza dentro alla porta dopo aver colpito la traversa ma serve la correzione finale di Sibilli per convincere arbitro e guardalinee del gol.

Il Pisa è padrone del campo e la Juve Stabia fatica a trovare le misure giuste nella sua manovra per impensierire i nerazzurri. La difesa però incappa in un'amnesia simile a quella che aveva spalancato la porta a Mazzocchi nella sfida con la Reggiana: Della Pietra si presenta davanti a Loria che lo mette a terra. E' rigore: dal dischetto va lo stesso Della Pietra, Loria respinge il tiro in corner e salva la porta. Dopo questo episodio le vespe campane provano a giocare con un pizzico di coraggio in più ma il dispositivo difensivo del Pisa tiene senza grossi affanni. E quando gli uomini di D'Angelo si distendono in avanti creano sempre dei grattacapi ai gialloblu. 

Come negli ultimi cinque minuti della prima frazione quando prima Birindelli, poi Pompetti e poi Mazzitelli dal cuore dell'area di rigore non trovano neanche i pali difesi da Lazzari, gettando in Curva Nord tre occasioni d'oro per chiudere virtualmente il match.

Il secondo tempo si apre nel migliore dei modi, con il Pisa che conquista al 50' un calcio di rigore in seguito a due contatti duri nei quali hanno la peggio Sibilli e Mazzitelli. Si incarica della battuta proprio Sibilli, che spiazza Lazzari e raddoppia il vantaggio sulla Juve Stabia. Cinque minuti dopo è costretto a fermarsi Samuele Birindelli per un problema muscolare: al suo posto D'Angelo getta nella mischia Francesco Lisi. Adesso il match non ha veramente più niente da raccontare: la Juve Stabia tenta vanamente di riaprire il conto, il Pisa ne approfitta per dare minutaggio a tanti altre riserve nell'attesa di arrivare al fischio finale.

Il tabellino

Pisa - Juve Stabia 2-0

Pisa (4-3-1-2): Loria; Birindelli (57' Lisi), Benedetti, Masetti, Belli (82' Pisano); De Vitis (65' Marin), Pompetti, Mazzitelli (65' Vido); Zammarini; Masucci (65' Siega), Sibilli. All. D'Angelo

Juve Stabia (4-3-3): Lazzari; Todisco, Codromaz, Allievi, Oliva (59' Troest); Scaccabarozzi (59' Rizzo), Selvaggio, Grimaldi; Stoecklin (59' Bentivegna, 71' Sigismondo)), Della Pietra, Guarracino (82' Golfo). All. Padalino

Reti: 7' Sibilli (P), 50' Sibilli (rig.)

Ammoniti: Loria (P), Mazzitelli (P), Scaccabarozzi (J), Allievi (J)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: arbitro Valerio Marini; angoli 1-1 (0-1); recupero 0' e 3'; al 20' Loria (P) para il rigore a Della Pietra (J)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento