Sport

Pisa - Pontedera 1-1| Parità per un derby poco emozionante

Una partita scialba regala un punto per parte, la Spal allunga ancora ma non festeggia la matematica promozione

Foto di Alessandro Scatà

Secondo derby consecutivo per il Pisa che, dopo la gara di Lucca, affronta tra le mura amiche il Pontedera: una gara poco emozionante, che non va oltre l'1-1. I nerazzurri consolidano il secondo posto con 58 punti, mentre il Pontedera sale a 44. Un punto che fa festeggiare la promozione in B alla Spal.

Alla truppa di mister Gattuso serviva sicuramente qualcosa in più, soprattutto in attesa della decisione del Tribunale Federale che arriverà nei prossimi giorni, mentre ad Indiani rimarrà probabilmente il rammarico di due punti gettati al vento, a fronte di una prestazione più che sufficiente.

LA PARTITA. Tra infortuni e squalifiche, per il derby odierno mister Gattuso vara il 4-3-1-2, con Golubovic e un inedito Mannini sulle fasce e Rozzio e Lisuzzo centrali, mentre il centocampo è affidato a Verna, Di Tacchio e Ricci; dal 1’ anche Peralta nelle vesti di trequartista a supporto del tandem Eusepi-Varela. In porta torna Bindi, che ha smaltito il problema alla schiena che lo aveva tenuto ai box a Lucca.

Nessun grosso stravolgimento in casa Pontedera, dove mister Indiani propone il 3-4-2-1, con Scappini unica punta sostenuto da Kabashi e Disanto. In difesa confermati Risaliti, Vettori e Videtta, mentre a centrocampo la sorpresa è stata Sane, che sembrava in dubbio a causa di un problema all'adduttore rimediato nel precedente turno. Con lui, schierato sull’out sinistro, A. Gemignani, D. Gemignani e Della Latta.

PRIMO TEMPO. Parte subito forte il Pisa, che riesce a chiudere il Pontedera nella propria area. All'8' subito un gran tiro dai 20 metri di Peralta, ma Cardelli è bravo a respingere, anche se sulla respinta rischia perché Eusepi, appostato lì vicino, lascia partire il destro, ma viene fermato in posizione di offside.

La gara stenta a decollare, nessuna emozione, si fatica a inquadrare lo specchio della porta. Al 24' primo guizzo del Pontedera, ma il debole tiro a giro di Scappini non impensierisce Bindi, mentre 6 minuti dopo ci prova Varela da distanza proibitiva, vedendo spegnersi la palla sul fondo.

Lo spettacolo è prevalentemente offerto dagli spalti, dove c'è una bella cornice di pubblico, 6mila nerazzurri e circa 200 pontederesi al seguito della squadra granata. Ma sul campo si fatica ad accendere la partita, tanto che la prima frazione di gioco si chiude sostanzialmente al 36' pt, quando dagli sviluppi del terzo corner è bravo Cardelli ad anticipare Varela e a deviare nuovamente in angolo.

SECONDO TEMPO. In sordina anche l'avvio di ripresa, con mister Indiani costretto al primo cambio per l’infortunio di Videtta, rilevato da Sorbo. Al 10' ci prova Kabashi, ma il suo destro è troppo alto. Da segnalare nel primo quarto d’ora c'è solo il secondo cambio tra i granata. Luperini prende il posto di Disanto, il tecnico pontederese prova a dare dinamismo ai suoi.

Al 17' la reazione nerazzurra: ci prova Eusepi, ma il destro va fuori, e mister Gattuso manda dentro Tabanelli togliendo Ricci: proprio il neo entrato crossa per Eusepi, che spizza verso Verna: tiro a botta sicura, ma Cardelli ci arriva. La svolta della gara è probabilmente al 23'. Non è assegnato un rigore per fallo su Varela e Gattuso abbandona il campo, tentando poi di rientrare ma vedendosi ricacciare negli spogliatoi dall'arbitro. E al 29' la beffa: punizione di Kabashi, la palla va sul secondo palo dove Vettori svetta di testa e insacca.

Il Pisa si gioca anche la carta Sanseverino, che subentra a Di Tacchio, mentre mister Indiani inserisce Bazzoffia a posto di Luperini. I nervi si fanno più tesi, ma al 37' i nerazzurri trovano il pari: punizione di Varela, Cardelli allontana col pugno ma nella mischia la palla trova Tabanelli che di destro non sbaglia. Due minuti dopo ci prova Varela di testa, ma la palla esce di un soffio, mentre al 40' Cardelli è bravo a parare la botta di Mannini.

PISA –PONTEDERA 1-1

PISA (4-3-1-2): Bindi; Golubovic, Rozzio, Lisuzzo, Mannini; Verna, Di Tacchio (31' st Sanseverino), Ricci (17' st Tabanelli); Peralta; Eusepi (22' st Montella), Lores. A disp: Brunelli, Polverini, Forgacs, Fautario, Makris, Provenzano, Cani, Giacobbe. All: Gattuso

PONTEDERA (3-4-2-1): Cardelli; Risaliti, Vettori, Videtta (8' st Sorbo); A. Gemignani, D. Gemignani, Della Latta, Sane; Kabashi, Disanto (12' st Luperini); Scappini. A disp: Citti, Bazzoffia, Bonaventura, Cannoni, Chiesi, Gioè, Pizza, Secondo, Tazzari, Tomaselli. All:Indiani

ARBITRO: Luigi Pillitteri di Palermo, assistenti: Alessandro D'Annibale di Marsala e Alessandro Cipressa di Lecce

NOTE: ammoniti: Della Latta (PO), Videtta (PO), Golubovic (PI), Tabanelli (PI), Sorbo (PI). Espulsi: Al 23' st mister Gattuso (PI) viene allontanato e al 40' st Riccio (PI). Angoli: 5-1. Recupero: 2' + 4'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Pontedera 1-1| Parità per un derby poco emozionante

PisaToday è in caricamento