Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport

Pisa – Novara 1-0 | Esordio da sogno, Lisuzzo regala i primi tre punti

Un gol del 'sindaco' dopo dieci minuti porta i nerazzurri alla vittoria alla prima in serie B. Ottima la partita dei nerazzurri davanti agli 8mila tifosi arrivati al Castellani. Novara deludente e pericoloso solo sul finale

Dall'incubo al sogno. Tutto nel giro di quattro giorni. Dopo un'estate vissuta sulla graticola i nerazzurri si regalano la prima gioia battendo il Novara nella partita che segna il ritorno in serie B dopo sette anni. Al 'Castellani' di Empoli decide la rete di Lisuzzo, guarda caso ex bandiera del Novara, dopo dieci minuti. Ma nel resto della partita il Pisa si è guadagnato i primi tre punti. Spinta dagli 8mila tifosi arrivati da tutta la provincia, la squadra di Gattuso ha contenuto un Novara piuttosto sterile, rischiando qualcosa solo nei minuti finali. Un esordio migliore era difficile da immaginare.  

LE FORMAZIONI. Gattuso (costretto a guardare dalla tribuna a causa della squalifica) non fa esperimenti e sceglie il 4-4-2 con l'esordiente Cardelli tra i pali. Difesa con Avogadri, Crescenzi, Lisuzzo e Longhi. A centrocampo Golubovic, Verna, Sanseverino e Mannini. La prima coppia d'attacco a scendere in campo nel Pisa in serie B è Peralta-Eusepi.
Nel Novara, reduce dal 2-2 contro il Trapani alla prima giornata, Boscaglia cambia quattro giocatori nella formazione iniziale rispetto alla partita con i siciliani. Il modulo però è lo stesso: 4-2-3-1 con Da Costa in porta, linea difensiva con Dickmann, l'ex nerazzurro (seppur per poche settimane) Scognamiglio, Troest e Armeno. In mezzo al campo Viola e Casarini, con Faragò, Sansone e Corazza dietro a Galabinov unica punta.

PRIMO TEMPO. All'8' il Novara costruisce la prima palla gol con la girata aerea di Galabinov che sfiora il palo alla destra di Cardelli. Ma a sbloccare il risultato sono i nerazzurri, e come accade spesso, è l'ex di turno ad andare a segno. Lisuzzo, che ha portato il Novara dalla C1 alla serie A dal 2009 al 2013, firma il primo gol del Pisa al ritorno in serie B. L'azione nasce da un corner di Mannini, sul lato opposto Verna rimette in mezzo, Eusepi colpisce di testa e Da Costa para, ma sulla respinta Lisuzzo è ben appostato e di testa mette il pallone in rete. Il 'sindaco' segna e il Pisa inizia a governare la partita. Idee chiare e pressing incessante sono le armi della squadra diretta dal vice Riccio in panchina. Nella sua manovra il Novara trova una squadra ben messa e capace di ostruire gli spazi. Il primo tiro nello specchio dei piemontesi arriva al 18' con un destro di Faragò ben controllato da Cardelli. Il Pisa lascia l'iniziativa alla squadra di Boscaglia, mettendola in difficoltà sulle ripartenze grazie alle accelerazioni di Mannini e Golubovic. Ma sugli scudi c'è sempre Lisuzzo, che al 24' prova il tiro da fuori area, parato da Da Costa. Il Novara ha difficoltà a trovare soluzioni in avanti, dopo il palleggio di Casarini e Viola in mezzo al campo trova un muro nerazzurro a disinnescare Sansone e Faragò. Ci vuole un calcio d'angolo per far venire un brivido al Pisa: al 36' è Golubovic a salvare di testa sulla linea dopo una deviazione di Galabinov. Il primo tempo si chiude con il diagonale di Armeno al 41' che Cardelli blocca senza problemi. 

>>> GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH: VIDEO <<<

SECONDO TEMPO. Pisa tonico anche nella ripresa e subito vicino al raddoppio con il cross di Mannini che trova Longhi in area, Dickmanni anticipa il difensore nerazzurro e mette fuori, ma l'arbitro indica la rimessa dal fondo. Il Novara è ancora più spento rispetto ai primi 45': manovra prevedibili e poca brillantezza in attacco non costituiscono grossi problemi per il Pisa. Boscaglia ricorre a una doppia sostituzione per cambiare l'inerzia: al 60' fuori Viola e Corazza, dentro Adorjan e Di Mariano. Riccio invece toglie un esausto Peralta, schierando Montella davanti insieme a Eusepi. Un Pisa ordinato e convincente, che non smette di aggredire il possesso degli avversari neanche nel secondo tempo. La preparazione atletica approssimativa per ora non influisce sulle gambe dei giocatori, e sui cambi di gioco sono proprio i nerazzurri a rendersi più pericolosi. Al 66' Montella prova il sinistro da fuori area, di poco a lato, e un minuto dopo risponde Galabinov con un destro insidioso. Il Novara prova a spingere negli ultimi dieci minuti, e per il Pisa è un finale di sofferenza. All'83' la punizione dal limite di Sansone finisce fuori di poco, e all'89' è Casarini a sfiorare il gol. Ma a salvare i tre punti ci pensa Cardelli in pieno recupero. La parata dell'ex Pontedera sul tiro di Sansone regala al Pisa la prima gioia al ritorno in serie B.

PISA – NOVARA 1-0

PISA (4-4-2): Cardelli 6.5; Avogadri 6.5, Crescenzi 7, Lisuzzo 8, Longhi 6.5; Golubovic 7 (80' Fautario s.v.), Verna 7, Sanseverino 6.5, Mannini 7.5; Peralta 6.5 (65' Montella 6), Eusepi 7 (85' Cani s.v.). A disp.: Giacobbe, Del Fabro, Salvi. All.: Luigi Riccio (Gattuso squalificato)

NOVARA (4-2-3-1): Da Costa 6; Dickmann 6, Scognamiglio 5.5, Troest 5.5, Armeno 6 (84' Lukanovic s.v.); Viola 5 (60' Adorjan 5.5), Casarini 6; Faragò 5.5, Sansone 6, Corazza 5 (60' Di Mariano 5.5); Galabinov 5.5. A disp.: Pacini, Beye, Kupisz, Calderoni, Selasi, Koch. All.: Roberto Boscaglia

ARBITRO: Ghersini di Genova. Assistenti: Baccini-Lanotte

RETI: 11' Lisuzzo

NOTE: ammoniti Peralta, Golubovic, Mannini, Troest, Adorjan. Angoli: 3-9. Recupero: 0' + 5'

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa – Novara 1-0 | Esordio da sogno, Lisuzzo regala i primi tre punti

PisaToday è in caricamento