Sport

Pisa Nocerina 1 – 1 | Pisa sprecone e sfortunato contro la Nocerina

Il Pisa domina la Nocerina sprecando tantissime occasioni e subendo in pieno recupero un gol che lo condanna ad un risultato ingiusto per quanto visto in campo

 

Pisa. Come un deja-vu. Al minuto 49’ della ripresa sull’Arena in festa sono scesi gli stessi spettri della gara interna disputata contro il Barletta. Stavolta a riportare sulla terra i neroazzurri è toccato a Russo che, a seguito di un capovolgimento di fronte rapido, ha insaccato alle spalle di Sepe l’immeritato pareggio della Nocerina, vanificando così il gran gol di Busce’ in avvio di ripresa. Ancora una volta la rete è arrivata con la difesa del Pisa colpevolmente sbilanciata, dopo che il pacchetto arretrato di Pane aveva murato colpo su colpo gli sterili tentativi molossi.

Il pareggio va molto stretto ai neroazzurri, che hanno avuto il demerito di non concretizzare le innumerevoli occasioni create, finendo poi per mordersi le mani in pieno recupero.

 

La partita. Pane conferma gli stessi undici che hanno asfaltato il Catanzaro domenica scorsa, con Rizzo a ridosso del tandem Tulli-Perez. Auteri non rinuncia al 3-4-3, inventando una difesa baby e lasciando inizialmente fuori i pezzi da novanta Schetter e Evacuo, non al top della condizione.

L’avvio del Pisa è veemente e già al 6’ Tulli sfiora la rete con un bolide da fuori area. Al 10’ inizia lo show di Aldegani, che prima si distende per deviare una punizione di Sabato, poi è miracoloso nel respingere d’istinto l’incornata di Busce’, con il pallone che rimane pericolosamente sulla linea di porta ed è allontanato con l’aiuto della traversa dalla difesa ospite. Al 13’ è Perez a trovarsi tutto solo davanti ad Aldegani ma invece di calciare prova l’assist per Tulli che calcia incredibilmente a lato; un minuto più tardi è ancora un indemoniato Busce’ a costringere il portiere molosso agli straordinari con una conclusione rasoterra. Al 22’ è il turno di Favasuli che dal limite trova ancora i guantoni di Aldegani, sugli sviluppi dell’azione Perez da due passi dalla porta anticipa tutti ma calcia a lato. Al 32’ ancora Favasuli prova l’incursione, ma il suo colpo di testa lambisce il palo alla destra del portiere rossonero.

E’ l’ultima occasione di una prima frazione giocata assolutamente ad una porta dove il Pisa si è dimostrato tanto bello quanto lezioso e poco preciso negli ultimi sedici metri.

Nella ripresa il Pisa al primo affondo passa grazie e Busce’, che con una splendida torsione gira in porta un cross dal fondo di Benedetti. A questo punto la Nocerina, contestata dai suoi tifosi, mette la testa fuori dal guscio, alzando il baricentro e cercando una reazione d’orgoglio. L’occasione giusta per il pari capita sulla testa di Baldan al 21’, ma Sepe è prodigioso ad avventarsi sulla sfera prima che varchi la linea di porta. Auteri mette dentro i carichi pesanti come Schetter ed Evacuo e la Nocerina aumenta la pressione, ma il Pisa si difende con ordine e precisione, sfiorando il raddoppio al 34’ con la conclusione di Tulli salvata sulla linea da Crescenzi e un minuto più tardi con Busce, che sfiora l’incrocio con una staffilata dal limite. Ma al quarto dei sei incomprensibili minuti di recupero arriva la beffa, con il neo entrato Russo che riceve palla da Evacuo e gira alle spalle di Sepe la rete del definitivo 1 a 1.

 

La chiave del match. Sicuramente non aver chiuso già nel primo tempo una partita dominata per settanta minuti. Creare oltre dieci nitide occasioni da rete e concretizzarne una soltanto può essere un peccato mortale contro squadre scavate come la Nocerina. Inoltre per la seconda volta il Pisa ha preso gol in contropiede nel recupero nonostante fosse in vantaggio, sintomo di una gestione della partita ancora da perfezionare. Infine i cambi sono apparsi un po’ tardivi e magari ricorrere a inizio recupero alla terza sostituzione poteva aiutare a interrompere la pressione avversaria. Detto questo bisogna battere le mani alla squadra di Pane, che a tratti diverte sciorinando ottime trame di gioco e mostrando sempre grande impegno e spirito di sacrificio. Adesso i neroazzurri andranno a giocarsi sul campo della capolista Frosinone una gara importantissima per capire fino a dove possono arrivare capitan Favasuli e compagni.

 

 

PISA – NOCERINA 1-1

 

AC PISA 1909 (3-5-2): Sepe 6,5; Sbraga 7 (43 st Rozzio S.v.), Sabato 6, Colombini 6,5; Buscè 7,5, Mingazzini 6,5, Favasuli 6,5, Benedetti 6; Tulli 6,5 (39 st Fondi S.v.), Perez 6. A disp. Pugliesi, Rozzio, Carroccio, Barberis, Gatto, Scappini. All. Alessandro Pane 6.

 

NOCERINA (3-4-3): Aldagani 7,5; Baldan 6, Crescenzi 5,5, Daffara 5 (15 st Schetter 6); Chiosa 5,5, Bruno 6,5, De Liguori 5 (21 st Evacuo 6,5); Corapi 6, Garufo 6, Merino 5 (27 st Russo N. 7), Negro 6,5. A disp. Russo G., Lettieri, Andelkovfc, Sabatino. All. Gaetano Auteri 6.

 

RETI: st 9 Buscè (P), 49 Russo N. (N)

ARBITRO: Illuzzi di Molfetta 5,5 (Ass. Giampietruzzi 6,5 e De Troia 6,5)

NOTE: cielo coperto, terreno in buone condizioni. Ammoniti Baldan, Benedetti, Merino. Angoli 10-9 per il Pisa. Rec. pt 1; st 6,spettatori 4.000 circa.

 

MIGLIORI TODAY

 

Busce’ 7,5. Indemoniato sulla fascia destra. Corre per novanta minuti, è preciso nei ripiegamenti e devastante nella fase offensiva. Sigla una gran rete di testa e ne sfiora altre tre a seguito di grandi inserimenti. Ora che sta bene è un lusso per la categoria.

 

Sbraga 7. Solido, roccioso, preciso negli anticipi. Di testa o di piede non fa differenza, annienta qualsiasi attaccante si presenti dalle sue parti, concedendo briciole anche a un vecchio volpone come Evacuo. Piacevole sorpresa.

 

PEGGIORI TODAY

 

Perez 6. Peggiore è una parola grossa, perché si sbatte e lotta dal primo all’ultimo istante. Stavolta però difetta di precisione e freddezza sottoporta, specie quando tutto solo davanti ad Aldegani invece di calciare a rete prova un improbabile passaggio a Tulli.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa Nocerina 1 – 1 | Pisa sprecone e sfortunato contro la Nocerina

PisaToday è in caricamento