Pisa - Monza: le probabili formazioni | D'Angelo prova a recuperare Vido e ritrova Varnier e Marin

L'attaccante proverà a stringere i denti e scendere in campo nonostante l'affaticamento muscolare. I due Under 21 di nuovo in gruppo dopo il tampone negativo. Assente per positività il portiere Loria, al pari di sei avversari biancorossi

Secondo alcuni è un bene tornare in campo a strettissimo giro di posta dalla batosta di Salerno. Secondo altri sarebbe stato meglio metabolizzare il poker subito e lavorare con più concentrazione e serenità sugli errori commessi. La diatriba, in ogni caso, è destinata a rimanere un semplice esercizio retorico poiché il campionato di Serie B non dà tregua e impone di tornare subito a giocare. Martedì 20 ottobre, alle 21, all'Arena Garibaldi arriva il super Monza di Silvio Berlusconi per la quarta giornata di campionato. In vendita i mille biglietti (metà per la Gradinata e metà per la Tribuna) messi a disposizione dalle autorità, acquistabili esclusivamente online sul sito Vivaticket.

Voglia di riscatto

Il Pisa si presenta all'appuntamento ferito dalla sconfitta rimediata all'Arechi di Salerno due giorni fa. Se da una parte il passivo (4-1) appare eccessivo per la mole di gioco sviluppata in confronto a quanto espresso dagli avversari (almeno fino al 2-0), dall'altra è innegabile che la facilità con la quale i padroni di casa hanno affondato i colpi letali ha fatto suonare alcuni campanelli d'allarme. In particolare ha destato molta preoccupazione la fragilità con cui la difesa nerazzurra è stata presa d'infilata dalle ripartenze dei granata, bravi a sfruttare alcuni errori di posizionamento del reparto e l'incapacità della mediana di fare filtro.

Problematiche individuate dai diretti interessati già nell'immediato post partita, tanto che sia D'Angelo che il direttore sportivo Roberto Gemmi non hanno usato mezzi termini: "Non c'è niente da salvare. In pomeriggi come questi si può soltanto abbassare le orecchie e concentrarci sul lavoro da fare per migliorarci". E quindi, alla luce delle affermazioni dei protagonisti, emerge ben chiara la voglia di riscatto già dalla sfida di domani, seppur il calendario metta di fronte a Gucher e compagni l'avversario sulla carta più forte del torneo: il Monza.

D'Angelo potrà però contare su due pedine molto importanti in più: dopo il doppio tampone di controllo sono a disposizione infatti sia il difensore Marco Varnier che il mediano Marius Marin. Del drappello che fino a una settimana fa ha fatto parte delle convocazioni in nazionale mancherà soltanto il portiere Leonardo Loria, risultato positivo (ma asintomatico) al coronavirus e perciò isolato in attesa di guarigione. In attacco forse ci sarà anche Luca Vido: il numero 19 a Salerno ha dato forfait a causa di un affaticamente muscolare e in questi giorni sta lavorando sodo per mettersi a disposizione del tecnico. Si tenterà il tutto per tutto per averlo quanto meno in panchina.

Sei assenti per positività

Non è stata più semplice la marcia di avvicinamento al match del Monza, che pure ha beneficiato di un turno di riposo nel week end appena trascorso. La formazione guidata da Cristian Brocchi infatti è stata travolta dal coronavirus, riscontrando ben 7 elementi positivi al tampone nei giorni scorsi. Una situazione che ha spinto la società brianzola a giocarsi l'unico jolly a disposizione (da regolamento) in stagione ottenendo il rinvio della partita prevista sabato scorso a Vicenza.

All'Arena Garibaldi i biancorossi ritroveranno il portiere Di Gregorio (guarito dal virus) e gli azzurrini Frattesi e Colpani (protagonisti dello stesso cammino percorso da Varnier), ma mancheranno sicuramente: il portiere Lamanna, i difensori Bettella e Sampirisi, i centrocampisti Antonio Marin e Rigoni e l'attaccante Maric. Un'emergenza che impone a Brocchi di rivoluzionare negli interpreti il 4-3-1-2 con il quale sta affrontando il campionato. In attacco, a sostegno della coppia formata da Mota e Gytkjaer, dovrebbe giocare Machin, anche se Kevin Prince Boateng scalpita per la prima maglia da titolare.

L'arbitro e le curiosità della partita

La sfida sarà diretta da Marco Piccinini di Forlì: il fischietto romagnolo ha diretto il Pisa nella finale di ritorno dei playoff a Foggia il 12 giugno 2016. Complessivamente il bilancio dei nerazzurri con Piccinini non è esaltante: in sette precedenti è arrivata soltanto la vittoria contro la Ternana in B (1-0), a fronte di due pareggi e tre sconfitte.

Il Pisa va a caccia della prima vittoria in campionato dopo essere rimasto a secco nelle prime tre giornate. Considerando anche il finale della scorsa stagione, ai nerazzurri il successo manca dal 27 luglio, quando il gol di Siega mandò al tappeto l'Ascoli. Dall'altra parte anche il Monza è a caccia del primo sorriso in campionato, dopo i due pareggi con i quali ha concluso le prime due partite di campionato.

Il bilancio dei nerazzurri con i brianzoli sul prato dell'Arena Garibaldi è decisamente positivo. In 17 incroci il Pisa ha centrato 9 vittorie e 8 pareggi: il Monza non è mai riuscito a violare lo stadio nerazzurro. L'ultima partita andata in scena tra le due compagini risale al gennaio 2018, quando la rete di Di Quinzio consentì agli uomini di Pazienza di conquistare il bottino pieno.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Lisi, Varnier, Caracciolo, Birindelli; Siega, Marin, Gucher; Soddimo; Marconi, Palombi. All. D'Angelo

Monza (4-3-1-2): Di Gregorio; Carlos Augusto, Paletta, Bellusci, Donati; Armellino, Fossati, Barillà: Machin; Gytkjaer, Mota. All. Brocchi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento