Sport

Pisa - Pontedera 3-0 | Moscardelli ritrovato, vittoria riconquistata: i nerazzurri approdano ai quarti di Coppa Italia

Qualificazione in ghiaccio con la doppietta di Moscardelli e il gol di Minesso nel primo tempo. Nella ripresa la squadra di D'Angelo gestisce, il Pontedera si arrende, e dopo 59 giorni la vittoria sorride nuovamente al Pisa

Ottima prestazione dei nerazzurri, che in un sol colpo ritrovano la vittoria e il gol, anzi i gol (due), del loro uomo copertina: Davide Moscardelli. Nei novanta minuti disputati con il Pontedera gli uomini di D'Angelo hanno evidenziato i passi in avanti nel gioco mostrati già negli ultimi match di campionato. Veramente buone le trame di gioco costruite sulla fascia sinistra da Lisi e Di Quinzio, e da sottolineare la concentrazione e la personalità mostrate da tutta la squadra nella ricerca del passaggio del turno. Un viatico più che positivo in vista del prossimo impegno ufficiale: il calendario dice che domenica 10 febbraio all'Arena Garibaldi arriva la Pistoiese, per una partita da non sbagliare in nessun modo.

Nerazzurri straripanti nella prima frazione di gioco: dribbling, occasioni, tre gol e qualificazione in ghiaccio. La squadra di D'Angelo risponde con una prestazione maiuscola all'ennesima delusione vissuta domenica scorsa ad Alessandria. Il mister nerazzurro propone un undici titolare infarcito di moltissimi titolari, capitanati da un Moscardelli finalmente in grande spolvero: il capitano firma una doppietta d'autore, ritrovandosi al centro delle trame della squadra. Molto positive anche le prove di Lisi e Di Quinzio, capaci di fare il bello e il cattivo tempo sulla corsia mancina. Praticamente non pervenuto il Pontedera, che alza virtualmente bandiera bianca all'intervallo. L'unica emozione degna di nota del secondo tempo è la strepitosa azione personale inventata da Moscardelli. Il 'Barba' estrae dal cilindro un numero da circo che si infrange sul palo interno prima di essere risputato in campo, negandogli così la soddisfazione della tripletta personale. 

La partita

Con una classifica in campionato che stenta a decollare e le primissime posizioni che si sono allontanate a fronte di una serie di cinque pareggi e due sconfitte nelle ultime sette gare disputate, il Pisa si concentra totalmente sulla Coppa Italia. La competizione mette in palio l'accesso diretto alla Prima Fase Nazionale dei playoff: uno sconto di due partite da dentro o fuori di cui la formazione nerazzurra approfitterebbe molto volentieri. Per andare avanti e proseguire nel percorso i nerazzurri chiedono strada al Pontedera, arrivato agli ottavi battendo il Siena. Mister D'Angelo conferma molti dei big in campo nel 4-3-1-2 sdoganato nel 2019. Gori non lascia i pali, con Lisi regolarmente in campo vista la squalifica in campionato al pari di Di Quinzio dietro alle punte, che saranno Moscardelli e Minesso. Torna regolarmente in campo Gucher, fiancheggiato da Marin e Izzillo.

Su un campo perfetto, decisamente diverso rispetto al pantano di domenica scorsa ad Alessandria, le due squadre iniziano di buona lena e al 4' il Pontedera va vicino al gol con l'incornata di Pinzauti. I granata si distendono sulla sinistra e arrivano al cross: la palla arriva in mezzo a Buschiazzo e Benedetti, che vengono bruciati dall'inserimento del numero 9 ospite. Il colpo di testa ad incrociare sfiora il secondo palo e si spegne sul fondo. Il brivido scuote il Pisa che inizia a macinare palloni e dribbling con Di Quinzio e Lisi. Il numero 10 è particolarmente ispirato, e al 9' si inventa la giocata che porta al gol di Moscardelli. Di Quinzio salta in successione Caponi e altri due avversari al limite dell'area, e poi fa partire un rasoterra che arriva puntuale all'appuntamento con il capitano nerazzurro. Da tre metri il numero 9, in spaccata sigla il gol del vantaggio.

Dopo il gol nerazzurro la partita vivacchia sui timidi tentativi degli ospiti di creare qualche grattacapo alla difesa pisana, ben guidata da Simone Benedetti. Ed è il Pisa che si avvicina invece al raddoppio con Lisi, che al 28' impegna Marinca con un destro a giro dalla sinistra dopo aver saltato secco il suo marcatore. La catena di sinistra funziona benissimo: il numero 23 e Di Quinzio mettono costantemente in difficoltà i dirimpettai granata, e fra il 29' ed il 31' costruiscono altre due situazioni interessanti. Il numero 10 si esibisce in un altro slalom speciale partendo dal vertice sinistro dell'area di rigore pontederese al 34'. Quattro avversari saltati come paletti e 'cioccolatino' che attraversa la riga di porta senza trovare la deviazione vincente di Minesso e Moscardelli. Il capitano però si rifa tre minuti dopo sfruttando al meglio la galoppata di Birindelli. Il terzino arriva sul fondo e serve il numero 9 appostato sul dischetto: destro di prima e palla all'angolino per il 2-0. Il Pontedera accusa il colpo e resta imbambolato a guardare il lancio di Gucher per il taglio di Di Quinzio, che si invola verso la porta difesa da Marinca. Il numero 10 resiste alla rimonta di Vettori e serve Minesso che arriva da dietro: piattone sinistro e palla nuovamente nell'angolino per il 3-0 nerazzurro al 37'.

Il Pisa riprende il secondo tempo da dove si era interrotto prima dell'intervallo: ricciolo di Di Quinzio sulla sinistra, cross al centro e incornata di Moscardelli che non inquadra la porta difesa da Marinca. Per vedere un pericolo dalle parti di Gori si deve aspettare un errore in disimpegno di Buschiazzo all'ora di gioco. Il retropassaggio del difensore verso Gori è leggermente corto: Pinzauti si lancia sulla traiettoria e viene anticipato dalla scivolata del portiere nerazzurro. Da segnalare l'ingresso in campo di Gamarra al 64': il regista boliviano fa così il suo debutto ufficiale in nerazzurro sostituendo Gucher.

Applausi scroscianti dei (pochi) tifosi nerazzurri quando Moscardelli si esibisce in numero da circo pazzesco. Il capitano elude la marcatura di Giuliani con uno stop di tacco a seguire: il capitano va via sul fondo, si porta la palla sul sinistro e con un tiro a giro colpisce il palo interno alla destra di Marinca. Il rimpallo è beffardo: la palla attraversa la riga di porta ma non termina in rete, negando così la tripletta al 'Barba'. E' l'ultima azione degna di nota: le due squadre passeggiano in mezzo al campo fino al 90' senza tentare alcun affondo.

Il tabellino

Pisa - Pontedera 3-0

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli (56' Meroni), Buschiazzo, Benedetti (56' Brignani), Lisi; Izzillo, Gucher (64' Gamarra), Marin; Di Quinzio; Minesso (75' Verna), Moscardelli (75' Pesenti). All. D'Angelo

Pontedera (3-5-2): Marinca; Vettori (46' Fontanesi), A. Benedetti (46' Prete), Masetti; Benassai, Giuliani, La Vigna (65' Marseglia), Caponi (46' Bardini), Raimo; Pinzauti (65' Riccio), R. Benedetti. All. Maraia

Reti: 9' Moscardelli (Pi), 36' Moscardelli (Pi), 37' Minesso (Pi)

Ammoniti: nessuno

Note: arbitro Ermanno Feliciani; angoli 6-3 (5-2); recupero 1' e 3'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Pontedera 3-0 | Moscardelli ritrovato, vittoria riconquistata: i nerazzurri approdano ai quarti di Coppa Italia

PisaToday è in caricamento