Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Pisa - Robur Siena: le probabili formazioni | I nuovi Minesso e Benedetti si candidano per una maglia da titolari

Il 2019 si apre con qualche problema di formazione in difesa ed in attacco. Mister D'Angelo potrebbe lanciare dal 1' alcuni degli innesti del mercato invernale

Il Pisa si appresta a debuttare ufficialmente nel 2019. Sabato 19 gennaio, alle 20.45, l'Arena Garibaldi ospiterà la prima gara di campionato del nuovo anno. E sarà un inizio col botto per i nerazzurri di mister D'Angelo, chiamati a misurarsi con una delle big del Girone A di Serie C: la Robur Siena finalista dei playoff dello scorso anno, candidata ad uno dei primissimi posti anche in questa stagione. Sarà anche una serata di beneficenza e solidarietà, e non soltanto di calcio: il Pisa infatti scenderà in campo con una maglia realizzata appositamente per l'asta benefica in favore del Monte Pisano, ed il presidente Corrado premierà chi a settembre ha partecipato alla prima asta in favore della zona devastata dal rogo.

Possibili debutti

Il Pisa si presenta ai nastri di partenza della seconda parte della stagione con un volto rinnovato e una rosa decisamente potenziata. I cinque acquisti del mercato invernale sono andati a colmare le lacune e le carenze evidenziate da settembre a dicembre, e adesso Luca D'Angelo ha a disposizione una rosa completa in ogni reparto e ricca di alternative tattiche e tecniche. Già alla prima uscita del nuovo anno però è emergenza per il tecnico nerazzurro, che soprattutto in difesa ha gli uomini contati. Brignani è squalificato per un turno in virtù del rosso ricevuto a Cuneo il 30 dicembre, mentre Liotti sta smaltendo i postumi della frattura al metatarso, ma non tornerà in campo prima di febbraio. Ecco che quindi prendono quota le possibilità di vedere in campo dal 1' l'ultimo arrivato, Simone Benedetti

Discorso simile per quanto riguarda il reparto offensivo, dove Marconi sta lavorando sul piccolo strappo rimediato a Novara il 26 dicembre, mentre Masucci è tormentato da alcuni acciacchi muscolari che non gli consentono di allenarsi al meglio. Spazio quindi a Moscardelli in attacco, con la possibilità di vedere accanto a lui dal fischio d'inizio uno dei due volti nuovi: Minesso o Pesenti. Le altre maglie dovrebbero andare ai 'proprietari' della prima parte della stagione. La difesa, quindi, dovrebbe essere completata da Meroni e Buschiazzo, con Masi pronto a dare man forte partendo dalla panchina. In mezzo al campo spazio al trio che al momento dà maggior garanzie: Di Quinzio, De Vitis e Gucher, con Lisi e Zammarini a spingere sulle corsie laterali. A partita in corso si potrebbe rivedere sul prato dell'Arena Garibaldi anche Luca Verna, a distanza di quasi due anni dall'ultima sua presenza nello stadio pisano (nell'ultima stagionale del torneo cadetto 2016-2017).

Voglia di rimonta

Se il Pisa ha completato con Benedetti un mercato invernale da assoluto protagonista, lo stesso non si può dire riguardo al Siena. La compagine bianconera ha volutamente messo in secondo piano il calciomercato, concentrandosi sul pieno recupero di tutti quei giocatori che per una serie di motivi nel corso della prima metà della stagione hanno trascorso il loro tempo in tribuna e a curarsi nei centri medici. E' il caso dei centrocampisti Bulevardi e Cesarini, o del capitano D'Ambrosio in difesa. Il gruppo a disposizione di mister Mignani è stato allestito nel corso dell'estate per fare fronte alla Serie B: il ripescaggio in cadetteria, dalle parti di Piazza del Campo, era infatti una certezza e non eventualità. Soltanto il caos giudiziario scaturito dalla fermezza della Lega B a non applicare il regolamento ha impedito alla Robur di tornare in B, dovendo perciò calarsi bruscamente nella dura realtà della Serie C.

Il Siena, soprattutto nelle prime settimane della stagione, ha fatto molta fatica a rimettersi al passo con le altre compagini del Girone A, complice il grave ritardo con cui è entrato in gioco e i moltissimi recuperi infrasettimanali per recuperare le gare saltate durante lo stallo della questione ripescaggi. Prima della sosta invernale però i bianconeri sono riusciti a prendere un buon passo, risalendo la classifica e chiudendo il 2018 a quota 31 punti, al quinto posto. La Robur arriverà all'Arena Garibaldi convinta di poter conquistare il bottino pieno e accorciare ulteriormente sulla vetta del girone. La squadra con tutta probabilità si disporrà con un 4-3-1-2 nel quale i punti di forza sono il centrocampo formato da Arrigoni, Vassallo e Sbrissa, e la coppia offensiva composta da Cianci e Gliozzi, quest'ultimo autore del gol partita che ha deciso il match di andata al 'Franchi'.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche della partita

La sfida di cartello della seconda giornata di ritorno del Girone A è stata assegnata al signor Andrea Camplone della sezione di Pescara. Il fischietto abruzzese, al quarto anno in Serie C, vanta ben 53 direzioni in categoria e ha incrociato il Pisa in tre occasioni. L'ultima in questo campionato: Camplone ha diretto i nerazzurri a Vercelli contro il Gozzano, nel match terminato 2-0 in favore di Gori e compagni con reti di Marconi e De Vitis. Gli altri due precedenti sono due pareggi: con la Giana Erminio in casa nello scorso campionato (0-0) e con la Lupa Roma in trasferta nel dicembre 2015 (1-1). Nessun incrocio invece con il Siena.

Il Pisa inaugura il 2019 con una striscia negativa in corso: la vittoria manca dal 16 dicembre sul campo del Pontedera (0-2), dopo sono arrivati due pareggi con Novara e Cuneo e la sconfitta interna con la Pro Patria. Per contro, il Siena si presenta all'Arena Garibaldi forte di quattro vittorie nelle ultime cinque gare disputate (Albissola, Carrarese, Piacenza e Pro Piacenza), arricchite dal pareggio con il Novara. Cinque partite senza sconfitte che hanno sospinto i bianconeri nuovamente nei piani alti della graduatoria. La formazione di mister Mignani lontano dal 'Franchi' ha fatto vedere grandi cose, conquistando ben 15 punti in 9 match. Un ruolino di marcia decisamente contrario rispetto a quello tenuto finora dal Pisa nelle partite casalinghe: soltanto 13 punti racimolati in 8 occasioni.

Le due squadre tornano a sfidarsi a Pisa a distanza di un anno e mezzo circa dall'ultima volta. Era il 3 settembre 2017, seconda di campionato, e i nerazzurri soffrirono non poco per arginare la maggiore brillantezza degli avversari e strappare uno 0-0 che scontentò gli oltre 7mila dell'Arena Garibaldi. L'ultimo blitz senese è recente, e risale al 15 novembre del 2015: la squadra di Gattuso venne sconfitta immeritatamente con il punteggio di 1-2 al termine di una delle migliori partite dell'intero campionato. I nerazzurri invece non battono il Siena dal 30 aprile 2000 (rigore vincente di Savoldi). Nonostante questo però il bilancio complessivo pende ancora dalla parte del Pisa: nei 24 precedenti casalinghi, i nerazzurri hanno centrato 11 vittorie, il Siena 6 mentre i pareggi sono 7.

Le probabili formazioni

Pisa (3-5-2): Gori; Meroni, Benedetti, Buschiazzo; Lisi, Di Quinzio, Gucher, De Vitis, Zammarini; Moscardelli, Minesso. All. D'Angelo

Siena (4-3-1-2): Contini; Zanon, Rossi, D'Ambrosio, De Santis; Sbrissa, Arrigoni, Vassallo; Aramu; Gliozzi, Cianci. All. Mignani

pisa probabile formazione 19 gennaio 2019

robur siena probabile formazione 19 gennaio 2019

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Robur Siena: le probabili formazioni | I nuovi Minesso e Benedetti si candidano per una maglia da titolari

PisaToday è in caricamento